change language
você está em: home - recortes de imprensa newsletterlink

Support the Community

  

Il Fatto Quotidiano

10 Junho 2010

LA DONNA CHE GUIDA IL DESTINO DELLA GUINEA

 
versão para impressão

Il volto di Serah Rabiatou Diallo è una maschera scolpita nel sorriso e nella grazia, ma i lineamenti netti che ricordano le sculture tradizionali dei regni africani pre-coloniali rivelano che il carattere è forgiato nella difficoltà e nella costanza. Difficoltà personali legate a quelle del suo paese, la Guinea Conakry, che è alla vigilia di un cambiamento che potrebbe essere infine decisivo, e che il sorriso fermo e gentile di questa sindacalista guida dalla posizione di presidente del Consiglio nazionale di transizione (Cnt, il Parlamento provvisorio). Costanza nell'applicazione e nella volontà di non tenere per sé alcun ruolo politico, perché "solo non cercando il potere personale si possono difendere gli interessi di tutti, del paese, e uscire dalla crisi". Crisi che in Africa si declina con dittatura, regime militare (come nel caso dell'ex colonia francese) e sempre come emergenza democratica. Diallo ha votato la sua vita (piena di figli: 9 avuti, 7 sopravvissuti; impegni: "Studiavo e lavoravo, mantenendo i miei primi nati"; ascesa: "Partendo dal basso sono arrivata alla guida nazionale dei sindacati"; caduta: "Sono stata picchiata, minacciata di morte così come i miei figli"; risalita: "Una donna alla guida del Cnt è di per sé una vittoria e un simbolo per l'intero continente; noi donne guidiamo la famiglia - le definisco le donne dalle mille braccia e gli uomini bebè - e se ci permettono di impegnarci nella società e nella politica dimostriamo di poter far bene tutto") a portare il paese al voto democratico: un impegno che sta per realizzarsi con le elezioni del 27 giugno, dopo l'accordo raggiunto con la mediazione della Comunità di Sant'Egidio, la "Farnesina del Vaticano" come è stata ribattezzata dopo l'accordo di pace raggiunto in Mozambico all'inizio degli anni Novanta.

I diversi partiti espressione della giunta militare, della società civile, e delle formazioni sindacali storicamente influenti in Guinea, sono d'accordo nell'accettare il voto popolare e le responsabilità democratiche.

Forse non basterà, ma è un buon auspicio che a guidare questo passaggio sia una donna che non vuole entrare nei meccanismi del potere e "camminare solo con il mio destino".


 LEIA TAMBÉM
• NOTÍCIA
25 Janeiro 2018
ROMA, ITÁLIA

República Centro-Africana, o Presidente Touadera em Sant'Egidio: o processo de paz continua, agora começa a nova fase de desarmamento

IT | ES | DE | FR | PT | CA | ID
24 Janeiro 2018

República Centro-Africana, amanhã o presidente em visita a Sant'Egidio: Conversações sobre o processo de paz e encontro com a imprensa

IT | PT
15 Janeiro 2018

'Fazer Paz - a diplomacia de Sant'Egidio' está a venda

IT | ES | DE | PT
9 Janeiro 2018
BANGUI, REPÚBLICA CENTRO-AFRICANO

Ajuda humanitária à República Centro-Africana enquanto as operações de desarmamento continuam

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
5 Janeiro 2018
CONAKRY, GUINÉ

O ministro dos Negócios Estrangeiros, Alfano, visita o centro Dream de Conakry "Aqui os sonhos tornam-se realidade"

IT | DE | PT
1 Janeiro 2018
ROMA, ITÁLIA

A saudação e o encorajamento do Papa Francisco aos participantes no evento 'Paz em todas as terras'

IT | ES | DE | FR | PT | NL | HU
todas as novidades
• DIVULGAÇÃO
26 Fevereiro 2018
Roma sette

Congo e Sud Sudan, Gnavi: «La liberazione ha il nome di Gesù»

23 Fevereiro 2018
Domradio.de

"Wir können Frieden organisieren wie andere den Krieg"

22 Fevereiro 2018
Famiglia Cristiana

La preghiera sia un urlo contro le guerre

21 Fevereiro 2018
Vatican Insider

Sant’Egidio si unisce alla Giornata di digiuno per Congo e Sud Sudan indetta dal Papa

21 Fevereiro 2018
SIR

Giornata preghiera e digiuno: Comunità di Sant’Egidio, adesione all’invito del Papa. Veglia nella basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma e in molte città italiane

7 Fevereiro 2018
Vaticannews

“Fare pace”: la diplomazia della speranza cristiana di Sant’Egidio

todos os press releases
• PENA DE MORTE NO
2 Dezembro 2014

Guinea: Sant'Egidio chiede l'abolizione della pena di morte

ir para nenhuma pena de morte
• DOCUMENTOS

''Entente de Sant'Egidio'': Political Agreement for Peace in the Central African Republic

Libya: The humanitarian agreement for the region of Fezzan, signed at Sant'Egidio on June 16th 2016 (Arabic text)

Nuclear Disarmament Symposium on the 70 th anniversary of the atomic bomb. Hiroshima, August 6 2015

todos os documentos