change language
you are in: home - press review newslettercontact uslink

Support the Community

  
February 21 2016

La storia. Il migrante ha raccontato agli studenti di Parma la sua odissea.

Dawood, dall'Afghanistan con il sogno della libertà

«Ho visto annegare il mio amico Ali e ho viaggiato un anno per arrivare in Italia. Ma adesso è questo il mio Paese»

 
printable version

Non può dimenticare la voce di Ali, Dawood. Il grido di aiuto di quell'amico caduto in mare: dura un minuto, l'invocazione. Poi il silenzio. Solo il rumore delle onde. E non può nemmeno scordare, Dawood, quel confine lontano disseminato di mine e scheletri. Le cose che nessuno dovrebbe mai incontrare, lui le ha viste.
Eppure ieri, ospite dell'incontro organizzato dai Giovani per la pace della comunità di Sant'Egidio al cinema Astra, ha parlato del coraggio della speranza. Proprio nel giorno in cui ha compiuto 31 anni.
Lui, Dawood Yousefi, afgano, ha lasciato il suo paese che non aveva ancora 17 anni e dopo un'odissea durata un anno è arrivato in Italia. Vive a Roma, lavora nel campo del sociale. E, davanti a una platea di circa 400 studenti delle scuole superiori, non ha esitato un attimo a raccontare il suo lungo viaggio da migrante.
«In Afghanistan -inizia - andavo a scuola e facevo volontariato nella Croce rossa internazionale, cosa che non era ben vista dai talebani. Sono stato minacciato più volte. Quando alcuni miei amici sono stati uccisi ho deciso di scappare».
Dall'Afghanistan all'Iran e qui, al confine con la Turchia, resta bloccato insieme a tante altre persone: «Avevamo soldati davanti e dietro, non potevamo muoverci. Mangiavamo foglie ed erbe. C'erano scheletri di persone e animali. Alla fine, in 120, siamo riusciti ad andare pagando alcuni militari che ci hanno detto dove passare per non finire sulle mine».
A Istanbul i trafficanti li tengono in una casa: se non pagavi non potevi andare avanti. Dawood riesce a proseguire il suo viaggio: compra un gommone e con quattro amici affronta il mare. E' lì che si consuma la tragedia: le acque sono molto mosse, ne restano in balia per ore. Uno di loro, Ali, cade: «Per un minuto abbiamo sentito la sua richiesta d'aiuto. Poi il silenzio». Con quello stesso cellulare che conserva ancora oggi, Dawood invia un sms alla guardia costiera greca: così lui e i tre amici superstiti si mettono in salvo. Ma in Grecia non può restare: si imbarca al porto di Patrasso, attaccato sotto un camion, e giunge a Bari.
Poi l'arrivo a Roma, dove per tre mesi vive nella stazione Ostiense: lì incontra gli uomini della comunità di Sant'Egidio, inizia a frequentare la loro scuola di italiano. E' la svolta. «La sofferenza mi ha fatto crescere. I sogni mi hanno dato la forza di andare avanti». 12 mila dollari gli è costato il viaggio, supportato da uno zio che vive in Australia: «Quando parti non sai dove arriverai, vuoi solo salvarti la vita».
La famiglia non la vede da 14 anni: «Mi manca il mio paese ma non tornerei a viverci. Mi sento italiano. E a chi arriva dico dí imparare la lingua perché è così che si entra in contatto». Poi il resto lo fa il cuore: «Perché è da lì che vengono le cose belle».


 ALSO READ
• NEWS
June 20 2017

World Refugee Day: a story that shows the road of hope #WithRefugees #FaithOverFear

IT | EN | ES | FR | ID
June 19 2017

World Refugee Day 2017. Ecumenical statement: to go beyond the fear of foreigners

IT | EN | ES | DE
April 22 2017
ROME, ITALY

Pope Francis' prayer in memory of the martyrs of our time. Photogallery of the visit

IT | EN | ES | DE | FR | PT | HU
April 22 2017
ROME, ITALY

Pope Francis in the basilica St. Bartholomew prays with the Community of Sant'Egidio in memory of the New Martyrs

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
March 14 2017
PARIS, FRANCE

Humanitarian corridors for refugees in France are now open, the agreement was signed at the Elysee

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU | PL | HU
March 6 2017
PRINCETON, UNITED STATES

Seeking Refuge: Faith-Based Approaches to Forced Migration in a conference at University of Princeton

IT | EN | ES | DE | NL
all news
• PRINT
February 24 2018
La Repubblica - Ed. Roma

Roma, Burian: arriva il gelo dalla Siberia. "Subito più letti per i clochard”

February 18 2018
Avvenire

Le voci del volontariato: Ciani e Visini candidati di Cs

February 5 2018
SIR

Immigrazione: Comunità Sant’Egidio, oggi anche la ministra Fedeli alla consegna dei diplomi per mediatori interculturali

February 3 2018
La Repubblica - Ed. Roma

Roma, Sant'Egidio: messa in memoria Modesta, clochard morta perché troppo sporca

February 2 2018
SIR

Senza dimora: Comunità Sant’Egidio, domenica memoria di Modesta Valenti nella basilica di Santa Maria in Trastevere

February 1 2018
La Stampa

Quelle brandine nella chiesa con gli angeli di Bernini

all press releases
• EVENTI
October 30 2017

Presentazione del libro Alla Scuola della Pace. Educare i bambini in un mondo globale

ALL MEETINGS OF PRAYER FOR PEACE
• NO DEATH PENALTY
October 10 2017

On 15th World Day Against the Death Penalty let us visit the poorest convicts in Africa

October 7 2015
UNITED STATES

The World Coalition Against the Death Penalty - XIII world day against the death penalty

October 5 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

September 24 2015

Pope Francis calls on Congress to end the death penalty. "Every life is sacred", he said

March 12 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

March 12 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

March 9 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

March 9 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

March 9 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

February 28 2015
UNITED STATES

13 Ways Of Looking At The Death Penalty

February 15 2015

Archbishop Chaput applauds Penn. governor for halt to death penalty

December 11 2014
MADAGASCAR

C’est désormais officiel: Madagascar vient d’abolir la peine de mort!

go to no death penalty
• DOCUMENTS

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

Le persone senza dimora a Roma

all documents