change language
sei in: home - rassegna stampa newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
27 Settembre 2009

“Voglio vivere su questa terra”: Ceija Stojka

 
versione stampabile

Prima travolta dalla tragedia della Shoah, Cracovia, dove si è svolto nei giorni scorsi il grande incontro internazionale della Comunità di Sant’Egidio ‘Uomini e religioni’, nel segno dello ‘Spirito di Assisi’, oggi rappresenta per rabbi David Rosen “il trionfo della speranza e dell’umanesimo religioso, soprattutto nella persona di Giovanni Paolo II, che è stato il grande eroe non solo della riconciliazione tra ebrei e cristiani, ma del dialogo interreligioso in generale”. Lo ‘Spirito di Assisi, inaugurato nel 1986 da Giovanni Paolo II ha aperto grandi prospettive di speranza ed inedite energie di pace, ponendo gli uni accanto agli altri uomini e donne di fedi diverse nella comune dissociazione dalla violenza. Raccolto e diffuso dalla Comunità di Sant’Egidio lungo nuove tappe (Firenze nel ’95), quello spirito ha dato vita al pellegrinaggio annuale di tanti credenti ogni volta in un luogo diverso, fino a Cracovia. Sono passati 70 anni dall’inizio della seconda guerra mondiale e 20 dal 1989 che, con il crollo del muro di Berlino, dissolse la cortina di ferro, mise fine ai regime dittatoriali, aprendo il mondo a nuove speranze che sono state concretizzate anche quando il freddo del terrorismo e della guerra preventiva sembravano assumere il timone della storia. Lo spirito di Assisi non si è  fermato e anche da Cracovia e da quell’abisso creato sulla terra che è stato il lager di Auschwitz-Birkenau ha lanciato il suo messaggio. “Avevamo la cenere sulla bocca”: bisogna sentire il grido delle vittime di Auschwitz, sempre, come anche dalla voce mite di una donna Rom, Ceija Stojka, scampata alla morte prima a Ravensbruck, poi nel lager costruito dai tedeschi in Polonia, quindi a Bergen-Belsen.  Ha portato la sua voce dove i nazisti hanno cercato di rubarle la vita, davanti ai leader religiosi e a una grande folla di pellegrini (70 dalla Toscana), venuti a rendere omaggio alle vittime, come quel bambino che Ceija ha ricordato: “Qui ad Auschwitz eravamo ebrei e zingari ed eravamo mischiati sempre insieme. C’erano uomini di tutto il mondo e si parlavano tutte le lingue del mondo, ma c’era soprattutto l’odio della morte. C’eravamo anche noi bambini, pensati per la soluzione  finale, come un piccolo che aveva quattro anni e che aveva perso qualcosa: fu messo davanti a un muro e ucciso”. “Bisogna aprire le porte e le finestre per vivere davvero nella pace – ha concluso Ceija Stojka - Io voglio continuare a vivere su questa terra”. L’editrice fiorentina Giuntina ha pubblicato il suo libro ‘Forse sogno di vivere’ che aiuta a ricordare come al popolo di zingari che ha subito il genocidio insieme agli ebrei, si deve amore e rispetto.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Febbraio 2018

Gli auguri del pastore valdese Bernardini per i 50 anni di Sant'Egidio: continuiamo insieme per la pace, la giustizia, i corridoi umanitari

IT | HU
31 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

La Comunità di Sant’Egidio ricorda il prof. Joachim Gnilka scomparso a Monaco all’età di 90 anni.

IT | DE
28 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

'Il piatto più buono è quelllo dell'amicizia': lo offre Sant'Egidio a tanti amici nelle periferie di Monaco di Baviera

IT | DE
24 Gennaio 2018
ROMA, ITALIA

'La potenza della Chiesa di Gesù è una forza disarmata che ferma il male' La predicazione del pastore Paolo Ricca per la Settimana dell'Unità tra i cristiani

IT | FR | HU
24 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

La Chiesa è il popolo dell'attesa. Meditazione del pastore valdese Paolo Ricca

13 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

Vaccini antinfluenzali: Sant'Egidio e Federazione Medici realizzano campagna per 4 mila soggetti fragili

tutte le news
• STAMPA
26 Febbraio 2018
Roma sette

Congo e Sud Sudan, Gnavi: «La liberazione ha il nome di Gesù»

23 Febbraio 2018
Domradio.de

"Wir können Frieden organisieren wie andere den Krieg"

22 Febbraio 2018
Famiglia Cristiana

La preghiera sia un urlo contro le guerre

21 Febbraio 2018
SIR

Giornata preghiera e digiuno: Comunità di Sant’Egidio, adesione all’invito del Papa. Veglia nella basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma e in molte città italiane

10 Febbraio 2018
SIR

50° Sant’Egidio: Gentiloni (presidente del Consiglio), “dalla condizione dei più deboli si misura il benessere autentico di una società”

10 Febbraio 2018
Il Sole 24 ore

Migranti, Gentiloni: sbagliato promettere fine dei flussi

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

ASSISI 2016 - il programma in pdf

Preghiera per Elard Alumando

Ahmad Al Tayyeb - Oriente e Occidente - Dialoghi di civiltà - Parigi 2016

tutti i documenti
• LIBRI

''Una giornata particolare''





Tau Editrice

La Parola di Dio ogni giorno 2018





San Paolo
tutti i libri