change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
12 Luglio 2013 | CATANIA, ITALIA

Una marcia e una preghiera per ricordare chi "muore di speranza"

Proseguono in tutta Italia gli incontri di preghiera per ricordare, come ha fatto papa Francesco, i migranti che perdono la vita nei lunghi viaggi verso l'Europa.

 
versione stampabile

Mercoledì 3 luglio nella Chiesa di Santa Chiara a Catania circa 250 persone si sono ritrovate insieme per pregare per tutti quelli che sono morti nel tentativo di raggiungere i paesi dell'Europa. Alla preghiera, che si inserisce nelle iniziative della Comunità di Sant'Egidio dal titolo “Morire di Speranza”, hanno partecipato le Associazioni che lavorano con gli immigrati e le comunità immigrate presenti a Catania: la comunità mauriziana, in particolare, con i giovani di seconda generazione “I Ragazzi di Catania”, la comunità eritrea, la comunità della Chiesa copta ortodossa egiziana a Catania  insieme al loro sacerdote Bola,  l'Imam della comunità islamica siciliana Kheit Abdelhafid. Erano presenti anche alcuni minori stranieri non accompagnati di nazionalità tunisina, egiziana e ghanese. Tanti gli immigrati provenienti dal Centro richiedenti Asilo "CARA Mineo", circa 100, che rappresentavano le varie nazionalità presenti al CARA: somali, eritrei, ivoriani, nigeriani, pakistani. Durante la preghiera Assan, il rappresentante delle nazionalità presenti al Centro CARA ha letto un messaggio preparato appositamente per “Morire di Speranza:

“Questa veglia di preghiera è un dono per tutti noi, è un dono di umanità ed è un simbolo di pietà ed umanità per il mondo intero, - continua- noi siamo i testimoni dei viaggi della speranza, viaggi di dolore e sofferenza, ma oggi siamo qui per dire che siamo uniti a tutti voi e che insieme cittadini italiani e stranieri possiamo lavorare insieme per migliorare la nostra società, tanti sono morti di speranza ma le loro ideee e le loro azioni resteranno per sempre, oggi la Comunità di Sant'egidio ha dato voce a tanti immigrati che non ci sono più, ma oggi sono qui con noi e noi ci uniamo a loro, perchè insieme possiamo sognare per un mondo unito e in pace, ringrazio tutti e uniamoci sempre nella preghiera”.

Al termine della preghiera, insieme a tutti i partecipanti c'è stata una marcia di pace e di amicizia per le vie della città di Catania, la marcia è stata animata con canti e slogani di pace in varie lingue; al termine della Marcia ci siamo ritrovati tutti insieme nel Cortile del Palazzo della Prefettura con una grande festa: “Si all'accoglienza e ad un mondo unito”, organizzata dai Giovani per la Pace, dove band mauriziane, dell'america latina, balli etnici preparati dai rifugiati del CARA, hanno testimoniato la bellezza di essere un grande popolo, diverso per nazione, religione, ma unito. Molti dicevano: “Oggi siamo una grande famiglia, tutta colorata, siamo la famiglia di Dio, questa è la famiglia di cui ha bisogno il nostro mondo...Viva la Pace! Viva l'amicizia con tutti”. Alcuni immigrati , felici hanno detto: “E la festa e la memoria di questo giorno, continua lunedì a Lampedusa con Papa Francesco...grazie siete come degli angeli”.

OGGETTI ASSOCIATI
FOTO

131 visite

122 visite

114 visite

94 visite

108 visite

104 visite

104 visite
 

 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Febbraio 2018

Mediatori interculturali, fattore di integrazione in una società plurale: oggi consegna dei diplomi

IT | ID
30 Gennaio 2018
PARIGI, FRANCIA

Bienvenue! L'arrivo a Parigi di 40 profughi siriani grazie ai corridoi umanitari

IT | ES | DE | FR | CA | ID
15 Gennaio 2018

Papa Francesco traccia la differenza tra immigrazione e invasione: il commento di Andrea Riccardi sul Corriere della Sera

13 Gennaio 2018

Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati: il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018

24 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

La Chiesa è il popolo dell'attesa. Meditazione del pastore valdese Paolo Ricca

28 Novembre 2017

Profughi, corridoi umanitari: giovedì il primo arrivo dall'Africa

IT | ES | CA
tutte le news
• STAMPA
13 Marzo 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

26 Febbraio 2018
Roma sette

Congo e Sud Sudan, Gnavi: «La liberazione ha il nome di Gesù»

22 Febbraio 2018
Famiglia Cristiana

La preghiera sia un urlo contro le guerre

21 Febbraio 2018
SIR

Giornata preghiera e digiuno: Comunità di Sant’Egidio, adesione all’invito del Papa. Veglia nella basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma e in molte città italiane

8 Febbraio 2018
SIR

Migrazioni: Pompei (Comunità Sant’Egidio), “nuove modalità di ingresso in Italia più flessibili ed efficienti”

5 Febbraio 2018
SIR

Immigrazione: Comunità Sant’Egidio, oggi anche la ministra Fedeli alla consegna dei diplomi per mediatori interculturali

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Preghiera per Elard Alumando

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Predicazione di Mons. Vincenzo Paglia alla veglia di preghiera per la pace e in memoria delle vittime degli attacchi terroristici a Parigi

tutti i documenti
• LIBRI

La Parola di Dio ogni giorno 2018





San Paolo
tutti i libri

FOTO

1389 visite

1339 visite

1403 visite

1411 visite

1327 visite
tutta i media correlati