change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - 11 sette... la pace newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Liturgia di ringraziamento per il 50mo anniversario della Comunità di Sant'Egidio

10 febbraio, ore 17,30 Basilica di San Giovanni in Laterano
21/10/2019
Preghiera per la pace

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile
12 Settembre 2011 16:00 | Künstlerhaus am Lenbachplatz, Festsaal

Quale identità in un mondo globalizzato? di Mohammed Amine SMAILI



Mohammed Amine Smaili


Teologo islamico, Università di Rabat, Marocco

Lode al Dio Unico

L’essere umano è legato attraverso la propria anima alla religione, essa costituisce la parte più autentica della sua identità. Spesso la religione lontano dalle regole è influenzata da costumi e tradizioni fino a creare dei riti e delle sette. Da ciò, la società adotta un modo di vita lontano dalle basi della religione

Lo stato del Marocco a livello religioso si basa   su tre pilastri:

1. il rito asharita fondato dal teologo l’imam Abou al-Hassan Ali ibn Ismaili al-Ash’ari, che ha basato la sua dottrina sulla pace tra i riti e le sette. Il Regno del Marocco ha adottato questo rito asharita per organizzare il suo codice dello statuto personale e della famiglia e la giurisprudenza islamica malekita per la suddivisione dell’eredità.
2. Il Marocco  conosce una diversità culturale (gli Abramiti, i Berberi, gli Africani, gli Andalusi, gli Hassaniti), il rito malekita attraverso i suoi leader ha sempre lavorato per ordinare e organizzare le popolazioni e soddisfare le loro aspirazioni.
3. A livello di insegnamento noi riprendiamo le teorie dell’Imam Al Junaid.

Possiamo dire che l’etichetta della società marocchina, elaborata dai sapienti del paese è differente da quella degli altri paesi musulmani. I marocchini seguono quindi l’Imam Malik di Medina, città nella quale ha vissuto il Profeta, e i due Imam al-Ash’ari e Junaid di Baghdad.

A volte si notano alcune abitudini sciite lontane dalla politica dello stato.

Potremmo concludere allora che le basi della religione islamica in Marocco sono definite dal pensiero dei tre imam sopra citati. Questa apertura del pensiero religioso dei tre imam spinge la politica ad adottare punti di vista differenti.

Gli stati e le comunità aperte sul mondo hanno optato da sempre per l’adozione di un sistema comunicativo e tollerante. La Comunità di Sant’Egidio è riuscita fin dalla sua fondazione ad affrontare la diversità religiosa e ad adottareun’apertura di spirito.

 



Messaggio
di Papa  Benedetto XVI


Incontro di dialogo tra le religioni, Monaco di Baviera 2011


NEWS CORRELATE
6 Febbraio 2018

Gli auguri del pastore valdese Bernardini per i 50 anni di Sant'Egidio: continuiamo insieme per la pace, la giustizia, i corridoi umanitari

IT | HU
31 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

La Comunità di Sant’Egidio ricorda il prof. Joachim Gnilka scomparso a Monaco all’età di 90 anni.

IT | DE
28 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

'Il piatto più buono è quelllo dell'amicizia': lo offre Sant'Egidio a tanti amici nelle periferie di Monaco di Baviera


Visita di Marco Impagliazzo alla Scuola della Pace e alla mensa
IT | DE
24 Gennaio 2018
ROMA, ITALIA

'La potenza della Chiesa di Gesù è una forza disarmata che ferma il male' La predicazione del pastore Paolo Ricca per la Settimana dell'Unità tra i cristiani

IT | FR | HU
24 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

La Chiesa è il popolo dell'attesa. Meditazione del pastore valdese Paolo Ricca


alla preghiera della Comunità di Sant'Egidio in Santa Maria in Trastevere. Testo e podcast
18 Ottobre 2017

A un mese dall'Incontro delle religioni a Münster, le Strade di Pace hanno attraversato 4 continenti


Nella foto l'evento a Blantyre, Malawi. Guarda foto e video di tutti gli altri
IT | ES | DE | FR | RU
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
23 Febbraio 2018
Domradio.de
"Wir können Frieden organisieren wie andere den Krieg"
1 Febbraio 2018
SIR
50° Comunità Sant’Egidio: Hilarion (Patriarcato di Mosca), “la nostra una collaborazione che ha dato tanti buoni frutti”
30 Gennaio 2018
Vaticannews
Corridoi umanitari: la collaborazione ecumenica via della speranza
26 Gennaio 2018
POW - Pressestelle des Ordinariates Würzburg
Angst und Lethargie überwinden
15 Gennaio 2018
Roma sette
Ecumenismo, in processione con anglicani, luterani e ortodossi
tutta la rassegna stampa correlata