change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - 11 sette... la pace newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Liturgia di ringraziamento per il 50mo anniversario della Comunità di Sant'Egidio

10 febbraio, ore 17,30 Basilica di San Giovanni in Laterano
18/08/2019
Liturgia della domenica

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile
13 Settembre 2011 18:35 | Marienplatz

Cerimonia finale - Edith Dunia Daliwonga

Edith Dunia Daliwonga


Comunità di Sant’Egidio, RDC

    Mi chiamo Edith Dunia Daliwonga e vengo dalla Repubblica Democratica del Congo, dalla regione dei Grandi Laghi africani che ha conosciuto una terribile guerra, con una serie interminabile di violenze che continuano ancora, soprattutto nei confronti dei più deboli: le donne, i bambini e gli anziani. Sono nata nel 1985 a Bukavu. Avevo 9 anni all’epoca del genocidio ruandese e a partire dal 1994 sono cresciuta in un clima di guerra e di violenza. Si potrebbe dire che appartengo ad una generazione che ha conosciuto quasi solo la guerra e la violenza, in altri termini una generazione perduta e senza speranza. Infatti senza la pace non c’è futuro e non c’è speranza. La guerra e la violenza per gli uomini sono come una tempesta e come è facile fare naufragio! Non ci si può salvare se non insieme, senza abbandonare nessuno al suo destino di violenza e di povertà. Non bisogna abbandonare l’Africa.

    E’ per questo che per noi, giovani africani, Sant’Egidio porta il nome della pace e della speranza; e io ringrazio molto la Comunità per il suo lavoro in Africa. E’ un segno che ci ricorda che Dio non ci ha dimenticati e che c’è sempre un futuro se si comincia a vivere per gli altri. Nella comunità sono cresciuta insieme a tante persone che non sono del mio paese né della mia etnia: ruandesi, burundesi, ugandesi, tutte le etnie mescolate, africani ed europei insieme... Ho imparato a superare i pregiudizi e a capire che siamo destinati a vivere insieme e che la violenza e la separazione non sono il nostro futuro.
   
    Durante questi giorni, qui a Monaco, ho visto che il mondo può cambiare. Qui c’è una nuova visione: noi siamo diversi e veniamo da tutte le parti del mondo, ma abbiamo mostrato che si può vivere gli uni accanto agli altri e non gli uni contro gli altri. Oggi la mia gioia è grande. Nasce da questi tre giorni durante i quali ho imparato a guardare l’altro considerandolo dono di Dio, indispensabile per vivere insieme e costruire il futuro.



 



Messaggio
di Papa  Benedetto XVI


Incontro di dialogo tra le religioni, Monaco di Baviera 2011


NEWS CORRELATE
6 Febbraio 2018

Gli auguri del pastore valdese Bernardini per i 50 anni di Sant'Egidio: continuiamo insieme per la pace, la giustizia, i corridoi umanitari

IT | HU
31 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

La Comunità di Sant’Egidio ricorda il prof. Joachim Gnilka scomparso a Monaco all’età di 90 anni.

IT | DE
28 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

'Il piatto più buono è quelllo dell'amicizia': lo offre Sant'Egidio a tanti amici nelle periferie di Monaco di Baviera


Visita di Marco Impagliazzo alla Scuola della Pace e alla mensa
IT | DE
24 Gennaio 2018
ROMA, ITALIA

'La potenza della Chiesa di Gesù è una forza disarmata che ferma il male' La predicazione del pastore Paolo Ricca per la Settimana dell'Unità tra i cristiani

IT | FR | HU
24 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

La Chiesa è il popolo dell'attesa. Meditazione del pastore valdese Paolo Ricca


alla preghiera della Comunità di Sant'Egidio in Santa Maria in Trastevere. Testo e podcast
18 Ottobre 2017

A un mese dall'Incontro delle religioni a Münster, le Strade di Pace hanno attraversato 4 continenti


Nella foto l'evento a Blantyre, Malawi. Guarda foto e video di tutti gli altri
IT | ES | DE | FR | RU
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
23 Febbraio 2018
Domradio.de
"Wir können Frieden organisieren wie andere den Krieg"
1 Febbraio 2018
SIR
50° Comunità Sant’Egidio: Hilarion (Patriarcato di Mosca), “la nostra una collaborazione che ha dato tanti buoni frutti”
30 Gennaio 2018
Vaticannews
Corridoi umanitari: la collaborazione ecumenica via della speranza
26 Gennaio 2018
POW - Pressestelle des Ordinariates Würzburg
Angst und Lethargie überwinden
15 Gennaio 2018
Roma sette
Ecumenismo, in processione con anglicani, luterani e ortodossi
tutta la rassegna stampa correlata