change language
sei in: home - rassegna stampa newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
24 Agosto 2017

L'emergenza

Diecimila abusivi in 76 palazzi occupati: la mappa del disagio

Tendopoli da piazza del Popolo alle periferie. Allarme di Sant'Egidio: "La situazione è esplosiva"

 
versione stampabile

Oltre 800 tra eritrei ed etiopi in via Curtatone. Quasi 800 tra eritrei e sudanesi in via Collatina, 150 persone tra i quali molti somali in via Santa Croce in Gerusalemme.
La comunità di 
Sant'Egidio, da anni impegnata nell'emergenza immigrazione, assicura che in tutti questi casi si tratta di rifugiati e richiedenti asilo, dunque di regolari, che a buon diritto possono vivere in Italia. Eppure per loro lo status di profugo si traduce in occupazioni autogestite, in pieno centro storico o anche ai margini della città, unica alternativa alla strada.
«Sono persone uscite dai percorsi dell'accoglienza - spiega Daniela Pompei, responsabile del settore immigrazione di 
Sant'Egidio - Dopo l'avvenuto riconoscimento dell'asilo politico, il nostro sistema di accoglienza prevede altri sei mesi di assistenza in un centro, che significano vitto, alloggio, scuola, borsa lavoro. I sei mesi possono essere prorogati di altri sei mesi se il profugo ha in corso uno stage o un  percorso di inserimento nel lavoro. Poi finisce tutto. E il rifugiato condivide con  gli altri senza casa, italiani o immigrati, la mancanza di un tetto, perché il tema dell'alloggio è il nodo più grosso a Roma».
Dunque le occupazioni, che il più delle volte mettono insieme le disperazioni di provenienza diversa, convogliate nel grande fiume dei movimenti dei senza casa. La questura ha contato 76 occupazioni abusive, intorno alle quali ruotano circa 10mila persone. Un problema sociale prima che di ordine pubblico, che però può scatenare violenti scontri tra gruppi sociali dove le tensioni e i disagi sono più forti. «Queste persone - continua Pompei - si portano dietro fragilità di vario tipo, magari lavorano, ma senza guadagnare abbastanza per pagare una casa, oppure hanno perso il lavoro e hanno dovuto abbandonare il loro alloggio. Molti hanno tentato di raggiungere il nord Europa, dove c'è un sistema di accoglienza che funziona, ma sono stati rimandati indietro a causa del trattato di Dublino. Questo trattato stabilisce che sia la nazione di prima accoglienza a gestire i profughi, nonostante la loro meta sia altrove».


 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Febbraio 2018

Mediatori interculturali, fattore di integrazione in una società plurale: oggi consegna dei diplomi

IT | ID
30 Gennaio 2018
PARIGI, FRANCIA

Bienvenue! L'arrivo a Parigi di 40 profughi siriani grazie ai corridoi umanitari

IT | ES | DE | FR | CA | ID
22 Gennaio 2018

Una settimana di eventi per la non violenza e l'inclusione. Per dire no all'intolleranza e il razzismo

15 Gennaio 2018

Papa Francesco traccia la differenza tra immigrazione e invasione: il commento di Andrea Riccardi sul Corriere della Sera

13 Gennaio 2018

Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati: il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018

28 Novembre 2017

Profughi, corridoi umanitari: giovedì il primo arrivo dall'Africa

IT | ES | CA
tutte le news
• STAMPA
24 Febbraio 2018
La Repubblica - Ed. Roma

Roma, Burian: arriva il gelo dalla Siberia. "Subito più letti per i clochard”

18 Febbraio 2018
Avvenire

Le voci del volontariato: Ciani e Visini candidati di Cs

8 Febbraio 2018
SIR

Migrazioni: Pompei (Comunità Sant’Egidio), “nuove modalità di ingresso in Italia più flessibili ed efficienti”

5 Febbraio 2018
SIR

Immigrazione: Comunità Sant’Egidio, oggi anche la ministra Fedeli alla consegna dei diplomi per mediatori interculturali

3 Febbraio 2018
La Repubblica - Ed. Roma

Roma, Sant'Egidio: messa in memoria Modesta, clochard morta perché troppo sporca

2 Febbraio 2018
SIR

Senza dimora: Comunità Sant’Egidio, domenica memoria di Modesta Valenti nella basilica di Santa Maria in Trastevere

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI
Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

Le persone senza dimora a Roma

tutti i documenti

FOTO

286 visite
tutta i media correlati