change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
10 Maggio 2013 | SARAJEVO, BOSNIA ED ERZEGOVINA

A Sarajevo, è cittadino chi lavora per la pace

La cittadinanza onoraria conferita a Alberto Quattrucci della Comunità di Sant'Egidio riconosce il contributo della Comunità nel processo di riconciliazione tra etnie e religioni in corso nel paese

 
versione stampabile


Il segno di un legame reso forte dalla comune passione per la pace: questo il significato della cittadinanza onoraria conferita a Alberto Quattrucci dalla città di Sarajevo, in rappresentanza della Comunità di Sant'Egidio.

Sono passati pochi mesi dall'Incontro tra le religioni per la pace "Living together is the future" che si è tenuto proprio nella "Gerusalemme dei Balcani", la città europea simbolo del sogno di coabitazione e del dolore causato dalle sue fratture.

La cerimonia che si è tenuta al Teatro Nazionale, richiama il clima di speranza di quei giorni e ne rilancia temi e obiettivi: vivere insieme è il futuro, non solo per la Bosnia, ma per l'Europa e il mondo.


 

Il saluto di Alberto Quattrucci, 
Segretario Generale UeR, Comunità di Sant’Egidio
Cari amici, ecco una nuova bella e grande occasione per essere insieme qui a Sarajevo! 

Vi ringrazio del profondo del mio cuore. Vi ringrazio a nome degli uomini e delle donne della Comunità di Sant’Egidio che sono venuti a Sarajevo lo scorso settembre. A nome loro vi dico grazie. Grazie per la vostra calorosa accoglienza, grazie per la solidarietà e la simpatia, grazie per l’amicizia!

Grazie al Cantone di Sarajevo e al suo Presidente, per aver voluto concedermi l’onore di questo importante riconoscimento: la cittadinanza onoraria di questa meravigliosa città. Sì, la meravigliosa città di Sarajevo, che ho amato fin da giovane, per il suo alto valore evocativo e per la sua eloquente bellezza. Sarajevo è simbolo di quanto sia bello e sia motivo di gioia l’essere insieme tra diversi! La guerra non ha vinto, non è riuscita a dividere! Lo abbiamo vissuto intensamente nei giorni dello scorso settembre. Il lavoro e l’impegno di tanti ha realizzato quell’incontro indimenticabile: “Living Together is the Future!” 

Il riconoscimento di oggi non è per la mia persona, ma è rivolto a tutta la Comunità di Sant’Egidio e a tutti coloro che, musulmani, ebrei, cristiani, uomini e donne della società civile e delle istituzioni, hanno lavorato insieme perché quel sogno si potesse realizzare.

 Questa è la vera importanza di quest’alto riconoscimento.

 Nel nostro mondo, dove spesso conta solo la legge dell’economia, del mercato, della potenza del più forte verso il più debole, voi avete avuto il coraggio di “dare cittadinanza” ai principi dell’umanità, della democrazia, della tolleranza e della solidarietà verso chi è diverso… Questo il significato di questa cittadinanza onoraria.

 Dare cittadinanza significa riconoscere il “valore dell’altro”. Questo è Sarajevo, questa è l’Europa: dare cittadinanza all’altro, a chi è diverso. Dare cittadinanza è dire: “…tu sei uno di noi anche se sei diverso da noi…ma sei uno di noi!”. Riconoscere il valore dell’altro, dare cittadinanza all’altro, questa è la forza dell’Europa.

 Grazie per l’onore di quest’alto riconoscimento europeo.

 Oggi mi sento, ci sentiamo ancora di più con voi. Con voi vogliamo camminiamo verso il futuro di Sarajevo, della Bosnia-Erzegovina e dell’Europa. Perché il futuro è vivere insieme.

Grazie.

 

 

 

 



APPROFONDIMENTI

Video: Sarajevo, the courage of love

Articoli sulla stampa locale : Oslobodenje , Dnevni avaz
 LEGGI ANCHE
• NEWS
31 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

La Comunità di Sant’Egidio ricorda il prof. Joachim Gnilka scomparso a Monaco all’età di 90 anni.

IT | DE
28 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

'Il piatto più buono è quelllo dell'amicizia': lo offre Sant'Egidio a tanti amici nelle periferie di Monaco di Baviera

IT | DE
14 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

Visita online il presepe di Sant'Egidio: Gesù accolto da poveri, malati, chi non ha casa, e uomini di ogni fede

IT | ES | DE | FR | CA | NL
18 Ottobre 2017

A un mese dall'Incontro delle religioni a Münster, le Strade di Pace hanno attraversato 4 continenti

IT | ES | DE | FR | RU
11 Ottobre 2017
L'AVANA, CUBA

Le religioni si riuniscono a L'Avana per aprire Strade di Pace a Cuba

IT | EN | ES | DE | NL | ID
7 Ottobre 2017
ITALIA

I bambini d'Italia si raccontano: un video dei Giovani per la Pace sullo #IusCulturae

IT | FR | PT
tutte le notizie
• STAMPA
25 Febbraio 2018
kathpress

Kardinal Marx fordert mehr Engagement für Einheit der Menschen

25 Febbraio 2018
Domradio.de

"Gräben zuschütten"

25 Febbraio 2018

„Gräben zuschütten, Spaltungen überwinden“

24 Febbraio 2018
Domradio.de

Im Dienst der karitativen Arbeit

23 Febbraio 2018
Domradio.de

"Wir können Frieden organisieren wie andere den Krieg"

22 Febbraio 2018
Br-Online

Interview mit Sant'Egidio Mitgründer Andrea Riccardi

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
29 Ottobre 2017 | BUENOS AIRES, ARGENTINA

''Fiesta de la Paz'' a Buenos Aires nello spirito di Assisi

22 Ottobre 2017 | MILANO, ITALIA

Da stranieri a cittadini: dialogo sulla riforma della cittadinanza

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

ASSISI 2016 - il programma in pdf

Dove Napoli 2015

Comunità di Sant'Egidio: Brochure Viva gli Anziani

Analisi dei risultati e dei costi del programma "Viva gli Anziani"

Messaggio del Patriarca ecumenico Bartolomeo I, inviato al Summit Intercristiano di Bari 2015

Incontro di Preghiera per la Pace

tutti i documenti
• LIBRI

Oscar Romero. La Biografia





San Paolo

La Chiesa dei poveri





Francesco Mondadori
tutti i libri

FOTO

985 visite

1007 visite

1060 visite

969 visite

997 visite
tutta i media correlati