change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
26 Aprile 2010

Napoli: La Comunità di Sant'Egidio esprime il suo dolore per la morte di due persone di nazionalità polacca uccise dal crollo di un edificio fatiscente

 
versione stampabile

Sabato 24 aprile mattina, poco dopo le 8, è crollato il tetto di un edificio in via Gianturco n.50, alla periferia orientale di Napoli, uno stabile pericolante, come altri nella zona, abitato da alcuni cittadini polacchi senza dimora.

Due persone sono riuscite a scappare all'esterno integre, a dare l'allarme e far giungere i primi soccorsi. Taddeus, ferito, è stato trasportato in ospedale, mentre per Aleksandra, non c'è stato nulla da fare.

Mancava all'appello una quinta persona: le ruspe, i vigili del fuoco, i cani hanno continuato a scavare e cercare ininterrottamente fino al mattino seguente, di domenica 25, quando è stato estratto anche il corpo di Ceslav, polacco, di 50 anni.

Ci è stato raccontato, da chi è sopravvissuto, che mentre è avvenuto il crollo, Aleksandra stava ascoltando Radio Maria e pregando con il rosario. Si trattava di persone che vivevano in condizioni di estrema povertà a causa della perdita o della precarietà del lavoro e della salute, come tanti altri; ma che nonostante questo non avevano perso la dignità e la mitezza.

La Comunità di Sant'Egidio si reca ogni settimana, da circa dieci anni, in quelle strade, per incontrare gli amici senza dimora e portar loro cena, abiti, coperte, ma soprattutto fermarsi e parlare per ridare dignità e tessere fili di un'integrazione possibile, anche se resa faticosa da tanti ostacoli e ancora pochi diritti.

In seguito alla proclamazione del lutto cittadino da parte del sindaco, in attesa di celebrare i funerali di Aleksandra e Ceslav, la Comunità di Sant'Egidio esprime dolore davanti alla perdita di due amici cari e compagni di strada ed auspica una solidarietà ed un'accoglienza per tutti da parte della città intera di fronte ad una povertà sempre crescente.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Febbraio 2018

Mediatori interculturali, fattore di integrazione in una società plurale: oggi consegna dei diplomi

IT | ID
4 Febbraio 2018
ROMA, ITALIA

Preghiera e solidarietà nella memoria di Modesta Valenti

1 Febbraio 2018
BARCELLONA, SPAGNA

Anche a Barcellona, la Guida per chi è senza dimora 'On menjar, dormir i rentarse'. Quest'anno diventa una APP, utile per chi ha bisogno di aiuto e per chi vuole aiutare

IT | ES | CA
31 Gennaio 2018
ROMA, ITALIA

'Il miracolo di Modesta': la memoria della donna morta senza soccorsi 35 anni fa, ha dato vita a un movimento di umanità nella città di Roma

IT | ES | FR | CA | ID | HU
31 Gennaio 2018

Gli appuntamenti per ricordare Modesta Valenti e di quanti sono morti a causa della povertà e della vita per strada

30 Gennaio 2018
PARIGI, FRANCIA

Bienvenue! L'arrivo a Parigi di 40 profughi siriani grazie ai corridoi umanitari

IT | ES | DE | FR | CA | ID
tutte le news
• STAMPA
13 Marzo 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

26 Febbraio 2018
Avvenire

Emergenza freddo. Rifugi e parrocchie aperte ai senza dimora

26 Febbraio 2018
Avvenire

Emergenza freddo. Rifugi e parrocchie aperte ai senza dimora

24 Febbraio 2018
Avvenire

A spasso per Milano aiutando l'Africa

24 Febbraio 2018
Il Sole 24 ore

Emergenza freddo, S. Egidio: non lasciamo soli i senza dimora

24 Febbraio 2018
La Repubblica.it

Bologna, appello di S.Egidio: "Coperte e maglioni per i senzatetto"

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI
Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

tutti i documenti
• LIBRI

''Una giornata particolare''





Tau Editrice
tutti i libri

FOTO

1440 visite

1384 visite

1323 visite

1409 visite
tutta i media correlati