change language
vostè està en: home - recull de premsa newslettercom contactar-noslink

Ajuda la Comunitat

  

La Notizia

6 Febrer 2018

I rifugiati sono una risorsa. Sant’Egidio: toni sbagliati

L’intervista. Per la responsabile immigrazione della Comunità la politica sta strumentalizzando il problema

 
versió per imprimir

“L’ immigrazione è un tema complesso che richiede risposte adeguate. Ritengo che affrontarlo in campagna elettorale sia un errore perché, inevitabilmente, si presta al rischio di strumentalizzazioni”. Daniela Pompei, responsabile immigrazione della Comunità di Sant’Egidio, non ha dubbi. E invece nelle ultime ore, dopo i fatti di Macerata, il tema dell’immigrazione è entrato in pieno nella campagna elettorale.
Qual è la sua impressione?
“Credo che occorra affrontare il tema dell’immigrazione con toni corretti e responsabilmente, soprattutto quando ad occuparsene è la politica”.
Cos’è che non dovrebbe sfuggire al dibattito di queste ore?
“Non si può prescindere da un dato di fatto. E cioè che la gran parte dei migranti che oggi si trovano in Italia sono lavoratori regolari che contribuiscono al benessere del nostro Paese, pagando le tasse e versando i contributi previdenziali. Per questo è necessario riportare il dibattito entro i limiti della pacatezza e del buonsenso”.
Torniamo ai fatti di Macerata. La Comunità di Sant’Egidio ha inviato una sua delegazione: che situazione ha trovato?
“Ci sono persone molto impaurite per l’accaduto. Tra loro alcuni sono richiedenti asilo altri rifugiati. Vengono da Paesi, tra l’altro, dove ci sono situazioni molto serie. La ragazza, per esempio, viene dalla Nigeria, dove molto spesso le donne sono vittime di tratta”.
La macabra morte di Pamela Mastropietro è stata la scintilla che ha spinto un italiano ad armarsi e ad aprire il fuoco...
“Un episodio preoccupante. E’ possibile che gli immigrati commettano dei crimini come quello accaduto a Macerata. Ma questo non autorizza nessuno in alcun modo a farsi giustizia da sé. Da una parte, allarma questo clima ad alta tensione, che si va deteriorando sempre di più, nei confronti dei migranti. Dall’altra occorre, però, aiutare i nostri cittadini a prendere conoscenza di questo fenomeno: molto spesso l’incomprensione è filgia della non conoscenza”.
E la politica ha delle responsabilità?
“Ripeto. Non bisognerebbe utilizzare il tema dell’immigrazione in campagna elettorale. La politica deve avere la responsabilità di utilizzare toni corretti. I problemi dell’Italia sono tanti non c’è solo l’immigrazione. La strumentalizzazione dell’immigrazione è, francamente, inaccettabile”.
Cosa intende per strumentalizzazione?
“Gli immigrati in Italia sono l’8% della popolazione, non si può sostenere che sia l’unico problema del Paese”.
Ma è pur sempre uno dei problemi: come va affrontato?
“Innanzitutto non deve essere percepito solo come un problema. Anzi, occorre cambiare prospettiva, prendendo atto che l’immigrazione è una grande opportunità per tutti. Per i Paesi di partenza, visto che molti dei migranti che lavorano in Italia inviano sostegno economico ai parenti rimasti in Patria aiutandoli a restare lì. Ma è anche un’opportunità per i nostri concittadini: molte famiglie italiane si avvalgono della collaborazione delle colf e delle badanti senza le quali tante donne non potrebbero neppure lavorare. Per non parlare del contributo al settore della ristorazione”.
Insomma, un’occasione per tutti a patto che la politica faccia la sua parte?
“Certo. Converrebbe a tutti”.
Intanto in Libia preoccupano le condizioni di detenzione dei migranti che aspirano a raggiungere l’Europa e più in particolare l’Italia. Come se ne esce?
“Da un lato occorre creare le condizioni per liberare queste persone da condizioni inumane. Dall’altra lavorare, anche prima del loro arrivo in Libia, nei Paesi di partenza. Fermo restando che rimane irrinununciabile salvare le persone in mare”.


 LEA TAMBÉ
• NOTÍCIES
18 Desembre 2017

Dia Internacional dels drets dels migrants: per una cultura del diàleg, de l'acollida i de la inclusió

IT | ES | DE | FR | CA
8 Novembre 2017
BARCELONA, ESPANYA

Memòria de la nit dels vidres trencats

IT | ES | CA
22 Maig 2017
MILÀ, ITÀLIA

Milà respon al racisme amb un #20maggiosenzamuri: el realisme de l'acollida

IT | ES | CA
16 Juny 2016

Crida a altres països europeus perquè obrin corredors humanitaris, veritable alternativa a les tragèdies al mar

IT | ES | DE | FR | PT | CA
2 Maig 2016

Refugiats: demà arriben a Fiumicino cent persones més amb els Corredors humanitaris

IT | ES | DE | PT | CA
3 Febrer 2016
ROMA, ITÀLIA

Refugiats: demà a Itàlia Yasmine i Falak, síries, seran les primeres que obriran els corredors humanitaris

IT | ES | CA
totes les notícies
• ALLIBERAMENT
26 Febrer 2018
Agenzia SIR

Corridoi umanitari: Caritas-Sant’Egidio-Gandhi Charity, “un modello di successo per un mondo più giusto”

9 Febrer 2018
Avvenire

Migrazioni. 7 punti per uscire dall'emergenza: l'agenda delle associazioni cattoliche

8 Febrer 2018
SIR

Migrazioni: Pompei (Comunità Sant’Egidio), “nuove modalità di ingresso in Italia più flessibili ed efficienti”

8 Febrer 2018
Vatican Insider

Macerata, l’impegno della Chiesa per la “pacificazione sociale”

6 Febrer 2018
Giornale di Sicilia

«Ma l'integrazione da noi è possibile»

tots els comunicats de premsa
• NO PENA DE MORT
10 Octubre 2017

Nella Giornata mondiale contro la pena di morte visitiamo i condannati più poveri in Africa

15 Abril 2017
ESTATS UNITS

Fermate le esecuzioni in Arkansas in seguito all'esposto di un'azienda farmaceutica

18 Febrer 2016
ROMA, ITÀLIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Octubre 2015
JAPÓ

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Octubre 2015
JAPÓ

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

10 Octubre 2015
ESTATS UNITS

La Comunità di Sant'Egidio lancia la prossima "Giornata Mondiale delle città per la vita"

5 Octubre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

12 Març 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

12 Març 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

9 Març 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Març 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

9 Març 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

anar a cap pena de mort
• DOCUMENTS
Matteo Zuppi

"QUE EL SEÑOR NOS AYUDE A VIVIR JUNTOS" - Homilía de Mons. Matteo Zuppi

tots els documents

VIDEO FOTOS
3:1
Jóvenes Europeos hacia Auschwitz por un mundo sin violencia
3:4
El peregrinaje hacia Auschwitz-Birkenau

76 visites

202 visites

74 visites

89 visites

89 visites
tots els mitjans de comunicació afins