change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
23 Giugno 2009

La casa famiglia "Viva gli Anziani!" della Comunità di Sant'Egidio a Roma accoglie un'anziana di 95 anni che, scampata al terremoto in Abruzzo, viveva in tenda da oltre due mesi.

 
versione stampabile

Dal giorno del terremoto che ha colpito l'Abruzzo ad oggi sono circa 250 le persone della Comunità di Sant'Egidio che si sono recate regolarmente nelle zone colpite per portare aiuti. Questa presenza costante accanto a chi ha subito le conseguenze del sisma ha permesso di comprendere come il problema degli anziani sia uno dei più drammatici.

Dopo circa due mesi, nelle tendopoli sono rimasti soprattutto i più poveri, quelli che non hanno alternative abitative e familiari: e tra questi tanti anziani, spesso malati e invalidi. Solo alcuni godono della presenza dei familiari, la maggior parte sono soli. Molti sono anche gli immigrati, che hanno perso casa e lavoro, soprattutto romeni, peruviani, filippini, o  albanesi che curavano la pastorizia.

Non è facile vivere a lungo sotto una tenda, soprattutto quando l'età è avanzata. E tutto è aggravato dal caldo - che è sempre un rischio per la salute degli anziani - e che in queste condizioni può diventare insopportabile.

La Comunità di Sant'Egidio sta cercando delle soluzioni, a breve e a lungo termine, per migliorare le condizioni di vita dei più anziani: alcuni stanno partendo in questi giorni per partecipare ai soggiorni estivi organizzati dalla Comunità insieme agli anziani di Roma. Intanto le porte della casa alloggio "Viva gli anziani", recentemente inaugurata dalla Comunità di Sant'Egidio nel centro di Roma, si sono aperte per accogliere la signora Gigliola che, con i suoi 95 anni, è una delle più anziane abitanti delle tendopoli. Altre iniziative sono state avviate in collaborazione con l'Unitalsi e i servizi sociali comunali, nei campi di  Piazza D’Armi, Acqua Santa, Italtel 1 e 2.

Gioconda, 106 anni, è la decana della tendopoli

Gioconda ha 106 anni, e vive con la figlia, il genero e il nipote. Il terremoto ha lasciato in cattive condizioni la loro abitazione, e da più di due mesi vivono tutti insieme in tenda.
Le enormi difficoltà di una vita in tenda ad un'età così avanzata non hanno scosso la proverbiale accoglienza abruzzese ed andarli a trovare è un vero piacere.

La figlia racconta la terribile notte del terremoto: Gioconda è stata salvata dalla tenacia dei familiari e dai vigili del fuoco e fatta scendere dal terzo piano della sua casa con la carrozzina. Con la stessa tenacia e forza d’animo, Gioconda e i suoi familiari pensano a come ricostruire la loro casa e il loro futuro mentre cercano di affrontare le difficoltà della vita in tenda e i disagi climatici. E non è facile.

Venerdì 5 giugno, vigilia della ricorrenza di due mesi dal sisma, nel campo di Piazza d'Armi si è fatta una preghiera in ricordo delle vittime del terremoto. Commovente il momento in cui sono stati letti i nomi delle vittime conosciute dai presenti. Tra i partecipanti, anche gli amici di un ragazzo palestinese, studente di medicina, morto nel crollo della Casa dello Studente.


APPROFONDIMENTI
Aiutiamo le vittime del terremoto in Abruzzo con una donazione

 

La casa famiglia
"Viva gli Anziani!"
 LEGGI ANCHE
• NEWS
11 Gennaio 2018
MALAWI

Vestiti nuovi per 160.000 bambini in Malawi

IT | ES | DE | FR | PT | NL | HU
22 Dicembre 2017
BANGLADESH

Non dimentichiamo il popolo rohingya: la seconda missione di Sant'Egidio nei campi profughi

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
14 Dicembre 2017
LIBIA

Libia: aiuti umanitari agli ospedali della regione del Fezzan

IT | ES | DE | FR | NL
29 Novembre 2017

In partenza una nuova missione di Sant'Egidio nei campi dei rohingya in Bangladesh

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | PL
7 Novembre 2017
BANGLADESH

I primi aiuti di Sant'Egidio per i profughi rohingya arrivano nei campi in Bangladesh

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
21 Settembre 2017
MESSICO

Terremoto in Messico: i primi aiuti della Comunità di Sant'Egidio

IT | ES | DE | FR | CA
tutte le news
• STAMPA
11 Febbraio 2019
Vatican Insider

Riccardi: tra Italia e Vaticano c’è freddezza ma non rottura

6 Febbraio 2018
Giornale di Sicilia

«Ma l'integrazione da noi è possibile»

30 Gennaio 2018
La Vanguardia

Treinta sirios llegan a Italia con los llamados "corredores humanitarios"

30 Gennaio 2018
Avvenire

Corridoi umanitari. Italia, Francia, Belgio, Andorra: l'Europa che accoglie i siriani

18 Gennaio 2018
SIR

Ministero per la solitudine: Comunità Sant’Egidio, “problema da non sottovalutare”. Servono “reti di protezione” e “alleanze tra generazioni”

5 Gennaio 2018
Redattore Sociale

Morti tre senza dimora in giorno: "inaccettabile, aumentare i rifugi"

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Saluto del Presidente Mario Monti

Andrea Riccardi: saluto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in visita a Sant'Egidio

Matteo Zuppi

Dieci anni della Comunità di Sant’Egidio con l’Albania: Intervento di Don Matteo Zuppi

tutti i documenti

FOTO

248 visite

217 visite

212 visite

287 visite

125 visite
tutta i media correlati