change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
9 Ottobre 2015 | ROMA, ITALIA

Rifugiati: Il primo nucleo di profughi, ospiti della Comunità, partito oggi da Ciampino per la Svezia

La "ricollocazione" è un segnale positivo per l'accoglienza e l'integrazione

 
versione stampabile

Una delegazione della Comunità di Sant’Egidio ha accompagnato stamattina il gruppo di profughi eritrei, partiti da Trastevere dove erano ospiti della Comunità, all’aeroporto di Ciampino. Felici, ed emozionati hanno ringraziato e compiuto l’ultima parte del viaggio in sicurezza.

La Comunità di Sant’Egidio ritiene che si tratti di un primo passo importante per la soluzione del dramma dei rifugiati, accanto all’impegno ad affrontare le cause che provocano la fuga di tanti, lavorando per la pace incentivando la cooperazione internazionale e aprendo canali umanitari e sponsorizzazioni per evitare le morti e i terribili disagi durante i viaggi verso l’Europa.

La Comunità di Sant’Egidio esprime apprezzamento per l’inizio della “ricollocazione” dei profughi arrivati in Italia all’interno degli altri paesi della Comunità Europea.

Il primo nucleo di profughi è partito oggi da Ciampino per raggiungere la Svezia.

La “ricollocazione” è una delle risposte più serie all’esodo umano che in questi ultimi anni ha coinvolto vari paesi, soprattutto della sponda sud dell’Europa.

Il dramma dei rifugiati non ha soluzione nello sforzo di un solo paese ma rappresenta un problema comune a tutta l’Europa da affrontare con una politica comune.

La ricollocazione dei profughi è la dimostrazione che è possibile trovare soluzioni condivise che rendano possibile l’accoglienza e l’integrazione.

 

 

 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Febbraio 2018

Mediatori interculturali, fattore di integrazione in una società plurale: oggi consegna dei diplomi

IT | ID
13 Gennaio 2018

Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati: il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018

18 Dicembre 2017

Giornata Internazionale dei diritti dei migranti: per una cultura del dialogo, dell'accoglienza, dell'inclusione

IT | ES | DE | FR | CA
29 Novembre 2017

In partenza una nuova missione di Sant'Egidio nei campi dei rohingya in Bangladesh

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | PL
28 Novembre 2017

Profughi, corridoi umanitari: giovedì il primo arrivo dall'Africa

IT | ES | CA
22 Novembre 2017

Anche in Belgio si aprono i corridoi umanitari per i profughi

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
tutte le news
• STAMPA
13 Marzo 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

21 Febbraio 2018
OnuItalia

Rohingya: la crisi nei colloqui di Sant’Egidio con la premier del Bangladesh

14 Febbraio 2018

Der Weg bleibt beschwerlich

5 Febbraio 2018
SIR

Immigrazione: Comunità Sant’Egidio, oggi anche la ministra Fedeli alla consegna dei diplomi per mediatori interculturali

1 Febbraio 2018
La Stampa

Quelle brandine nella chiesa con gli angeli di Bernini

30 Gennaio 2018
La Vanguardia

Treinta sirios llegan a Italia con los llamados "corredores humanitarios"

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Dopo la paura, la speranza





San Paolo
tutti i libri

FOTO

1321 visite

1408 visite

1398 visite

1337 visite

1369 visite
tutta i media correlati