change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - sarajevo...o e pace newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Liturgia di ringraziamento per il 50mo anniversario della Comunità di Sant'Egidio

10 febbraio, ore 17,30 Basilica di San Giovanni in Laterano

 
versione stampabile
9 Settembre 2012 17:00 | Skenderjia, Main Hall

Saluto di Filip Vujanovic



Filip Vujanovic


Presidente della Repubblica del Montenegro

Illustri rappresentanti politici e dignitari religiosi,
Stimati partecipanti all'Incontro Mondiale per la Pace,
Signore e Signori

Gli Incontri Mondiali per la Pace, oggi giunti a Sarajevo, promuovono i valori eterni per i quali si impegnano da anni – vale a dire la pace e il dialogo tra le comunità religiose, le culture dei popoli e degli stati, la coesistenza come precondizione per la sopravvivenza e il progresso. Ringraziando la Comunità di Sant'Egidio, alla quale va il merito per i nostri incontri, desidero confermare con la mia partecipazione a questo incontro che il Montenegro condivide i valori fondamentali che costituiscono la missione e il messaggio dei nostri incontri. Essi sono particolarmente importanti per la regione dei Balcani occidentali, tenendo conto della sua complessità etnica, culturale e religiosa nonché la storia dei suoi Stati. Pertanto, sono molto lieto che il nostro incontro si svolga a Sarajevo.

Sarajevo è il simbolo dell'inizio e della fine del XX secolo che è stato un secolo drammatico, e il fatto che oggi questa città sia il luogo in cui giungono leader di tutte le religioni del mondo, numerosi capi di Stato e di Governo, rappresentanti delle più importanti organizzazioni internazionali e intellettuali di spicco da tutto il mondo rappresenta un’espressione di speranza e di convinzione che il XXI secolo sarà un periodo di pace e di cooperazione fruttuosa tra le varie comunità, tra gli Stati e i popoli della regione, in Europa e nel mondo. La pace e la cooperazione non sono raggiunte una volta per tutte, ma devono essere costantemente promosse e incoraggiate. Questo è il motivo per cui gli incontri annuali organizzati dalla Comunità di Sant'Egidio sono di eccezionale valore.

Il Montenegro è riuscito, nonostante le grandi tentazioni, a preservare la pace nel drammatico periodo della storia passata, e negli ultimi sei anni dal rinnovo della sua indipendenza, si è affermato come un fattore di stabilità e un modello della regione. Esso continuerà negli sforzi volti a migliorare la cooperazione regionale e internazionale, nonché la cooperazione tra le numerose comunità religiose ed etniche che lo costituiscono. Sono anche rassicurato dal fatto che le prospettive per il Montenegro e per l'intera regione risiedono nel processo di integrazione nell'Unione europea, e in questo senso, gli Stati e i popoli di questa regione non hanno alcun dubbio perché appartengono all’Europa, non solo in termini geografici, ma anche in termini di storia e cultura. Questo è importante non solo per essi, ma anche per l'Unione Europea, che non sarà completa senza di loro.

Desidero augurare a tutti i partecipanti un lavoro fruttuoso, certo che i risultati dell’Incontro Mondiale per la Pace a Sarajevo saranno molto significativi e duraturi.

 

Messaggio del papa per l'Incontro di Sarajevo
Benedetto XVI

Programma Italiano
PDF

PROGRAMMA DELLE DIRETTE WEB

NEWS CORRELATE
6 Febbraio 2018

Gli auguri del pastore valdese Bernardini per i 50 anni di Sant'Egidio: continuiamo insieme per la pace, la giustizia, i corridoi umanitari

IT | HU
31 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

La Comunità di Sant’Egidio ricorda il prof. Joachim Gnilka scomparso a Monaco all’età di 90 anni.

IT | DE
28 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

'Il piatto più buono è quelllo dell'amicizia': lo offre Sant'Egidio a tanti amici nelle periferie di Monaco di Baviera


Visita di Marco Impagliazzo alla Scuola della Pace e alla mensa
IT | DE
24 Gennaio 2018
ROMA, ITALIA

'La potenza della Chiesa di Gesù è una forza disarmata che ferma il male' La predicazione del pastore Paolo Ricca per la Settimana dell'Unità tra i cristiani

IT | FR | HU
24 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

La Chiesa è il popolo dell'attesa. Meditazione del pastore valdese Paolo Ricca


alla preghiera della Comunità di Sant'Egidio in Santa Maria in Trastevere. Testo e podcast
18 Ottobre 2017

A un mese dall'Incontro delle religioni a Münster, le Strade di Pace hanno attraversato 4 continenti


Nella foto l'evento a Blantyre, Malawi. Guarda foto e video di tutti gli altri
IT | ES | DE | FR | RU
tutte le news correlate

NEWS IN EVIDENZA
7 Febbraio 2018

50 anni di Sant'Egidio: la gioia del Vangelo da Roma alle periferie del mondo


La Comunità compie 50 anni. Una storia cominciata il 7 febbraio 1968 a Roma da Andrea Riccardi con un piccolo gruppo di liceali che volevano cambiare il mondo...
IT | DE | PT
7 Febbraio 2018

'Un aspetto chiave di Sant'Egidio è la sua dedizione al dialogo' Da Yad Vashem, il Memoriale dell'Olocausto a Gerusalemme, gli auguri per il 50mo

IT | DE
7 Febbraio 2018

'Vi auguro di continuare la vostra missione per la pace': Ahmad Al-Tayyeb, Grande Imam di Al-Azhar, per i 50 anni di Sant'Egidio

IT | DE

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
23 Febbraio 2018
Domradio.de
"Wir können Frieden organisieren wie andere den Krieg"
1 Febbraio 2018
SIR
50° Comunità Sant’Egidio: Hilarion (Patriarcato di Mosca), “la nostra una collaborazione che ha dato tanti buoni frutti”
30 Gennaio 2018
Vaticannews
Corridoi umanitari: la collaborazione ecumenica via della speranza
26 Gennaio 2018
POW - Pressestelle des Ordinariates Würzburg
Angst und Lethargie überwinden
15 Gennaio 2018
Roma sette
Ecumenismo, in processione con anglicani, luterani e ortodossi
tutta la rassegna stampa correlata

LIBRI
Andrea Riccardi - Tutto può cambiare



San Paolo
altri libri

20/06/2019
Preghiera per la Chiesa

Preghiera ogni giorno


COME SEGUIRE L'EVENTO
Sarajevo 2012

Si Ringrazia