change language
du bist dabei: home - pressearchiv newsletterkontaktlink

Unterstützung der Gemeinschaft

  
14 September 2017

Dall'affitto solidale nascono borse di studio

Accordo Ateneo-Sant'Egidio per una casa a una famiglia di profughi siriani. Il canone sarà reinvestito

 
druckversion

Latakia, Nord Ovest della Siria. Una terra dilaniata dalla guerra, da faide di potere e politiche. A fine 2016 Jehad Farwe, 52 anni, la moglie Joumana, 47, e il figlio George, 17, lasciano il Paese, la casa, il lavoro, la scuola. Rimangono cinque mesi in un campo profughi in Libano. A salvare queste persone assieme a un altro migliaio, tra anziani e ammalati, è stato il progetto internazionale "Corridoi umanitari" adottato dalla Comunità di Sant'Egidio, Tavola Valdese e Federazione delle Chiese Evangeliche italiane. Così tutta la famiglia di religione cristiana maronita è arrivata a Trieste, dove vive da aprile.
Ieri si è aggiunto un altro tassello: l'Università del capoluogo giuliano ha stretto una convenzione con la Comunità per poter dare ai profughi siriani un appartamento di 73 metri quadrati in via Crispi, di proprietà di UniTs, ricevuto in dono qualche anno fa. «È un piccolo immobile, che per noi non era utilizzabile - ha spiegato il rettore Maurizio Fermeglia -, perché bisognava rifare impianti e un minimo di ristrutturazione». Verrà stipulato quindi un contratto di locazione
con la Comunità di Sant'Egidio, che con fondi privati dei parrocchiani della chiesa di Santa Teresa del Bambino Gesù e azioni di volontariato si occuperà di pagare il canone di circa 350 euro, secondo i patti territoriali sugli alloggi a fini sociali, e provvederà al pagamento della ristrutturazione per circa 3mila euro.
Di riparazioni e pittura si occuperà gratuitamente Jehad, il padre, che in Siria era impiegato nel settore import-export. «Mi adatto, voglio rendermi utile», ha commentato ieri in ateneo all'ufficializzazione dell'accordo. Per il rifacimento degli impianti elettrici invece è stata ingaggiata l'impresa "Benussi&Tomasetti". Il costo della riqualificazione verrà scalato da quello dell'affitto che, come sottolineato dal rettore e dal direttore generale Maria Pia Turinetti di Priero, «l'ateneo incasserà e poi erogherà per borse di studio a studenti meritevoli, secondo le volontà di colui che ha fatto il lascito».
«Questa famiglia pian piano diventerà autonoma e seguirà un percorso d'integrazione. Il loro figlio è già iscritto in una scuola e stanno imparando l'italiano», ha aggiunto Paolo Parisini, presidente della Comunità di 
Sant'Egidio Fvg. Annuisce Jehad: «Mi manca tutto della mia città, ma qui ho la pace, la tranquillità e mai avrei immaginato di incontrare persone così gentili».


 LESEN SIE AUCH
• NEWS
18 Dezember 2017

Internationaler Tag der Migranten – für eine Kultur des Dialogs, der Gastfreundschaft und der Inklusion

IT | ES | DE | FR | CA
22 November 2017

Auch in Belgien werden humanitäre Korridore für die Flüchtlinge eingerichtet

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
7 November 2017
BANGLADESCH

Die ersten Hilfslieferungen von Sant’Egidio für die Rohingyaflüchtlinge in den Lagern in Bangladesch

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
20 Oktober 2017
POLEN

Über 30 Städte Polens im Gebet für die Flüchtlinge vereint

IT | ES | DE | RU | PL
19 Oktober 2017

Migranten, Sant’Egidio – die heute vom Europaparlament eingeleitete Reform des Dublin-Verfahrens ist positiv

IT | ES | DE | FR
25 September 2017
BERLIN, DEUTSCHLAND

Sant'Egidio erreicht Familienzusammenführung von Flüchtlingen durch einen humanitären Korridor

alle neuigkeiten
• RELEASE
13 März 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

26 Februar 2018
Roma sette

Congo e Sud Sudan, Gnavi: «La liberazione ha il nome di Gesù»

21 Februar 2018
OnuItalia

Rohingya: la crisi nei colloqui di Sant’Egidio con la premier del Bangladesh

14 Februar 2018

Der Weg bleibt beschwerlich

1 Februar 2018
La Stampa

Quelle brandine nella chiesa con gli angeli di Bernini

30 Januar 2018
La Vanguardia

Treinta sirios llegan a Italia con los llamados "corredores humanitarios"

die ganze presseschau
• GESCHEHEN
30 Januar 2018 | TRIEST, ITALIEN

Conferenza ''Trieste, città aperta e inclusiva''

ALLE SITZUNGEN DES GEBETS FÜR DEN FRIEDEN
• KEINE TODESSTRAFE
10 Oktober 2017

On 15th World Day Against the Death Penalty let us visit the poorest convicts in Africa

7 Oktober 2015
VEREINIGTE STAATEN

The World Coalition Against the Death Penalty - XIII world day against the death penalty

5 Oktober 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

24 September 2015

Pope Francis calls on Congress to end the death penalty. "Every life is sacred", he said

12 März 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

12 März 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

9 März 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 März 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 März 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

28 Februar 2015
VEREINIGTE STAATEN

13 Ways Of Looking At The Death Penalty

15 Februar 2015

Archbishop Chaput applauds Penn. governor for halt to death penalty

11 Dezember 2014
MADAGASKAR

C’est désormais officiel: Madagascar vient d’abolir la peine de mort!

gehen keine todesstrafe
• DOKUMENTE

Dossier: What are the humanitarian corridors

alle dokumente

FOTOS

970 besuche

709 besuche

688 besuche

986 besuche

855 besuche
alle verwandten medien