change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
22 Agosto 2011 | BEIRA, MOZAMBICO

Giovani europei e bambini africani: a Beira (Mozambico) nel Centro Dream di Manga Chingussura una vacanza che unisce i continenti

 
versione stampabile

È inverno in Mozambico -si dice che sia uno degli inverni più rigidi degli ultimi anni - e a Beira, seconda città del Mozambico, che affaccia sull’oceano, soffia un vento freddo.

Eppure, come ormai tradizione, per un gruppo di giovani della Comunità di Sant’Egidio, Beira è meta di vacanze, vacanze speciali perché trascorrono insieme ai bambini pazienti del Centro Dream di Manga Chingussura, località alla periferia di Beira, dove si vive in povere baracche di canisso (canne) senza luce, acqua e quant’altro.

Beira e i villaggi intorno sono molto poveri, poche le strade asfaltate, poche case in muratura. Inoltre Beira - che al tempo della guerra civile fu al centro degli scontri - è una delle città del Mozambico con il più alto tasso di prevalenza di HIV/AIDS del paese.

Al centro Dream c’è fermento, si è sparsa la voce che stanno arrivando gli amici dall’Italia e così quando arriviamo a Manga ci sono già una cinquantina di bambini che ci accolgono festanti. Erano lì già dalla mattina presto, impazienti di rivedere i loro amici lontani.

"Incontriamo di nuovo Joanina, che un anno fa stava molto male, non riusciva a mangiare a causa di un’ infezione alla bocca, aveva una brutta polmonite, era molto debole tanto danon riuscire ad alzarsi da letto. Aveva cominciato la triterapia (contro l'HIV) proprio durante la nostra vacanza.

Molti ci avevano detto che per lei c’era poco da fare, la malattia era in uno stato troppo avanzato. Ma le attiviste del Centro Dream,  dalla nostra partenza, non hanno smesso di andarla a trovare, ogni mattina qualcuno di loro le portava la terapia e adesso Joanina sta benissimo. Appena ci vede ci corre incontro e ci abbraccia forte. Vuole sapere quando cominceranno le vacanze, quest’anno è in forze e non vede l’ora di partecipare a tutti i giochi e le attività, è ingrassata e frequenta la scuola regolarmente. Ci dice: “Ero triste quando siete andati via, pensavo che non vi avrei rivisti mai più, ma adesso siete qui e so che non mi abbandonerete mai…”.

Quante storie come questa! Quest’anno le vacanze coinvolgono ancora più bambini. Conosciamo Vania, di appena 7 anni, anche lei malata. Non va a scuola e parla solo il dialetto del villaggio. Non sorride e ci guarda con un po’ di timore. Ma alla fine della vacanza è tutto un sorriso, scherza, gioca e saluta tutti in italiano.

 Rivediamo anche Samito. L’avevamo conosciuto 4 anni fa. Aveva perso entrambi i genitori a causa dell’Aids poco prima di conoscerci e di partecipare alla nostra vacanza. Non lo avevamo più rivisto perché era andato a vivere in un istituto lontano da Beira.

Lo rincontriamo adesso dopo 4 anni. Ha indosso ancora la felpa che gli avevamo regalato noi. Si ricorda tutti i nomi e tutte le canzoni che gli avevamo insegnato. Ci dice: “Quelli sono stati i giorni più belli della mia vita! Come potevo dimenticarli?”.

E' vero, per Samito, come per tanti bambini questi giorni trascorsi insieme sono i giorni più belli della loro vita ma anche per i tanti giovani che ogni anno dall’Europa scelgono di trascorrere le loro vacanze in Africa, circondati dall’amore e dall’affetto di tanti bambini.

 

 

 

 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
30 Gennaio 2018
BANGUI, REPUBBLICA CENTRAFRICANA

Chantal, Elodie e le altre: storie di bambini e non solo in cura con il programma DREAM a Bangui, capitale del Centrafrica

IT | ES | DE | FR | CA | NL
25 Gennaio 2018

'La nostra missione: una Global Friendship'. In un video il messaggio dei giovani europei per la #GiornatadellaMemoria

IT | EN | DE | FR | HU
24 Gennaio 2018

I Giovani per la Pace contro il razzismo. Il loro messaggio in un video

23 Gennaio 2018
PERU

La Comunità di Sant'Egidio di Lima agli incontri con papa Francesco in Perù

IT | ES | DE | FR | PT
19 Gennaio 2018
MÖNCHENGLADBACH, GERMANIA

La Storia di Rawan: dalla guerra in Iraq alla Scuola della Pace

IT | ES | DE | NL | HU
18 Gennaio 2018

Anziani, Sant'Egidio: la creazione di un Ministero per la solitudine nel Regno Unito è un campanello di allarme

IT | EN | ES | DE
tutte le news
• STAMPA
13 Marzo 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

21 Febbraio 2018
Vatican Insider

Sant’Egidio si unisce alla Giornata di digiuno per Congo e Sud Sudan indetta dal Papa

19 Febbraio 2018
FarodiRoma

I 50 anni di Sant’Egidio. Intervista a Chiara Turrini, impegnata in Mozambico

10 Febbraio 2018
SIR

50° Sant’Egidio: Gentiloni (presidente del Consiglio), “dalla condizione dei più deboli si misura il benessere autentico di una società”

18 Gennaio 2018
SIR

Ministero per la solitudine: Comunità Sant’Egidio, “problema da non sottovalutare”. Servono “reti di protezione” e “alleanze tra generazioni”

16 Gennaio 2018
Corriere.it

Lamiabuonanotizia. Le mamme rom aiutano quelle d’Africa

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
27 Gennaio 2018 | NAPOLI, ITALIA

Naples without violence. La solidarietà cambia il mondo

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

The Goal of a DREAM

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Marc Spautz

Discorso di Marc Spautz, ministro della Cooperazione del Lussemburgo

Impagliazzo Marco

Marco Impagliazzo: Afrique: terre d’opportunités

Andrea Riccardi

Saluto di Andrea Riccardi in ricordo di Ana Maria Muhai

Rossella Rizzi

Un sogno per l'Africa

tutti i documenti
• LIBRI

Alla Scuola della Pace





San Paolo
tutti i libri

FOTO

168 visite

181 visite

182 visite

187 visite

181 visite
tutta i media correlati