change language
vostè està en: home - recull de premsa newslettercom contactar-noslink

Ajuda la Comunitat

  
2 Gener 2014

Il grido del pontefice contro i conflitti nel mondo si è levato ancora una volta ieri mattina, all'Angelus

Papa Francesco: deve vincere il dialogo della pace

 
versió per imprimir

L'umanità «deve fermarsi» nella strada della violenza e della guerra, e «il coraggio del dialogo e della riconciliazione» deve prevalere «sulle tentazioni di vendetta, di prepotenza, di corruzione».
Il grido del Papa contro i conflitti nel mondo si è levato ancora una vola ieri, all`Angelus della 47/ma Giornata Mondiale della Pace dedicata quest`anno al tema della «fraternità», col nuovo appello di Francesco a non restare «indifferenti e immobili» di fronte alle violenze e ingiustizie nel mondo e a impegnarsi collettivamente «per costruire una società più giusta e solidale».
Nell`occasione il Papa ha voluto anche ringraziare il presidente Napolitano «per le espressioni augurali» nel messaggio di fine anno e ha auspicato «il contributo responsabile e solidale di tutti» perché l`Italia «possa guardare al futuro con fiducia e speranza». Bergoglio ieri ha avuto parole augurali per l`inizio d`anno, parlando nella messa in basilica «di forza, di coraggio, di speranza» e affidando a Maria, essendo ieri la solennità della Madre di Dio, «i desideri del nostro cuore, le nostre necessità, i bisogni del mondo intero, specialmente la fame e la sete di giustizia e di pace». I veri auguri di Buon Anno li ha pronunciati poi al momento dall`Angelus, ma non - ha specificato nel senso «un po` magico e un po` fatalistico di un nuovo ciclo che inizia». «Il mio augurio è quello della Chiesa, è quello cristiano!», ha spiegato indicando il fine del «Regno di Dí o, Regno di pace, di giustizia, di libertà nell`amore».
Dinnanzi a una Piazza San Pietro gremita da centomila fedeli, tra cui i partecipanti alla marcia «Pace in tutte le terre» della Comunità di Sant`Egidio («sono tanti, eh?», ha osservato), Bergoglio si è soffermato sui temi della Giornata Mondiale della Pace, consegnando idealmente a tutti il suo messaggio diffuso lo scorso 12 dicembre. Ha richiamato alla «responsabilità di operare affinché il mondo diventi una comunità di fratelli che sí rispettano, si accettano nelle loro diversità e si prendono cura gli uni degli altri». «Siamo anche chiamati - ha detto - a renderci conto delle violenze e delle ingiustizie presenti in tante parti del mondo e che non possono lasciarci indifferenti e immobili: c`è bisogno dell`impegno di tutti per costruire una società veramente più giusta e solidale».
E qui, parlando «a braccio», ha raccontato: «Ieri ho ricevuto una lettera da un signore, forse uno di voi, che mettendomi a conoscenza di una tragedia familiare successivamente elencava tante tragedie e guerre oggi nel mondo e mi domandava: cosa succede nel cuore dell`uomo che è portato a fare tutto questo? E diceva infine: è ora di fermarsi». «Anche io ha proseguito - credo che ci farà bene fermarci in questa strada di violenza e cercare la pace. Fratelli e sorelle, faccio míe le parole di quest`uomo: cosa succede nel cuore dell`uomo? Cosa succede nel cuore dell`umanità? E` ora di fermarsi». In questo primo giorno dell`anno, ha detto ancora il Papa, «il Signore ci aiuti a incamminarci tutti con più decisione sulle vie della giustizia e della pace»
.


 LEA TAMBÉ
• NOTÍCIES
30 Gener 2018
BANGUI, REPÚBLICA CENTREAFRICANA

Chantal, Elodie i les altres: històries de nens i adults que segueixen tractament amb el programa DREAM a Bangui, capital de la República Centreafricana

IT | ES | DE | FR | CA | NL
25 Gener 2018
ROMA, ITÀLIA

República Centreafricana, el president Touadera a Sant'Egidio: continua el procés de pau; comença la nova fase de desarmament

IT | ES | DE | FR | PT | CA | ID
13 Gener 2018

Que la Jornada Mundial del Migrant i del Refugiat animi a Europa a promoure i a integrar. Seguir el model dels corredors humanitaris

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
9 Gener 2018
BANGUI, REPÚBLICA CENTREAFRICANA

La República Centreafricana rep ajuda humanitària mentre continuen les operacions de desarmament

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
30 Desembre 2017
ROMA, ITÀLIA

'PAU ARREU DE LA TERRA': 1 de gener, una marxa per un món que sàpiga acollir i integrar

IT | ES | DE | FR | CA | NL
22 Desembre 2017
ROMA, ITÀLIA

El papa Francesc rep en audiència a Andrea Riccardi. Els corredors humanitaris i la pau centren la trobada

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID
totes les notícies
• IMPRIMIR
26 Febrer 2018
Roma sette

Congo e Sud Sudan, Gnavi: «La liberazione ha il nome di Gesù»

23 Febrer 2018
Domradio.de

"Wir können Frieden organisieren wie andere den Krieg"

22 Febrer 2018
Famiglia Cristiana

La preghiera sia un urlo contro le guerre

21 Febrer 2018
Vatican Insider

Sant’Egidio si unisce alla Giornata di digiuno per Congo e Sud Sudan indetta dal Papa

21 Febrer 2018
SIR

Giornata preghiera e digiuno: Comunità di Sant’Egidio, adesione all’invito del Papa. Veglia nella basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma e in molte città italiane

17 Febrer 2018
Corriere della Sera

Dal palazzo alla tenda.Il cristianesimo in cammino

tots els comunicats de premsa
• DOCUMENTS

''Entente de Sant'Egidio'': Accordo politico per la pace nella Repubblica Centrafricana

Intervista a Papa Francesco in occasione del viaggio apostolico in Svezia

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Appello di Pace 2016

Nuclear Disarmament Symposium on the 70 th anniversary of the atomic bomb. Hiroshima, August 6 2015

Comunidad de Sant'Egidio

Un appello al popolo centrafricano e alla comunità internazionale per la riconciliazione nazionale

tots els documents