change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
4 Potrebbe 2015 | ADJUMANI, UGANDA

Tutti in classe... anche quando piove! La nuova scuola nel campo profughi di Nyumanzi

Ha un bel tetto rosso, pareti colorate, può accogliere più di mille studenti: è la scuola realizzata da Sant'Egidio

 
versione stampabile

Grande festa nel campo profughi di Nyumanzi, vicino a Adjumani nel Nord Uganda, per la consegna delle prime aule in muratura della scuola elementare per i bambini profughi del Sud Sudan realizzata dalla Comunità di Sant'Egidio in collaborazione con la diocesi ugandese di Arua.

D'ora in poi le lezioni si svolgeranno al coperto e non più sotto gli alberi come lo scorso anno. Questo garantisce il regolare svolgimento dell'attività didattica proprio durante la stagione delle piogge che è cominciata da poco e dura fino a ottobre. Lo scorso anno le piogge avevano creato problemi, rallentando la didattica. I temporali, infatti, arrivano improvvisi e costringono tutti ad abbandonare le lezioni, e una volta abbandonata la scuola è difficile ricominciare.

Oltre alle aule è stata completata anche la recinzione attorno al terreno dove sorge la scuola ed è stato consegnato anche un magazzino per il materiale didattico, importante per conservare registri, lavagne, libri all'interno della scuola. Finora infatti gli insegnanti erano costretti a portare a casa i registri e i libri, e questo non facilitava il loro lavoro.

La scuola, considerata un modello per il campo profughi, ha ottenuto apprezzamenti da parte delle autorità ugandesi, che l'hanno riconosciuta ufficialmente nell'ottobre 2014. Quella di Nyumanzi è divenuta così l’unica scuola della zona che può rilasciare un diploma riconosciuto in Uganda, ma spendibile anche in Sud Sudan.

La consegna delle prime aule è un importante passo in avanti per questa scuola, un dono per gli oltre mille studenti che la frequentano e che considerano la possibilità di studiare come un dono inatteso di Dio. E' così che lo scorso 19 aprile in tanti si sono ritrovati nella scuola per partecipare a una preghiera di ringraziamento insieme alla Comunità di Sant'Egidio di Adjumani. 

aprile 2014: si fa scuola sotto gli alberi nel campo profughi di Nyumanzi
aprile 2015: Le nuove aule: gli ultimi ritocchi

 LEGGI ANCHE
• NEWS
8 Gennaio 2018
ROMA, ITALIA

Prosegue l'impegno per la pace in Sud Sudan

IT | NL
18 Dicembre 2017

Giornata Internazionale dei diritti dei migranti: per una cultura del dialogo, dell'accoglienza, dell'inclusione

IT | ES | DE | FR | CA
28 Novembre 2017

Profughi, corridoi umanitari: giovedì il primo arrivo dall'Africa

IT | ES | CA
22 Novembre 2017

Anche in Belgio si aprono i corridoi umanitari per i profughi

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
7 Novembre 2017
BANGLADESH

I primi aiuti di Sant'Egidio per i profughi rohingya arrivano nei campi in Bangladesh

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
7 Novembre 2017

Ancora 1000: nuovo accordo per corridoi umanitari. Impagliazzo "favoriscono sicurezza e integrazione”

IT | FR
tutte le news
• STAMPA
13 Marzo 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

26 Febbraio 2018
Roma sette

Congo e Sud Sudan, Gnavi: «La liberazione ha il nome di Gesù»

22 Febbraio 2018
Famiglia Cristiana

La preghiera sia un urlo contro le guerre

21 Febbraio 2018
Vatican Insider

Sant’Egidio si unisce alla Giornata di digiuno per Congo e Sud Sudan indetta dal Papa

21 Febbraio 2018
SIR

Giornata preghiera e digiuno: Comunità di Sant’Egidio, adesione all’invito del Papa. Veglia nella basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma e in molte città italiane

21 Febbraio 2018
OnuItalia

Rohingya: la crisi nei colloqui di Sant’Egidio con la premier del Bangladesh

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

tutti i documenti

FOTO

196 visite

173 visite

223 visite

137 visite

105 visite
tutta i media correlati