change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
21 Aprile 2015 | PADOVA, ITALIA

“Immigrazione e futuro: la città e la sfida dell’integrazione”

Tavola rotonda a Padova per capire come cambia la città con i "nuovi europei"

 
versione stampabile

Venerdì 17 aprile si è tenuta a Padova per iniziativa della Comunità di Sant’Egidio una tavola rotonda dal titolo “Immigrazione e futuro: la città e la sfida dell’integrazione”. In un momento delicato della vita cittadina, anche rispetto al tema dell’accoglienza degli stranieri, 250 persone hanno affollato il Teatro Ruzante: a dimostrazione dell’interesse e del desiderio dei cittadini – tra cui molti studenti e ‘nuovi europei’ – di comprendere le nuove sfide che pone il fenomeno dell’immigrazione al di là dei luoghi comuni e delle parole gridate.

L’editorialista del “Corriere della Sera”, Gian Antonio Stella, ha richiamato fatti, personaggi, aneddoti degli emigranti italiani, mostrando alcune toccanti immagini e proponendo un confronto con le storie di oggi, di chi lascia il proprio Paese per raggiungere l’Italia.

Il Prefetto Mario Morcone, Capo del Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione del Ministero dell’Interno, ha anzitutto sottolineato il dovere di accogliere quanti sono in fuga da persecuzioni e guerre. Non un invasione in ogni caso, pur nella crescita dei nuovi arrivi. Ha poi sottolineato la centralità del principio di solidarietà tra gli Stati europei, spesso disatteso, e la necessità di una maggiore collaborazione degli enti locali.

Stefano Solari, Professore all’Università di Padova e Direttore scientifico della Fondazione “Leone Moressa”, ha posto il tema dell’immigrazione nel più ampio contesto delle dinamiche socio-economiche di una società in trasformazione, evidenziando che la presenza degli stranieri è una componente strutturale e sempre più rilevante.

Alessandra Coin della Comunità di Sant’Egidio ha sottolineato che le grandi tragedie del Mediterraneo devono rimanere una ferita nel cuore dell’Europa: da quelle morti devono scaturire un messaggio forte e una nuova solidarietà che, nell’incontro, supera le paure. L’integrazione delle persone straniere già presenti nel territorio è una sfida da raccogliere: c’è già un’integrazione dal basso che si realizza nelle famiglie, nelle scuole, nei luoghi di lavoro, e che richiede il sostegno di solide politiche.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Febbraio 2018

Mediatori interculturali, fattore di integrazione in una società plurale: oggi consegna dei diplomi

IT | ID
30 Gennaio 2018
PARIGI, FRANCIA

Bienvenue! L'arrivo a Parigi di 40 profughi siriani grazie ai corridoi umanitari

IT | ES | DE | FR | CA | ID
15 Gennaio 2018

Papa Francesco traccia la differenza tra immigrazione e invasione: il commento di Andrea Riccardi sul Corriere della Sera

13 Gennaio 2018

Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati: il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018

28 Novembre 2017

Profughi, corridoi umanitari: giovedì il primo arrivo dall'Africa

IT | ES | CA
25 Novembre 2017
PARIGI, FRANCIA

Nuovi arrivi in Francia con i #corridoiumanitari! Ieri accolte 5 famiglie dalla Siria

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
tutte le news
• STAMPA
11 Febbraio 2019
Vatican Insider

Riccardi: tra Italia e Vaticano c’è freddezza ma non rottura

13 Marzo 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

8 Febbraio 2018
SIR

Migrazioni: Pompei (Comunità Sant’Egidio), “nuove modalità di ingresso in Italia più flessibili ed efficienti”

6 Febbraio 2018
Giornale di Sicilia

«Ma l'integrazione da noi è possibile»

5 Febbraio 2018
SIR

Immigrazione: Comunità Sant’Egidio, oggi anche la ministra Fedeli alla consegna dei diplomi per mediatori interculturali

30 Gennaio 2018
La Vanguardia

Treinta sirios llegan a Italia con los llamados "corredores humanitarios"

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI
Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

tutti i documenti
• LIBRI

Dopo la paura, la speranza





San Paolo
tutti i libri

FOTO

218 visite

250 visite

213 visite

134 visite

111 visite
tutta i media correlati