change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
11 Settembre 2017 | MÜNSTER, GERMANIA

Il ricordo del massacro di Debre Lebanos in Etiopia ad opera degli italiani. Ian Campbell: "tenere viva la memoria, non abbassare la guardia"

#stradedipace

 
versione stampabile

 Alla tavola rotonda “Il martirio: memoria e realtà per i cristiani”, durante il convegno interreligioso "Strade di Pace" organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio a Munster (10-12 settembre), il professor Ian Campbell dell’Università di Addis Abeba ricorda i martiri cristiani etiopi uccisi durante l’occupazione fascista (1936-41): “Il massacro più disumano fu quello del monastero di Debre Libanos, in cui fu ucciso anche il vescovo Abuna Petros, morto tenendo la Croce al petto. Fu uno dei primi martiri cristiani di questa strage, ne seguirono 2.000 tra pellegrini, monaci e religiosi. Il maresciallo Graziani e Mussolini si resero protagonisti di stermini di massa. In un villaggio i fascisti uccisero tutti i maschi sopra i 16 anni, alcuni monaci furono scuoiati vivi”. Per molti italiani “quell’impresa disumana divenne una Crociata in nome di Dio: ai soldati venivano distribuite cartoline in cui la bandiera italiana era accanto all’immagine di Gesù o della Vergine Maria, non mancarono connivenze di alcuni settori cattolici”. Per il professor Campbell “conoscere questa storia serve a interrogarci sul presente: in questo modo i martiri non saranno morti invano. Occorre tenere viva la memoria e non abbassare mai la guardia”.

Per approfondire:

Nell’80° della strage di Debre Libanos, restituire all'Etiopia i beni trafugati, di Andrea Riccardi



 LEGGI ANCHE
• NEWS
31 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

La Comunità di Sant’Egidio ricorda il prof. Joachim Gnilka scomparso a Monaco all’età di 90 anni.

IT | DE
28 Gennaio 2018
MONACO, GERMANIA

'Il piatto più buono è quelllo dell'amicizia': lo offre Sant'Egidio a tanti amici nelle periferie di Monaco di Baviera

IT | DE
30 Novembre 2017
ROMA, ITALIA

Video della conferenza stampa per l'arrivo del primo gruppo di profughi dall'Africa con i #corridoiumanitari

IT | ES | PT
30 Novembre 2017
FIUMICINO, ITALIA

Benvenuti in Italia ai primi profughi del Corno d'Africa arrivati oggi con i #corridoiumanitari

IT | PT | RU
3 Novembre 2017
LOME, TOGO

In Togo l'incontro per la pace e il dialogo tra le religioni ''Chemin de Paix''

IT | ES | FR
2 Novembre 2017
MANAGUA, NICARAGUA

Caminos de Paz in Nicaragua: rappresentanti delle religioni sottoscrivono con Sant'Egidio l'impegno per la pace

IT | ES | DE | FR
tutte le notizie
• STAMPA
27 Febbraio 2018
Avvenire

Cei. Atterrati a Roma 113 profughi. «La cooperazione fra istituzioni fa miracoli»

27 Febbraio 2018
Vatican Insider

Corridoi umanitari, 114 profughi dall’Etiopia. Galantino: no allo sciacallaggio politico

27 Febbraio 2018
Agenzia SIR

Corridoi umanitari: Impagliazzo (Comunità Sant’Egidio), “polemiche politiche finiranno ma il futuro è nell’integrazione”

27 Febbraio 2018
La Repubblica

Profughi, dal Corno d'Africa a Roma corridoio umanitario per 114 persone

27 Febbraio 2018
Vaticannews

Corridoi umanitari: 114 nuovi arrivi dall’Etiopia

26 Febbraio 2018
Agenzia SIR

Corridoi umanitari: Caritas-Sant’Egidio-Gandhi Charity, “un modello di successo per un mondo più giusto”

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Incontro di Preghiera per la Pace

Messaggio del Patriarca ecumenico Bartolomeo I, inviato al Summit Intercristiano di Bari 2015

Sant’Egidio: Migranti, Siria, Cristiani in Medio Oriente

Cristiani in Medio Oriente: quale futuro?

Christians in the Middle East: What Future?

International Prayer for Peace

tutti i documenti
• LIBRI

Etiopia: Un cristianesimo africano





Leonardo International
tutti i libri

FOTO

1915 visite

1142 visite

1266 visite

1785 visite

1100 visite
tutta i media correlati