change language
sei in: home - rassegna stampa newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
7 Agosto 2013

Florida, disabile mentale messo a morte

 
versione stampabile

WASHINGTON.  È stata eseguita l'altra notte in Florida, malgrado numerosi appelli e proteste, la condanna a morte di un detenuto affetto da problemi mentali. Stando a quanto reso noto dalle autorità penitenziarie, John Ferguson, affetto da schizofrenia paranoica, è stato dichiarato morto per iniezione letale alle 18,17 ora locale (00,17 in Italia). Nella sua ultima dichiarazione il condannato ha di nuovo affermato di essere «il Signore Dio», come era solito fare, secondo il suo avvocato Chris Handman.

Numerose associazioni di malati, medici ed avvocati erano intervenute presso la Corte suprema degli Stati Uniti per chiedere la stop all'esecuzione, ma ogni appello è stato fino all'ultimo respinto. Ferguson, 65 anni dei quali 35 passati nel braccio della morte, è stato condannato per sei omicidi in una vicenda di droga nel 1977 e per altri due assassinii di adolescenti nel 1978. Si tratta dell'esecuzione numero 1.343 dal 1976 negli Stati Uniti, la ventitreesima quest'anno, secondo il conto del Centro d informazione sulla pena capitale.

In un comunicato la Comunità di Sant'Egidio  ha  sottolineato in una nota che la morte di Ferguson «suscita grande dolore ma anche sdegno per la palese disumanità di una decisione che non tiene  conto delle circostanze, già positivamente valutate in diversi gradi di giudizio, che avrebbero consigliato un trattamento più umano del caso». Ciò «fa pensare - si legge nella nota- che una tale severità risponda non tanto ad esigenze di giustizia quanto piuttosto a ragioni attinenti alla ricerca di un facile  quanto cinico consenso politico.

Di fronte a una simile preoccupante escalation Sant'Egidio ricorda a tutti che non c'è giustizia senza vita». A luglio erano sorte polemiche in Georgia per I esecuzione, poi rinviata, dalla condanna a morte di un altro disabile, Warren Lee Hill, per l'uccisione di un compagno di cella, nel 1990, mentre era in carcere per l'omicidio della fidanzata. I legali si stanno battendo per salvargli la vita sulla base degli ignoti composti chimici di cui farà uso lo Stato americano del Sud per l'iniezione letale in mancanza di società farmaceutiche disposte a fornire il famigerato  Pentobarbital.

Tutti i ricorsi, invece, sono stati esauriti per quanto riguarda una questione ancora più grave: come confermato da parecchi medici govemativi, durante gli appelli degli ultimi anni, il 52enne è «mentalmente disabile» e la sua esecuzione andrebbe contro la Costituzione. Nel 2002, infatti, la Corte suprema degli. Stati Uniti ha dichiarato che mettere a morte un individuo «incapace» viola l'ottavo emendamento della Costituzione, che proibisce punizioni crudeli o eccessive.

(R.E.)


 LEGGI ANCHE
• NEWS
1 Febbraio 2018
IRAQ

Iraq: preoccupazione di Sant'Egidio per il ricorso alla pena di morte

IT | ES | DE | FR
14 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

Visita online il presepe di Sant'Egidio: Gesù accolto da poveri, malati, chi non ha casa, e uomini di ogni fede

IT | ES | DE | FR | CA | NL
7 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

Premiazione della Mostra degli artisti con disabilità dei Laboratori d'arte. IL VIDEO

5 Dicembre 2017
NAPOLI, ITALIA

A Napoli nella liturgia della prima domenica di Avvento il conferimento della Cresima ai disabili

3 Dicembre 2017

Giornata della disabilità, Sant'Egidio: incrementare co-housing e inserimento nel mondo del lavoro

IT | RU
3 Dicembre 2017

Disabilità fa rima con creatività: #3dicembre Giornata Internazionale delle persone con disabilità le mostre "La Forza degli Anni"

tutte le news
• STAMPA
25 Febbraio 2018
kathpress

Kardinal Marx fordert mehr Engagement für Einheit der Menschen

25 Febbraio 2018
Domradio.de

"Gräben zuschütten"

25 Febbraio 2018

„Gräben zuschütten, Spaltungen überwinden“

24 Febbraio 2018
La Repubblica

Solo chi ha pazienza e forza d'animo...

24 Febbraio 2018
Domradio.de

Im Dienst der karitativen Arbeit

22 Febbraio 2018
Br-Online

Interview mit Sant'Egidio Mitgründer Andrea Riccardi

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
10 Ottobre 2017

Nella Giornata mondiale contro la pena di morte visitiamo i condannati più poveri in Africa

18 Febbraio 2016
ROMA, ITALIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Ottobre 2015
GIAPPONE

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Ottobre 2015
GIAPPONE

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

5 Ottobre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

5 Ottobre 2015
GIAPPONE

Okunishi Masaru è morto a 89 dopo aver trascorso ogni giorno per 46 anni come se fosse l'ultimo

25 Marzo 2015
GIAPPONE

Messaggio a 1 anno dalla liberazione di Iwao Hakamada

9 Marzo 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Marzo 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

5 Marzo 2015
Vatican Insider

Abolizione pena di morte: nuovo appello della Santa Sede

5 Marzo 2015
Avvenire

Appello vaticano: stop alla pena di morte

5 Marzo 2015
Onuitalia.com il giornale italiano delle Nazioni Unite

Pena di morte: Vaticano all’ONU dice basta esecuzioni

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Vice President Mnangagwa: Zimbabwe's steps toward the abolition of the death penalty

Mario Marazziti: rifiutare la logica della pena di morte per non cedere alla trappola del terrore

Statement by Minister J. Kamara on the death penalty in Sierra Leone

Rajapakshe, Minister of Justice: Sri Lanka to protect the right to life, against the death penalty

Cambodian Minister of Justice, Ang Vong Vathana: Cambodia as a model of Asian country without the death penalty

Jean-Louis Ville: Europe is against the death penalty.

tutti i documenti
• LIBRI

Il martirio degli armeni





La Scuola
tutti i libri

FOTO

839 visite

941 visite

862 visite

800 visite

889 visite
tutta i media correlati