change language
vostè està en: home - recull de premsa newslettercom contactar-noslink

Ajuda la Comunitat

  
1 Juliol 2014

Risposte da dare

L'Italia e i bambini migranti non accompagnati

 
versió per imprimir

ROMA - «I minorenni stranieri non accompagnati, essendo in Italia privi di adulti di riferimento, sono particolarmente vulnerabili. Essi dovrebbero essere accolti e protetti adeguatamente e avere la possibilità di iniziare al più presto il loro percorso di integrazione, mentre questo non avviene a causa dell`assenza cronica nel nostro Paese di un sistema strutturato e organico dedicato». Lo sottolineano, in un appello, alcune tra le organizzazioni più attive e impegnate da anni nella promozione dei diritti dei minori migranti: Aibi, Amnesty International, Caritas italiana, Centro Astalli, Cir, Cnca, Cncm, Comunità di Sant`Egidio, Emergency, Intersos, Save the Children Italia, Terre des Hommes. E' la prima volta che queste organizzazioni si mobilitano. E lo fanno alla vigilia del semestre di presidenza italiana al Consiglio dell`Unione europea (Ue), per porre al Governo e al Parlamento italiani alcune richieste specifiche. L`obiettivo è far fronte alle condizioni critiche e inadeguate di accoglienza e protezione dei minori stranieri non accompagnati arrivati in Italia, e di quelli che arriveranno nei prossimi mesi.
I minori stranieri soli non accompagnati rappresentano una presenza costante, superiore al 10 per cento dei migranti arrivati in Italia via mare. Nel 2013, su un totale di 42.925 migranti, 8.336 erano minori e di questi 5.232 erano minori soli non accompagnati. Ma da gennaio di quest`anno sono stati oltre 6.000, più di tutto l`anno passato.
Nell`appello le organizzazioni chiedono innanzitutto al Governo di assumere «piena e diretta responsabilità sul sistema di prima accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, con particolare riguardo a coloro che intendono raggiungere altri Paesi europei, oggi spesso inaccessibili stando alla normativa». Devono essere garantite «condizioni dignitose di ospitalità che superino la precarietà e il degrado che si registrano a oggi, nonostante gli sforzi delle comunità territoriali, delle organizzazioni della società civile e delle istituzioni locali». A tal fine, andrebbero approntate «strutture di prima accoglienza temporanea, in prossimità dei luoghi di sbarco, che rispondano a criteri e standard di qualità omogenei ed evitino il sovraffollamento». Va inoltre favorito il trasferimento dei minorenni, in tempi certi, da tali strutture alle comunità di accoglienza distribuite sull`intero territorio nazionale e regolarmente accreditate secondo i criteri regionali attualmente previsti. Infine andrebbe promossa la diffusione dell`affidamento familiare.
In seconda battuta si invita a «rendere subito disponibili le risorse del Fondo nazionale per i minorenni stranieri non accompagnati», per superare l`attuale stallo e l`assoluta incertezza sulle garanzie di copertura economica dei servizi. Le misure devono poi includere la prevenzione dei «rischi di fuga e sfruttamento dei minori soli, rendendo più celeri le procedure cli identificazione e la nomina dei tutori», favorendo anche i «processi dí avvio all`autonomia attraverso adeguate misure di sostegno ai processi di inclusione sociale».
In relazione al semestre cli presidenza del Consiglio dell`Unione europea, le organizzazioni chiedono altresì al Governo italiano di impegnarsi a promuovere un coordinamento europeo specifico per la protezione e l`accoglienza dei minori stranieri non accompagnati.
Rivolgendosi al Parlamento, le organizzazioni chiedono poi l`approvazione in tempi rapidi del disegno di legge, sostenuto da parlamentari di maggioranza e opposizione, volto a disciplinare in modo organico, sul territorio nazionale, la protezione e l`accoglienza dei minorenni stranieri non accompagnati, superando l`attuale gestione emergenziale.


 LEA TAMBÉ
• NOTÍCIES
30 Gener 2018
PARÍS, FRANÇA

Bienvenue! Arriben a París 40 refugiats sirians gràcies als corredors humanitaris

IT | ES | DE | FR | CA | ID
29 Novembre 2017

Comença una nova missió de Sant'Egidio als camps de rohinyás de Bangladesh

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | PL
28 Novembre 2017

Refugiats, corredors humanitaris: dijous arriben els primers refugiats de l'Àfrica

IT | ES | CA
25 Novembre 2017
PARÍS, FRANÇA

Arriben més persones amb els #corredorshumanitaris. Ahir van ser 5 famílies de Síria

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
23 Setembre 2017

En VÍDEO, les intervencions de la taula rodona 'Migrants: salvar, acollir, integrar'

IT | ES | CA
9 Agost 2017

Immigració, traficants d'éssers humans, drets humans, la qüestió de Líbia. L'entrevista a Andrea Riccardi a La Stampa

IT | ES | DE | FR | CA
totes les notícies
• ALLIBERAMENT
8 Febrer 2018
SIR

Migrazioni: Pompei (Comunità Sant’Egidio), “nuove modalità di ingresso in Italia più flessibili ed efficienti”

13 Gener 2018
SIR

Belgio: vescovi in visita alle famiglie di profughi accolti nelle diocesi

30 Novembre 2017
Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Europa e giovani migranti, il futuro va creato in Africa

2 Novembre 2017
Adista Segni Nuovi

Rifugiati: sarà vera svolta?

20 Octubre 2017
OnuItalia

Migrazioni: Europarlamento, per Sant’Egidio positiva la riforma di Dublino

19 Octubre 2017
La Croix

Migrants: « le pape François appelle les politiques à sortir du cynisme ». Entretien avec Marco Impagliazzo

tots els comunicats de premsa
• NO PENA DE MORT
10 Octubre 2017

Nella Giornata mondiale contro la pena di morte visitiamo i condannati più poveri in Africa

15 Abril 2017
ESTATS UNITS

Fermate le esecuzioni in Arkansas in seguito all'esposto di un'azienda farmaceutica

18 Febrer 2016
ROMA, ITÀLIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Octubre 2015
JAPÓ

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Octubre 2015
JAPÓ

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

10 Octubre 2015
ESTATS UNITS

La Comunità di Sant'Egidio lancia la prossima "Giornata Mondiale delle città per la vita"

5 Octubre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

12 Març 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

12 Març 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

9 Març 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Març 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

9 Març 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

anar a cap pena de mort
• DOCUMENTS

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

tots els documents

FOTOS

247 visites

262 visites

243 visites

263 visites

231 visites
tots els mitjans de comunicació afins