change language
você está em: home - os livro...t'egidio newsletterlink

Support the Community

  

Martiri d'Albania (1945-1990)


2016 |
La Scuola
 
versão para impressão

Due sconvolgenti testimonianze sulla persecuzione contro i cristiani nell’Albania comunista raccontata direttamente da due sopravvissuti. I protagonisti, padre Anton Luli e Gjovalin Zezaj, hanno trascorso gran parte della loro vita nel «paradiso» socialista dell’Albania di Enver Hoxha. Personaggi assai diversi –il primo prete gesuita, il secondo giovanissimo attivista politico anticomunista- sono uniti da un’esperienza comune: il rifiuto di abiurare la loro fede nell’unico Stato europeo in cui fosse proibita per legge ogni forma di credo religioso. Le loro storie sono un viaggio nell’universo concentrazionario del piccolo paese balcanico dove erano incarcerati decine di migliaia di prigionieri politici. La fede religiosa, nell’Albania del dopoguerra, era considerata uno dei nemici principali della costruzione dello Stato nazional-comunista. Per questo chi la professava, fino al 1967, fu considerato un rivale politico, dunque da eliminare. Dal 1967 in poi, la dittatura comunista fece il passo che nessun altro regime della stessa ideologia aveva osato compiere: abolì, per legge, tutte le religioni. Da quel momento, qualsiasi richiamo a un credo religioso, anche il più semplice come il segno della croce, era considerato un reato punibile con il carcere.

Anton Luli, dal 1946, combatté tutta la vita per cercare di fare il prete. Gjovalin Zezaj fu portato in carcere, e torturato, a soli diciassette anni per aver distribuito volantini anticomunisti nell’imminenza delle elezioni del 2 dicembre 1945, celebrate senza voto segreto. Tutta la loro esistenza è stata segnata dalla sofferenza inferta da uno Stato che considerava nemici queste due persone molto miti. In realtà sono stati due cristiani, come anche altri, che hanno voluto caparbiamente vivere la loro fede in piena libertà.

 LEIA TAMBÉM
• NOTÍCIA
3 Junho 2011

Rome: In the Basilica of San Bartolomeo, the delivery of the stole of Ragheed Aziz Ganni, Chaldean priest killed in Mosul in Iraq

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL
11 Abril 2011

Children sponsorships in Maleçai (Albania)

IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | RU
todas as notícias
• IMPRIMIR
2 Fevereiro 2018
Roma sette

A San Bartolomeo all’Isola le memorie dei pallottini assassinati in Argentina nel ’76

27 Novembro 2017
SIR

Sant’Egidio: veglia di preghiera a San Bartolomeo per suor Veronika Theresia

10 Agosto 2017
Famiglia Cristiana

L'ultimo regalo di padre Jacques: ricordarci che l'estate è un tempo in cui sentire l'invito di Dio a prendersi cura del mondo

2 Agosto 2017
News.va

"Roma: la Chiesa nella Città". San Bartolomeo all'Isola: al centro di Roma è al centro il Martirio - Parla don Angelo Romano

26 Julho 2017
Avvenire

Francesco: padre Jacques fa parte dei martiri

26 Julho 2017
Paris Normandie

Portrait du père Jacques Hamel, un héros si discret

todos os press releases
• DOCUMENTOS

La homilía de mons. Matteo Zuppi

todos os documentos

FOTOS

509 visitas

333 visitas

536 visitas

405 visitas

539 visitas
todos os meios de comunicação relacionados