change language
usted está en: home - selecciÓn de prensa newslettercómo contactarnoslink

Ayuda a la Comunidad

  
11 Septiembre 2013

LA VERA ANIMA (PATERNA E MATERNA) DELLA SCUOLA

Il maestro come un padre per trasmettere una visione

 
versión para imprimir

Un detto urdu, diffuso in India e in Pakistan, ricorda che ognuno ha due padri, il genitore biologico e il proprio maestro. Mentre le scuole, in questi giorni, riaprono le loro porte, risulta utile riflettere su tale paternità "didattica". Nei prossimi nove mesi i docenti italiani, uomini e donne, saranno chiamati a un lavoro fatto di professionalità e competenze, ma anche a esercitare con serietà e passione quella paternità e maternità di cui centinaia di migliaia di ragazzi e di ragazze sono assetati, più di quanto possa sembrare all`occhio distratto di chi li guarda con superficialità. La scuola ha un`anima paterna e materna. Non è solo un coacervo di scadenze e di problemi. Non si muove soltanto su un orizzonte segnato dalle risorse che mancano. Così ha descritto il proprio impatto con la sua prima classe un "prof" famoso come Eraldo Affinati: «I ragazzi devono percepire che sei davvero interessato a loro. I nostri padri avrebbero usato un`espressione molto più semplice che quasi ci vergogniamo a pronunciare: devono capire che gli vuoi bene». In un`epoca di "passioni tristi", come è stata efficacemente definita qualche anno fa, è una strada da percorrere per non rinunciare a incidere sulla realtà che viviamo.
Bisogna incidere sulla realtà: la scuola può e deve farlo. Anche perché ci si misura sempre più con giovani adolescenti angosciati per la loro vita e per il loro futuro. E come scriveva il teologo ortodosso, Olivier Clément: «L`angoscia dell`adolescente diventa insopportabile solo quando è raggiunta e moltiplicata da quella di una civiltà». La scuola non è solo una lista di rivendicazioni, pur in molti casi legittime. Dovrebbe anche far sognare. È l`idea che una generazione debba servire a porre le basi per costruire quella successiva. È vero che tanti insegnanti sono demotivati (e i loro stipendi spesso non sono all`altezza del loro valore).
Come è vero che tanti ragazzi hanno difficoltà. Ma le scarse risorse (da ieri un po` meno scarse, anche se non per tutti) che sono in mano alla scuola dovrebbero essere impegnate anche per costruire il futuro e non solo per mettere qualche toppa al presente, in una logica perennemente emergenziale. Come scriveva don Milani in "Lettera a una professoressa", se «il maestro dà al ragazzo tutto quello che crede, ama, spera, il ragazzo crescendo ci aggiunge qualcosa e così l`umanità va avanti». Gli operatori della scuola, a partire dagli insegnanti, hanno un grande potere e non vanno lasciati soli. Chi è coinvolto, a diverso titolo, nella grande macchina dell`educazione deve riprenderne coscienza. E la politica, insieme a tutta la società civile, deve accompagnare questo processo. È la riaffermazione che tutti noi, ma in modo particolare chi è dentro la scuola, ha il potere di trasformare la realtà. Un potere a cui ci richiama la giovanissima Malala Yousafzai, ragazza ferita dai taleban proprio perché lottava per il diritto all`istruzione: «Un bambino, un maestro, una penna e un libro possono fare la differenza e cambiare il mondo. ffistruzione è la sola soluzione ai mali del mondo». Per tutti, ma oggi in modo rinnovato per i cristiani, è il potere della speranza. Quello che - ne è convinto papa Francesco - muove il cuore dei giovani: «Quando mi dicono: "Ma, Padre, che brutti tempi questi... non si può fare niente!". Come, non si può fare niente? E spiego che si può fare tanto! Un ragazzo, una ragazza faranno quello che possono, ma vivono la scommessa di cose grandi e belle». Ai ragazzi, dice il Papa, non può essere tolta la speranza. Ma anche un adulto può accedere a quel "potere" che trasforma la realtà. Per chi lavora nella scuola e si appresta ad aprire le porte delle classi è questo il momento dei progetti. Concreti ma non per questo aridi, praticabili ma legati a una visione. Troppi padri e madri, malati di rassegnazione, si accontentano che i propri figli siano tranquilli. Almeno in apparenza.
Gli insegnanti che li incontreranno possono offrire loro un`occasione importante per crescere accompagnandoli a conoscere la vita e il mondo, con le sue povertà e le sue bellezze, con le difficoltà del lavoro quotidiano e la gioia delle conquiste.


 LEA TAMBIÉN
• NOTICIAS
22 Diciembre 2017
ROMA, ITALIA

El papa Francisco recibe en audiencia a Andrea Riccardi. Los corredores humanitarios y la paz centran el encuentro

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID
21 Noviembre 2017
BARCELONA, ESPAÑA

Andrea Riccardi en la presentación del libro “PERIFERIAS” en Barcelona

IT | ES | CA
16 Noviembre 2017

Visita del presidente del parlamento austríaco Alexander Van der Bellen a la Comunidad de Sant'Egidio

IT | ES | DE | FR | HU
4 Octubre 2017

25 años de paz en Mozambique: historia de un país que sale de la guerra y de la pobreza

IT | EN | ES | DE | PT | ID
29 Septiembre 2017

El Domingo de la Palabra, la fiesta que pone la Biblia al centro. Introducción de Andrea Riccardi en vídeo

IT | EN | ES | DE | CA | NL
13 Septiembre 2017
OSNABRÜCK, ALEMANIA

El vídeo íntegro de la Ceremonia Final de Caminos de Paz 2017

IT | EN | ES | FR | NL
todas las noticias
• LIBERACIÓN
11 Febrero 2019
Vatican Insider

Riccardi: tra Italia e Vaticano c’è freddezza ma non rottura

22 Febrero 2018
Famiglia Cristiana

La preghiera sia un urlo contro le guerre

22 Febrero 2018
Br-Online

Interview mit Sant'Egidio Mitgründer Andrea Riccardi

21 Febrero 2018
Famiglia Cristiana

I 50 anni di Sant'Egidio. L'abbraccio.

21 Febrero 2018
Famiglia Cristiana

La rivoluzione dell'amore e della tenerezza, l'unica necessaria #santegidio50

20 Febrero 2018
L'Osservatore Romano

Matarella per il mezzo secolo di Sant’Egidio

todos los comunicados de prensa
• EVENTOS
3 Diciembre 2017

Incontro con Andrea Riccardi, oggi alle 12.15 e alle 20:30 a Soul, TV2000

TODAS LAS REUNIONES DE ORACIÓN POR la PAZ
• DOCUMENTOS

Andrea Riccardi - Oriente y Occidente - Diálogos de civilización

todos los documentos

FOTOS

1491 visitas

1504 visitas

1523 visitas

1534 visitas

1515 visitas
todos los medios de comunicación afines