change language
sei in: home - rassegna stampa newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

La Voce

17 Ottobre 2017

25 anni di azione in solidarietà

L'associazione Amare celebra l'anniversario con un convegno sui temi dell'integrazione."Troppo spesso - ha detto Mario Marazziti - si collega la violenza agli stranieri, dimenticando che è la marginalità che fa commettere reati, non la nazionalità o la religione"

 
versione stampabile

L'Associazione malattie renali - Amare - ha festeggiato l'importante traguardo dei venticinque anni di attività con un convegno sui temi della solidarietà e dell'integrazione.
Sabato pomeriggio nella sala consiliare del municipio tifernate, la conversazione è stata guidata dall'on. Walter Verini che, dopo i saluti iniziali da parte dei rappresentanti dell'associazione, ha chiesto al Sindaco di Città di Castello di tracciare un quadro sul livello di integrazione in città. "Sul nostro territorio - ha detto Bacchetta - c'è una grande presenza di associazioni, cui l'Amministrazione si affianca nell'affrontare progetti di integrazione e convivenza in un clima di collaborativa serenità, anche in questo periodo in cui il fenomeno migratorio mette a dura prova le istituzioni e la società intera".

Al convegno era presente anche Elhaouzi Mohamed, rappresentante e portavoce del Centro culturale islamico di Città di Castello, che ha espresso il punto di vista della comunità che rappresenta: "Migrare - ha detto - è un passo lungo verso una nuova terra, una nuova cultura, un passo fatto forzatamente. L'integrazione non è semplice perché non è semplice sentirsi a casa nel nuovo Paese. Lo sforzo di integrazione richiede l'impegno delle parti, nel rispetto della legge e delle tradizioni, anche se non condivise".
Il vescovo Domenico Cancian, cui è stata chiesta una nota sullo stato di salute della coesione diocesana, ha invitato a non far prevalere la complessità della situazione attuale sulla partecipazione emotiva e concreta tipica dell'atteggiamento di idealità che indica l'orizzonte da percorrere. "Concretamente - ha affermato Cancian - bisognerebbe dire dei no alla violenza, alla xenofobia, all'illegalità, all'abbandono dei fratelli in difficoltà". In diocesi sono molte le realtà attive sul fronte dell'accoglienza, e molti sono gli esempi di missionari, anche laici, che mostrano una sensibilità concreta in tal senso.
Presente all'evento anche Mario Marazziti, presidente della commissione Affari sociali della Camera ed ex portavoce della Comunità di Sant'Egidio. "La paura che oggi caratterizza lo stato d'animo di molti cittadini - ha sottolineato nel suo intervento - è scollegata dalla realtà, ma proporzionale ai titoli dei giornali e dei notiziari. Troppo spesso si collega la violenza agli stranieri, dimenticando che è la marginalità che fa commettere reati, non la nazionalità o la religione. Il problema è dunque la condizione a margine in cui vivono le persone. La soluzione sta nei passi, come quelli relativi alla legge sulla cittadinanza, che permettono di eludere il limbo della marginalità, promuovendo una vera e proficua integrazione"
.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Febbraio 2018

Mediatori interculturali, fattore di integrazione in una società plurale: oggi consegna dei diplomi

IT | ID
30 Gennaio 2018
PARIGI, FRANCIA

Bienvenue! L'arrivo a Parigi di 40 profughi siriani grazie ai corridoi umanitari

IT | ES | DE | FR | CA | ID
15 Gennaio 2018

Papa Francesco traccia la differenza tra immigrazione e invasione: il commento di Andrea Riccardi sul Corriere della Sera

13 Gennaio 2018

Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati: il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018

28 Novembre 2017

Profughi, corridoi umanitari: giovedì il primo arrivo dall'Africa

IT | ES | CA
25 Novembre 2017
PARIGI, FRANCIA

Nuovi arrivi in Francia con i #corridoiumanitari! Ieri accolte 5 famiglie dalla Siria

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
tutte le news
• STAMPA
8 Febbraio 2018
SIR

Migrazioni: Pompei (Comunità Sant’Egidio), “nuove modalità di ingresso in Italia più flessibili ed efficienti”

26 Gennaio 2018
Il Mattino di Padova

«Il dolore è lingua che accomuna»

30 Novembre 2017
Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Europa e giovani migranti, il futuro va creato in Africa

29 Novembre 2017
SIR

Pena di morte. Impagliazzo (Comunità Sant’Egidio), “difendere la vita di un condannato è difendere la vita di tutti”

29 Novembre 2017
Notizie Italia News

Per un mondo senza pena di morte. #PENADIMORTEMAI

28 Novembre 2017
Radio Vaticana

Sant'Egidio: tutelare la vita di un condannato è difendere la vita di tutti

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI
Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Il grande viaggio





Leonardo International
tutti i libri

VIDEO FOTO
14:27
Martin Schulz incontra i rifugiati a Sant'Egidio

1775 visite

498 visite

1518 visite

483 visite

1528 visite
tutta i media correlati