change language
sei in: home - rassegna stampa newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
9 Agosto 2016

Catania, giornate senza frontiere per i ragazzi sbarcati

Parte alla Playa la tre giorni «che istiga all'accoglienza» e alla memoria organizzata da Sant'Egidio. Coinvolge giovani italiani e i coetanei ospiti dei centri di accoglienza siciliani

 
versione stampabile

«Dalla Sicilia mandiamo un messaggio all'Europa: noi siamo quelli dell'istigazione all'accoglienza». Si "autodenunciano" i ragazzi riuniti a Catania dalla Comunità di Sant'Egidio e dai Giovani per la Pace per il torneo "Tre giorni senza frontiere" (9-11 agosto). Arrivano da tutta Italia e da diversi centri d'accoglienza siciliani, compreso il Cara di Mineo, il più grosso d'Europa. In 800, tra giovani italiani e coetanei sbarcati nell'ultimo periodo, parteciperanno alla tre giorni di giochi, integrazione e divertimento, che inizia oggi a Catania. Si alterneranno tornei in riva al mare alla Playa con momenti di ricordo dei morti nel Cimitero Mediterraneo (nei primi sette mesi di quest'anno, il numero di arrivi è lo stesso del 2015, ma i deceduti sono aumentati del 26%). L'Iniziativa è arrivata alla terza edizione: nacque per ricordare, a un anno di distanza dal 10 agosto 2013, la morte di sei ragazzi annegati a pochi metri dalla spiaggia catanese. Intanto cresce il numero dei partecipanti.
Alla presentazione di ieri, Sant'Egidio ha riunito tanti attori dell' "istigazione all'accoglienza" catanese: la Guardia Costiera, il Comune con il vicesindaco, il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone, il presidente della Comunità islamica di Sicilia e lo sponsorUnicredit. Spiega l'imam Kheit Abdelhafid della Moschea della Misericordia, la più grande del Meridione: «Questa iniziativa si colloca in un percorso comune: abbiamo accolto insieme i profughi dopo gli sbarchi. Li abbiamo ospitati in moschea e gli amici di SantEgidio portavano cibo e vestiti. Con loro abbiamo imparato a piangere sulle salme dei morti sbarcate al porto. Il servizio ai profughi ci ha fatto avvicinare all'unità tra i credenti, aumentando l'amicizia tra le nostre comunità e divenendo dialogo interreligioso che costruisce in città la civiltà del convivere».
Al Palazzo della Cultura di Catania interviene anche Mohammed Kabba, ivoriano che vive nel Cara di Mineo e che fa parte del movimento Giovani per la Pace. Durante l'anno, insieme ai ragazzi catanesi, diversi richiedenti asilo politico svolgono attività di volontariato con Sant'Egidio. Spiega Mohammed: «Integrazione è inserirsi nella città e renderlo visibile. Noi aiutiamo i poveri di Catania e andiamo a trovare gli anziani. Così combattiamo la solitudine, la loro e la nostra allo stesso tempo».


 LEGGI ANCHE
• NEWS
25 Gennaio 2018

'La nostra missione: una Global Friendship'. In un video il messaggio dei giovani europei per la #GiornatadellaMemoria

IT | EN | DE | FR | HU
24 Gennaio 2018

I Giovani per la Pace contro il razzismo. Il loro messaggio in un video

23 Gennaio 2018
PERU

La Comunità di Sant'Egidio di Lima agli incontri con papa Francesco in Perù

IT | ES | DE | FR | PT
19 Gennaio 2018
MÖNCHENGLADBACH, GERMANIA

La Storia di Rawan: dalla guerra in Iraq alla Scuola della Pace

IT | ES | DE | NL | HU
18 Gennaio 2018

Anziani, Sant'Egidio: la creazione di un Ministero per la solitudine nel Regno Unito è un campanello di allarme

IT | EN | ES | DE
13 Gennaio 2018

Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati: il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018

tutte le news
• STAMPA
13 Marzo 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

18 Gennaio 2018
Internazionale

La Sicilia si salva con gli immigrati

18 Gennaio 2018
SIR

Ministero per la solitudine: Comunità Sant’Egidio, “problema da non sottovalutare”. Servono “reti di protezione” e “alleanze tra generazioni”

14 Gennaio 2018
Kirchen Zeitung-Aachen

Rawan Thamer, 20, Studentin , Mönchengladbach  

13 Gennaio 2018
SIR

Belgio: vescovi in visita alle famiglie di profughi accolti nelle diocesi

2 Gennaio 2018
La Sicilia

Anche a Catania ieri in marcia per l'eguaglianza contro la povertà

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
27 Gennaio 2018 | NAPOLI, ITALIA

Naples without violence. La solidarietà cambia il mondo

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

Le vittime dei viaggi della speranza - grafici

tutti i documenti

FOTO

1399 visite

1563 visite

1523 visite

1534 visite

1493 visite
tutta i media correlati