change language
sei in: home - amicizia...i poveri - disabili...a limiti - arte e disabilità - noi l'it...e poesie newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Noi l'Italia - Arte, testi e poesie


 
versione stampabile

Lasciato il Quirinale, sarà possibile visitare la mostra noi, l'Italia a Trento nelle prossime settimane, ma anche sulle pagine di questo sito, dove è presente una galleria virtuale, e attraverso il catalogo di recente pubblicato dall'editore Maretti.

Nel testo introduttivo al catalogo il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano afferma che noi, l'Italia “ci permette di apprezzare sia la creatività degli autori sia l’impegno sociale di coloro che con loro hanno lavorato e hanno reso possibili le attività delle quali questa mostra presenta un esemplare bilancio. Nello stesso tempo – continua il Presidente - rappresenta un indicatore del percorso compiuto dal nostro Paese nell’inclusione delle persone con disabilità. Lo ricorda l’autrice di una bella poesia, una ragazza disabile di origine somala ma nata in Italia quando scrive: «Io piuttosto contenta sono di essere nata in Italia» perché l’Italia è diversa da altri paesi dove «ti curano le gambe ma ti credono zoppa di cuore» e aggiunge «Io resto incantata perché in Italia si fatica ma puoi amare ed essere amata». È giusto osservare che nel percorso di inclusione dei disabili abbiamo fatto significativi passi avanti, benché certamente altri ne restino da fare. Ma oggi il nostro compito principale consiste nell’evitare che una crisi economica dirompente ci costringa a fare passi indietro.”

In uno dei saggi del catalogo, Alessandro Zuccari, ordinario di storia dell'arte moderna alla Sapienza Università di Roma, – che fin dall'inizio ha accompagnato il lavoro dei laboratori – spiega come noi, l'Italia  “non è solo una mostra di artisti disabili, né il risultato di una “arte-terapia”, ma qualcosa di diverso. In realtà si tratta di un momento saliente di un lungo processo liberatorio e creativo in cui i “disabili” e gli “altri” (i cosiddetti normodotati) non sono più tipicizzati in quanto tali, ma sono divenuti – grazie al rapporto paritetico e dialogico che si è venuto a creare – protagonisti di quell’insieme complesso di azione e di pensiero che Simonetta Lux ha definito “una specie di Grande Opera di Arte Relazionale”, ora approdato anche ad un aperto confronto con il circuito dell’arte e di quegli artisti, come Anton Roca, che sono riconosciuti tali”.

A tal proposito la critica d'arte Simonetta Lux, curatrice della mostra, si chiede: “cosa avviene quando un artista, nel nostro caso l’artista catalano Anton Roca, entra a creare un’opera su e insieme a persone di margine? [...] Che cosa avviene ai marginali e agli esclusi in questo incontro creativo e di collaborazione? Perdono la loro tipizzazione, la loro esclusione e diventano persone[...] . Che cosa avviene all’artista? Cambia, perde i suoi pregiudizi, crea un’altra opera d’arte delle sue, specifica di questa nuova relazione col mondo dell’altro, dell’escluso.”
L’installazione tavoloITALIA di Anton Roca, è frutto dell’incontro di questo artista con la Comunità di Sant’Egidio che lo ha accompagnato nella conoscenza delle 20 persone tra quelle che la Comunità quotidianamente incontra nella città: l’opera racconta esperienze individuali di vita italiana, tracce di memoria, desideri, aspirazioni per il futuro.

Una parte del catalogo è, infine, dedicata ai testi dei disabili dei Laboratori talvolta registrati oppure scritti a mano o al computer.
Da essi emerge la consapevolezza e l'orgoglio di essere parte non secondaria di una comunità nazionale che celebra un passaggio importante della propria storia. Una risorsa, anche se non sempre riconosciuta adeguatamente, in un tempo di crisi.

Testi dei disabili dei laboratori d'arte

Photogallery: le opere esposte al palazzo del Quirinale

Photogallery: visita la mostra al palazzo del Quirinale

Video: Noi, l'Italia! - la mostra al Quirinale

Disabili mentali: amici senza limiti


NOTIZIE CORRELATE
25 Ottobre 2017
ROMA, ITALIA

La Trattoria de Gli Amici in TV! Guarda il servizio di ''Mordi e Fuggi'' di Rai News 24

9 Giugno 2017
GENOVA, ITALIA

La mostra ''I colori dell'incontro'' a Genova: nei quadri dei bambini e dei disabili l'arte di dire no alla guerra

6 Giugno 2017

Open Day alla casa degli Amici di Quattro Venti e al Laboratorio d'Arte di Trinità dei Pellegrini


I disabili di Sant'Egidio aprono le porte a chiunque desideri capire la loro proposta di città inclusiva
21 Gennaio 2017
LONDRA, REGNO UNITO

Londra: dagli artisti disabili una proposta di arte per connettere mondi diversi

IT | EN | ES
10 Dicembre 2016

Oggi gran finale della mostra degli artisti con disabilità dei Laboratori d'Arte di Sant'Egidio. La premiazione


Marco Impagliazzo consegna il premio alle opere più votate dalle centinaia di persone che in questi giorni hanno visitato l'esposizione
9 Dicembre 2016
OSTIA, ITALIA

Artisti disabili danno forma e parole alla forza e alla fragilità degli anziani. In mostra a Ostia


Sabato 10 dicembre la premiazione delle opere più votate all'EX[de]PO’.
tutte le notizie correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
30 Gennaio 2018
Corriere della Sera
Da Tor Bella Monaca alla Biennale: la disabilità diventa arte
8 Dicembre 2017
La Repubblica.it
Marzia, i vecchi e la poesia della fragilità
3 Dicembre 2017
Vatican Insider
Disabilità, Sant'Egidio: incrementare co-housing e inserimento nel lavoro
20 Novembre 2017
Main-Post
Die Freunde sind füreinander da
27 Ottobre 2017
SIR
Policlinico Gemelli: premiate opere sugli anziani realizzate da artisti disabili dei laboratori di Sant’Egidio
tutta la rassegna stampa correlata