change language
usted está en: home - ecumenis...diálogo - encuentr...r la paz - roma 201...go y paz newslettercómo contactarnoslink

Ayuda a la Comunidad

  

Liturgia de Acción de Gracias por el 50 aniversario de la Comunidad de Sant'Egidio

10 de febrero, a las 17.30 h Basílica de San Juan de Letrán

Más dificultades para los más pobres para encontrar, conservar o quedarse en una casa

Presentación de la guía DÓNDE 2018

Llegan a Italia los primeros corredores humanitarios de 2018. La nueva fase del proyecto que se ha convertido en un modelo de acogida e integración para Europa


 
versión para imprimir
30 Septiembre 2013 16:30 | Basílica de Santa Maria in Trastevere

L’unità cristiana


Pavel


Metropolita ortodoxo, Patriarcado de Moscú
Già all’inizio del III secolo Clemente di Alessandria scriveva: «La Chiesa respira con un solo respiro». Questa immagine rimanda all’unità spirituale e morale che unisce i membri della Chiesa cristiana. Secondo l’insegnamento del santo apostolo Paolo, la Chiesa è una perché, essendo il corpo di Cristo, lega i credenti con l’unità della fede, del battesimo, dell’Eucaristia e della comunione dello Spirito Santo. Nel V secolo il santo Cirillo di Alessandria sviluppò la dottrina secondo cui l’unità dei discepoli di Cristo nel seno dell’unica Chiesa è immagine dell’unità che esiste tra le persone della Santa Trinità.
La Chiesa cristiana insegna che tutti gli uomini sono creati da Dio a sua immagine e sono familiari l’uno dell’altro e [insegna] che i comandamenti di Cristo sull’amore per il prossimo non hanno confini. Perciò san Feodosij delle Grotte di Kiev diceva: «Se vedi uno nudo o affamato, o qualcuno a cui è accaduta una disgrazia, – che sia esso ebreo o musulmano […] – con chiunque tu sii misericordioso, liberalo dalla disgrazia come puoi, e non sarai privato della ricompensa presso Dio». Tanto più il discorso riguarda il cristiano.
Seguendo l’esempio dei Santi Padri, nel dialogo con i seguaci di altre religioni noi cristiani possiamo testimoniare la verità di Cristo non soltanto con la predicazione diretta del cristianesimo, ma anche con il nostro amore, con le opere buone, con un comportamento degno negli impegni della vita, compresi i tentativi di risoluzione dei problemi del mondo contemporaneo che agitano le persone, in particolare il superamento dei conflitti interetnici, politici e interreligiosi. Un esempio di tale conflitto politico è attualmente la difficilissima situazione della comunità cristiana in Siria. Nei luoghi dove le forze islamiche radicali vanno al potere i cristiani sono di fatto completamente annientati, sia fisicamente, sia con la loro espulsione dalle zone dove essi hanno vissuto per molti secoli. E, in tal modo, si ritrovano o fuori dei confini della Siria, o all’interno del loro paese natio in qualità di profughi. Questa tragica situazione, che adesso ha luogo in Siria, rispecchia i tristi eventi che oggi avvengono in altri paesi del Medioriente, dell’Africa Settentrionale, del Kosovo, della Metochia, e in un’intera serie di altri paesi. L’unità dei cristiani potrebbe in questo aiutare fortemente coloro che si sono trovati in una simile zona di rischio.
Esistono ampie possibilità per la collaborazione nei campi che già oggi ci uniscono. Del resto se si parla dell’ortodossia e del cattolicesimo non si può non rilevare che gli insegnamenti della dottrina sociale sono nel loro spirito molto vicini, e la dottrina morale degli ortodossi e dei cattolici è fondata sull’unico Vangelo. Proprio per questo possiamo insieme parlare al mondo secolarizzato della famiglia cristiana tradizionale e del valore della vita umana.
Dobbiamo ricordare quanto l’unità dei cristiani sia indispensabile. Perché tale compito è tanto essenziale? Perché ogni giorno della nostra divisione ci lasciamo sfuggire le possibilità che potremmo avere se fossimo uniti. Oggi migliaia di giovani muoiono perché non hanno capito per quale ragione vivere, non hanno trovato il senso della loro esistenza sulla terra, mentre noi non glielo abbiamo suggerito per tempo. Muoiono a causa delle droghe, dell’alcol, dell’AIDS, eppure noi insieme, con un unico slancio comune, potremmo fare molto di più per loro e per tutta la società nel suo insieme. Il Signore ci chiama a pensare maggiormente ai bisogni reali delle persone che si trovano in difficoltà. È indispensabile fare insieme ciò che possiamo. Ci sono molti argomenti importanti di progetti che potremmo fare insieme, e abbiamo ora a disposizione un ampio campo per la nostra cooperazione.
E, in conclusione, vorrei dire che i cristiani di tutte le confessioni possono iniziare a realizzare progetti sociali congiunti, ma pure a elaborare un’unica posizione cristiana circa le questioni morali e sociali, dando testimonianza della verità cristiana nella società e influenzando in essa il clima morale.
 


