change language
sie sind in: home - pressearchiv newsletterkontaktlink

Unterstützung der Gemeinschaft

  
26 Januar 2018

«Il dolore è lingua che accomuna»

Monsignor Paglia: sono gli anziani a volte i più disponibili ad aiutare i profughi. La città del noi

 
druckversion

«Le nostre città rischiano di essere costruite, guidate e passivamente accolte come città che escludono chi ha più bisogno. Non sono città per bambini, non sono città per anziani, non sono città per chi è debole». Monsignor Vincenza Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, parla in generale ma Padova, che ieri ha accolto il convegno “La città del Noi”, organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, non fa eccezione. «Vivere insieme tra diversi è una delle grandi sfide da raccogliere» dice Paglia, e Sant’Egidio ci sta provando mettendo i più fragili l’uno accanto all’altro, per renderli insieme più forti.
«Durante l’emergenza profughi» racconta Alessandra Coin, della Comunità di Sant’Egidio di Padova «molti anziani hanno offerto ospitalità, mostrando più comprensione dei giovani per la tragedia che continua a consumarsi nei nostri mari. Forse il ricordo della guerra, forse l’aver vissuto molte difficoltà, forse la sofferenza e le disavventure li hanno resi più sensibili, spingendoli ad un gesto di grande umanità. Questi ragazzi finiscono spesso per essere un capro espiatorio di paure e tensioni, oppure strumentalizzati per raccogliere consenso in politica. I nonni li hanno accolti, vedendo in loro solo persone bisognose. Quando si parlano, profughi e anziani, non trovano una lingua comune, ma questo non impedisce loro di comunicare: condividono storie di sofferenza, emarginazione, povertà. Gli anziani aiutano i rifugiati non solo a imparare l’italiano, ma a diventare nuovi europei».
L’incontro, a cui hanno partecipato anche il direttore della Fondazione Zancan, Tiziano Vecchiato, il demografo Gianpiero Dalla Zuanna, lo scrittore Fulvio Ervas e lo psicoanalista Lugi Zoja è stato coordinato da Mirko Sossai, della Comunità di Sant’Egidio. «Nel 2015» ha spiegato «abbiamo iniziato un percorso, con la convinzione che Padova fosse cambiata, e avesse bisogno di nuovi occhi per comprenderla e nuove mappe per orientarsi. Servono spazi di confronto e di dialogo, ed una risposta corale che metta insieme tutte le voci: degli italiani, dei nuovi italiani e dei nuovi europei. Padova può essere un modello, soprattutto se saprà cogliere la sua vocazione di città accogliente e solidale. Abbiamo un sogno: una Padova dove giovani e anziani possono vivere insieme».


 LESEN SIE AUCH
• NACHRICHTEN
5 Februar 2018

In Würde leben und sterben bedeutet vor allem, niemanden allein zu lassen

18 Januar 2018

Alte Menschen, Sant’Egidio: Einrichtung eines Ministeriums für Einsamkeit in Großbritannien ist ein Alarmsignal

IT | EN | ES | DE
18 Dezember 2017

Internationaler Tag der Migranten – für eine Kultur des Dialogs, der Gastfreundschaft und der Inklusion

IT | ES | DE | FR | CA
22 November 2017
OUAGADOUGOU, BURKINA FASO

Ein neues Zuhause für alte Menschen – für Marie und Angele beginnt ein neues Leben

IT | ES | DE | NL | ID
22 November 2017

Auch in Belgien werden humanitäre Korridore für die Flüchtlinge eingerichtet

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
7 November 2017
BANGLADESCH

Die ersten Hilfslieferungen von Sant’Egidio für die Rohingyaflüchtlinge in den Lagern in Bangladesch

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
all news
• RELEASE
13 März 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

21 Februar 2018
OnuItalia

Rohingya: la crisi nei colloqui di Sant’Egidio con la premier del Bangladesh

18 Februar 2018
Il Mattino di Padova

La memoria è un presidio di umanità contro l’indifferenza

14 Februar 2018

Der Weg bleibt beschwerlich

7 Februar 2018
Avvenire

L'Italia già «casa comune». Anziani e badanti, la forza di un abbraccio di debolezze

30 Januar 2018
La Vanguardia

Treinta sirios llegan a Italia con los llamados "corredores humanitarios"

alle pressemitteilungen
• GESCHEHEN
25 Januar 2018 | PADUA, ITALIEN

Convegno ''La città del noi, una proposta per Padova''

ALLE SITZUNGEN DES GEBETS FÜR DEN FRIEDEN
• KEINE TODESSTRAFE
10 Oktober 2017

On 15th World Day Against the Death Penalty let us visit the poorest convicts in Africa

7 Oktober 2015
VEREINIGTE STAATEN

The World Coalition Against the Death Penalty - XIII world day against the death penalty

5 Oktober 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

24 September 2015

Pope Francis calls on Congress to end the death penalty. "Every life is sacred", he said

12 März 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

12 März 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

9 März 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 März 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 März 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

28 Februar 2015
VEREINIGTE STAATEN

13 Ways Of Looking At The Death Penalty

15 Februar 2015

Archbishop Chaput applauds Penn. governor for halt to death penalty

11 Dezember 2014
MADAGASKAR

C’est désormais officiel: Madagascar vient d’abolir la peine de mort!

gehen keine todesstrafe
• DOKUMENTE
Comunità di Sant'Egidio

Scheda del programma Viva gli Anziani (Giugno 2017)

Comunità di Sant'Egidio

Progetto ''Una città per gli anziani, una città per tutti''

Alcuni dati: il numero di anziani soli in Italia

Alcuni dati: popolazione anziana nel mondo

I dati del programma Viva gli Anziani!

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

alle dokumente