change language
sie sind in: home - pressearchiv newsletterkontaktlink

Unterstützung der Gemeinschaft

  
22 Dezember 2015

Burundi. Anche il Parlamento adesso si oppone all'arrivo delle truppe di pace dell'Unione Africana

Ieri sera preghiera della comunità di Sant'Egidio: non dimenticare un Paese che sta rischiando di sprofondare nella guerra civile

 
druckversion

Il Parlamento del Burundi non ha autorizzato il dispiegamento sul suo territorio della missione dell'Unione Africana, che aveva annunciato l'invio di 5mila soldati con la funzione di peacekeeping. Per le autorità burundesi, se l'Ua si opporrà alla decisione del Burundi la missione verrà considerata «una forza d'invasione e di occupazione» e quindi «ci riserviamo il diritto di agire di conseguenza». Il Burundi «non è pronto ad accogliere queste forze dell'Ua sul suo territorio», ha detto il portavoce del presidente Pierre Nkurunziza, Jean-Claude Karerwa.
L'Unione Africana aveva dato quattro giorni a Bujumbura per accettare l'arrivo dei suoi uomini, ma le autorità locali avevano già fatto sapere che si sarebbero rifiutate. In mancanza di un accordo, sarà ora necessario un voto dei capi di Stato dell'organizzazione, con una maggioranza dei due terzi, per inviare comunque i militari nel Paese in preda al caos a causa delle proteste contro il presidente Pierre Nkurunziza.
«Il Burundi rischia di sprofondare in una guerra civile senza che molti se ne accorgano - ha sottolineato ieri anche la Comunità di Sant'Egidio in una nota -. Non si può ignorare la sorte di questo Paese africano che ha dimostrato, negli ultimi anni, la possibilità di una convivenza pacifica tra le etnie e i diversi partiti, nonostante il difficilissimo passato alle spalle
». Ieri sera la Comunità si è riunita a Roma a Santa Maria in Trastevere per una grande preghiera per la pace.


 LESEN SIE AUCH
• NACHRICHTEN
30 Januar 2018
BANGUI, ZENTRALAFRIKANISCHE REPUBLIK

Chantal, Elodie und andere – Geschichten von Kindern und anderen, die im DREAM-Programm der zentralafrikanischen Hauptstadt Bangui behandelt werden

IT | ES | DE | FR | CA | NL
25 Januar 2018
ROM, ITALIEN

Der Präsident der Zentralafrikanischen Republik Touadera in Sant’Egidio: Der Friedensprozess wird fortgesetzt, eine neue Phase der Entwaffnung beginnt

IT | ES | DE | FR | PT | CA | ID
15 Januar 2018

Frieden schaffen - die Diplomatie von Sant'Egidio' ist im Buchhandel - auf Italienisch und bald auch auf Deutsch

IT | ES | DE | PT
9 Januar 2018
BANGUI, ZENTRALAFRIKANISCHE REPUBLIK

Humanitäre Hilfe und Fortsetzung der Entwaffnung

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
1 Januar 2018
ROM, ITALIEN

Gruß und Ermutigung durch Papst Franziskus für die Teilnehmer der Kundgebungen „Friede auf der ganzen Erde”

IT | ES | DE | FR | PT | NL | HU
1 Januar 2018

Fortschritte auf dem Weg zum Frieden in Casamance: die Regierung von Senegal lässt zwei Gefangene frei

IT | DE | FR | PT | NL | HU
all news
• RELEASE
26 Februar 2018
Roma sette

Congo e Sud Sudan, Gnavi: «La liberazione ha il nome di Gesù»

23 Februar 2018
Domradio.de

"Wir können Frieden organisieren wie andere den Krieg"

22 Februar 2018
Famiglia Cristiana

La preghiera sia un urlo contro le guerre

21 Februar 2018
Vatican Insider

Sant’Egidio si unisce alla Giornata di digiuno per Congo e Sud Sudan indetta dal Papa

21 Februar 2018
SIR

Giornata preghiera e digiuno: Comunità di Sant’Egidio, adesione all’invito del Papa. Veglia nella basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma e in molte città italiane

7 Februar 2018
Vaticannews

“Fare pace”: la diplomazia della speranza cristiana di Sant’Egidio

alle pressemitteilungen
• GESCHEHEN
23 Januar 2018 | BARCELONA, SPANIEN

Semana de Oración por la Unidad de los Cristianos

ALLE SITZUNGEN DES GEBETS FÜR DEN FRIEDEN
• DOKUMENTE

''Entente de Sant'Egidio'': Political Agreement for Peace in the Central African Republic

Libya: The humanitarian agreement for the region of Fezzan, signed at Sant'Egidio on June 16th 2016 (Arabic text)

alle dokumente