EVENTOS CONECTADOS
en el mundo

PROGRAMMA
PDF

RETRANSMISIONES VÍDEO
Programa

NOTICIAS RELACIONADAS
23 Octubre 2013

La valentía de la esperanza: tres vídeos


Desde Costa de Marfil hasta Roma, las imágenes de los encuentros de este año entre hombres y religiones se han transmitido por televisión
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
3 Octubre 2013
SAN ANTONIO, ESTADOS UNIDOS

The Courage to Hope. El espíritu de Asís en Texas


Líderes religiosos y estudiantes han participado en el encuentro de San Antonio que ha seguido el encuentro de Roma
IT | EN | ES | DE | PT
2 Octubre 2013
ABIDJAN, COSTA DE MARFIL

También en África, "La valentía de la esperanza"


Encuentro con las religiones en Abiyán en conexión con Roma
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
1 Octubre 2013

Mensaje del Papa Francisco a los participantes del Encuentro Internacional por la Paz "La valentía de la esperanza"

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
1 Octubre 2013
Deslegitimar el terrorismo religioso

El intelectual indio Kulkarni: El terrorismo religioso divide in primis las religiones de las que nace.

IT | EN | ES | DE | PT | CA | ID
1 Octubre 2013
Deslegitimar el terrorismo religioso

El teólogo católico Armand Puig: "El terrorismo en nombre de Dios es un ataque a cada creyente"

IT | EN | ES | PT | CA | ID
todas las noticias relacionadas

NOTICIAS DESTACADAS
6 Febrero 2018

Sant'Egidio, 50 años al servicio de la paz - entrevista a Marco Impagliazzo


"Satisfecho de haber hecho descubrir a muchos la alegría del Evangelio"
IT | ES | CA | ID | HU
4 Febrero 2018 | MACERATA, ITALIA
Comunicado de prensa

Macerata, solidaridad de Sant'Egidio con las víctimas: una delegación visita a los heridos en el hospital


“Al lado de quien ha sufrido el odio y el racismo. No al desprecio que provoca violencia”
IT | ES
1 Febrero 2018 | IRAK

Iraq: preocupación de Sant'Egidio por el recurso a la pena de muerte

IT | ES | DE | FR

PRENSA RELACIONADA
6 Septiembre 2015
Shekulli
“Takimi i paqes”, krerët botërorë të feve mblidhen në Tiranë
11 Noviembre 2013
Herder Korrespondenz
Religion und Frieden: Internationales Treffen der Gemeinschaft von Sant'Egidio
29 Octubre 2013
Roma sette
Preghiera e condivisione fondamenta della pace
13 Octubre 2013
SIR
Insieme scegliamo il coraggio della pace
6 Octubre 2013
Avvenire
«Non usare la fede per la violenza». Un bilancio del XXVII Incontro internazionale per la pace
todo relacionado con la prensa