change language
sei in: home - rassegna stampa newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
25 Marzo 2015

L'anniversario

Il vescovo Romero in Salvador il primo dei nuovi martiri

 
versione stampabile

Sono trascorsi 35 anni dall'assassinio di Oscar Arnulfo Romero, l'arcivescovo di San Salvador ucciso sull'altare dagli squadroni della morte il 24 marzo 1980. Un anniversario particolare quello di quest'anno, perché il prossimo 23 maggio monsignor Romero verrà proclamato beato, riconosciuto martire ucciso «in odio alla fede».
Secondo monsignor Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia e postulatore della causa di beatificazione, «non è senza significato che la beatificazione di monsignor Romero avvenga proprio mentre sulla cattedra di Pietro vi è, per la prima volta nella sua storia, un Papa latinoamericano che vuole una Chiesa "povera per i poveri"».
Il mondo è molto cambiato da quel 1980. Il Salvador non è più percorso dalla guerra, ma una violenza diffusa - quella delle marras, bande giovanili armate - continua a mietere vittime. Da questo paese periferico, visto dal nostro orizzonte, oggi si staglia la figura di un uomo mite, pastore, ucciso perchè aveva a cuore la pace e i poveri del suo popolo che troppo vedeva soffrire per la violenza.
In questi anni si sono alternate letture ideologiche che hanno distorto la comprensione vera di questa bella e complessa figura. Il lungo processo che ha portato alla sua beatificazione ci restituisce monsignor Romero per come è: un testimone della Chiesa del Concilio Vaticano II, che ha preso sul serio il Vangelo e non è scappato di fronte alle minacce e alla persecuzione.
Lo storico Roberto Morozzo della Rocca, autore della più completa biografia scritta su Romero, si è soffermato sul senso del martirio in Romero. Un tema al centro della sua vita spirituale, sul quale l'arcivescovo aveva molto riflettuto, a partire dalla morte di molti preti e catechisti della sua Chiesa. Scriveva Romero: «Dare la vita non significa solo essere uccisi. Dare la vita, avere spirito di martirio, è dare la vita nel dovere, nel silenzio della vita quotidiana, come la dà una madre che, senza timore, fa crescere con affetto suo figlio».
Potremmo essere tentati di pensare che la storia di monsignor Romero appartenga al passato. Le sue parole risuonano forti. Anzi forse oggi le comprendiamo meglio. Mai come prima tanti cristiani soffrono e vengono uccisi solo per il fatto di essere cristiani: in Siria, Iraq, Nigeria, Pakistan e in altri contesti di persecuzione. Eppure quanta indifferenza di fronte a questo che è un vero dramma del nostro tempo. Papa Francesco ha affermato: «Oggi ci sono più testimoni, più martiri nella Chiesa che nei primi secoli... pensiamo ai nostri fratelli che vivono perseguitati, che soffrono e che con il loro sangue fanno crescere il seme di tante Chiese piccole che nascono».
In quest'anniversario della morte di Romero, illuminato dalla sua prossima beatificazione, vogliamo custodire la testimonianza di quest'uomo mite, cristiano semplice e autentico. Con lui vorremmo anche ricordare la testimonianza spesso silenziosa e a noi non conosciuta di tanti altri che, martiri, continuano a dare la vita per il Vangelo.
La Comunità di Sant'Egidio li ricorderà tutti oggi, 25 marzo, a Padova nella Chiesa dell'Immacolata alle 18.30 una di preghiera in memoria dei martiri del vangelo presieduta da padre Enzo Poiana, rettore della Basilica del Santo. 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
2 Febbraio 2018

Dall'Argentina al Santuario dei martiri di San Bartolomeo, le memorie dei religiosi uccisi nel 1976

IT | ES | FR
22 Gennaio 2018

Una settimana di eventi per la non violenza e l'inclusione. Per dire no all'intolleranza e il razzismo

12 Gennaio 2018

È online il nuovo sito della Basilica di San Bartolomeo all'Isola, santuario dei nuovi martiri del XX e XXI secolo

15 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

Preghiera in memoria di Annalena Tonelli: oggi la consegna della sua agenda al memoriale dei nuovi martiri a San Bartolomeo all'Isola

28 Settembre 2011

El Salvador - A La Herradura, un' area rurale priva di presidi sanitari, una “Giornata della Salute” per i bambini adottati a distanza

IT | ES | DE | FR | CA | NL
27 Giugno 2011

Contro la violenza, il sostegno delle adozioni a distanza ai giovani del Salvador

IT | EN | ES | DE | FR | NL
tutte le news
• STAMPA
11 Febbraio 2019
Vatican Insider

Riccardi: tra Italia e Vaticano c’è freddezza ma non rottura

18 Febbraio 2018
Il Mattino di Padova

La memoria è un presidio di umanità contro l’indifferenza

6 Febbraio 2018
Giornale di Sicilia

«Ma l'integrazione da noi è possibile»

2 Febbraio 2018
Roma sette

A San Bartolomeo all’Isola le memorie dei pallottini assassinati in Argentina nel ’76

30 Gennaio 2018
La Vanguardia

Treinta sirios llegan a Italia con los llamados "corredores humanitarios"

30 Gennaio 2018
Avvenire

Corridoi umanitari. Italia, Francia, Belgio, Andorra: l'Europa che accoglie i siriani

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
25 Gennaio 2018 | PADOVA, ITALIA

Convegno ''La città del noi, una proposta per Padova''

1 Gennaio 2018 | SAN SALVADOR, EL SALVADOR

Pace in tutte le terre a San Salvador

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Omelia di S.E. Paul R. Gallagher per la commemorazione dei martiri contemporanei

Lista martiri ricordati alla veglia di preghiera della settimana Santa 2015

Intervento di Jaime Aguilar, della Comunità di Sant'Egidio di San Salvador

Saluto del Presidente Mario Monti

L'omelia di mons. Matteo Zuppi

tutti i documenti
• LIBRI

Martiri d'Albania (1945-1990)





La Scuola
tutti i libri

FOTO

248 visite

217 visite

212 visite

243 visite

129 visite
tutta i media correlati