change language
você está em: home - recortes de imprensa newsletterlink

Support the Community

  
23 Setembro 2016

La giornata di preghiera ad Assisi

Andrea Riccardi: Le guerre di religione sono contro le religioni

L'evento ha espresso la fede che, al di là dei nostri sforzi, Dio può dare la pace

 
versão para impressão

Papa Francesco è andato ad Assisi assieme a molti leader religiosi cristiani - tra cui il patriarca Bartolomeo I e l'arcivescovo anglicano Welby -, ebrei, musulmani, buddhisti ed esponenti di altre religioni asiatiche. C'erano anche laici umanisti, come Zygmunt Bauman.  Il 20 settembre era l'ultimo giorno di un meeting che ha raccolto esponenti delle religioni, umanisti, gente di cultura attorno al bisogno di pace del mondo: Sete di pace è stato il titolo dell'incontro.
La giornata è stata dedicata alla preghiera, come quella di trent'anni fa, il 27 ottobre 1986, quando - per la prima volta - Giovanni Paolo II pregò con le altre religioni perché il mondo fosse liberato dalla guerra. Francesco ha voluto ricordare quella giornata e il cammino intrapreso in questi anni, quando lo spirito di Assisi è divenuto un fatto di popolo. Lui stesso, a Buenos Aires, ha vissuto lo spirito di dialogo con cristiani di altre confessioni, ebrei, musulmani.
Il 20 settembre ha voluto essere una giornata di pace. E un segno di condivisione delle religioni verso le sofferenze per la guerra, il terrorismo e la violenza. C'erano anche rifugiati e testimoni di situazioni di conflitto. Si sono ascoltate le tante domande di pace. Gli avvenimenti tragici di guerra, specie nella Siria devastata dal conflitto, sono stati presenti in modo particolare. Anzi, si è ricordato alla comunità internazionale come non si possano dimenticare tanti conflitti ancora aperti.
La guerra è terribile, ma quando è fatta in nome dei valori religiosi diventa blasfema. Il Papa ha proclamato con forza che solo la pace è santa, mai la guerra! Chi meglio di tanti leader religiosi per affermare che la «guerra di religione è una guerra contro la religione»? Si potrebbe dire che è stata una straordinaria "scomunica" del terrorismo e della violenza religiosamente ispirati.
La preghiera di Assisi ha voluto essere una protesta contro la guerra, ma ha rappresentato anche una testimonianza di speranza: ha espresso la fede che, al di là dei nostri sforzi, Dio può dare la pace. Questa è la radice della speranza: Dio ascolta la nostra preghiera! I muri dell'impossibile possono cadere. Sono caduti molti muri tra gente di religione diversa. Assisi è stato un rinnovato messaggio di concordia: vivere insieme in pace è possibile. Questo messaggio vuole contagiare le comunità religiose, specie quelle che vivono in zone di guerra, laddove la storia divide od oppone. Vuole disarmare e ammonire i violenti. Da questa preghiera di Assisi del 2016 riparte, con più speranza, il cammino dei cercatori di pace. 


 LEIA TAMBÉM
• NOTÍCIA
22 Dezembro 2017
ROMA, ITÁLIA

Andrea Riccardi foi recebido em audiência pelo Papa Francisco: corredores humanitários e paz entre os temas do encontro

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID
22 Dezembro 2011

Andrea Riccardi - notícias de imprensa internacional

IT | ES | DE | FR | PT
todas as notícias
• DIVULGAÇÃO
11 Fevereiro 2019
Vatican Insider

Riccardi: tra Italia e Vaticano c’è freddezza ma non rottura

22 Fevereiro 2018
Br-Online

Interview mit Sant'Egidio Mitgründer Andrea Riccardi

22 Fevereiro 2018
Famiglia Cristiana

La preghiera sia un urlo contro le guerre

21 Fevereiro 2018
Famiglia Cristiana

La rivoluzione dell'amore e della tenerezza, l'unica necessaria #santegidio50

21 Fevereiro 2018
Famiglia Cristiana

I 50 anni di Sant'Egidio. L'abbraccio.

20 Fevereiro 2018
La Repubblica.it

Mattarella: "L'Italia ha bisogno di solidarietà, non di divisioni"

todos os press releases
• EVENTOS
3 Dezembro 2017

Incontro con Andrea Riccardi, oggi alle 12.15 e alle 20:30 a Soul, TV2000

TODAS AS REUNIÕES DE ORAÇÃO PELA PAZ
• DOCUMENTOS
Comunità di Sant'Egidio

Programme of Assisi 2016 - Thirst for peace - ENGLISH

todos os documentos

FOTOS

1492 visitas

1502 visitas

1693 visitas

1490 visitas

1521 visitas
todos os meios de comunicação relacionados