change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - adozioni a distanza - haiti: n...t'egidio newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Haiti: Notizie da Lakay Mwen, la scuola dei bambini del programma di adozioni a distanza della Comunità di Sant'Egidio


 
versione stampabile

Haiti: Notizie da Lakay Mwen, la scuola dei bambini del programma di adozioni a distanza della Comunità di Sant'Egidio, diventata un rifugio per quelli che hanno perso la casa
26 gennaio 2010

Dal 2005 il programma di adozioni a distanza della Comunità di Sant'Egidio è attivo ad Haiti, dove sostiene un gruppo di bambini e ragazzi che abitano alla periferia di Port-au Prince, a 7 km dal centro.

In questi anni è stato possibile garantire loro l’istruzione primaria e secondaria presso la scuola Lakay Mwen - che accoglie 1500 studenti dalle elementari alle superiori - l’accesso alle cure mediche e una sana e ricca alimentazione.

La zona in cui abitano i bambini è costituita principalmente da baracche di fortuna fatte di legno, lamiera, terra battuta o mattoni grezzi. Piccole case di pochi metri quadri, dove c’è spazio solo per un letto, il tavolo e le sedie, un rudimentale scaffale.Molte di queste casette sono state rase al suolo dal terremoto e la gente, rimasta senza niente, vive e dorme per la strada.

Al momento del terremoto (17.00 ora locale) la scuola era piena di studenti. Le lezioni infatti si svolgono in turni differenziati: la mattina le elementari, il pomeriggio il liceo e i corsi di formazione professionale di falegnameria, cucito ed informatica. Fortunatamente l’edificio scolastico, costruito anche grazie al sostegno delle adozioni a distanza nel 2005, non è crollato nonostante abbia subito alcuni danni.

I ragazzi sono stati radunati immediatamente nel cortile della scuola, raggiunti subito dopo dalle famiglie che insieme a molti abitanti della zona hanno chiesto di poter passare lì la notte.

Dal 12 gennaio il cortile della scuola è diventato per molti un luogo di rifugio e protezione, forse l’unico posto accogliente in questa situazione di terrore e devastazione.

Anche gli anziani che vivevano nelle casette costruite accanto alla scuola, crollate o danneggiate con il terremoto, dormono ora nel cortile. Si tratta di anziani soli che  la Comunità di Sant’Egidio sostiene attraverso il programma W Gli Anziani già dal 2002. Purtroppo nel crollo, è morto Apollon, uno dei nostri primi anziani amici.

Il buio della notte fa paura, e nel silenzio si sentono spesso grida di aiuto. Negli ultimi giorni sono aumentati gli atti di violenza e rapina, e per questo ogni notte si fanno i turni per sorvegliare l’area, anche perché il muro di cinta è crollato.

Il nostro referente locale, con cui siamo riusciti a metterci in contatto subito dopo il terremoto, ci ha fatto sapere che c’è urgenza di generi alimentari, vestiti e gasolio per l’elettricità e le comunicazioni.

Con il sostegno delle adozioni a distanza risponderemo innanzitutto all’emergenza e alle necessità dei bambini e degli anziani.

Poi ci sarà bisogno di ricostruire le case degli anziani e delle famiglie dei bambini, ma per riuscirci c’è bisogno dell’aiuto di tanti.
Chi lo desidera potrà contribuire attivando un’adozione
a distanza

Il
 contributo servirà in primo luogo ad affrontare l’emergenza, per poi sostenere le necessità di un bambino.

Per aderire è necessario compilare la scheda di adesione specificando “per HAITI” a fianco al tipo di adozione scelta e inviarla firmata a:

Comunità di Sant'Egidio
Adozioni a distanza
Piazza S.Egidio 3/a, 00153 ROMA


oppure via fax allo 06.5800197

oppure per e-mail:
[email protected]

Immagini
La scuola Lakay Mwen prima del terremoto
La scuola Lakay Mwen prima del terremoto
Galleria di Immagini



Le case degli anziani dopo il terremoto
Galleria di Immagini

Le case degli anziani dopo il terremoto
Galleria di Immagini
 
Le case degli anziani dopo il terremoto
Galleria di Immagini

Le tende costruite nel cortile della scuola
Lakay Mwen dopo il terremoto
Galleria di Immagini

Le tende costruite nel cortile della scuola
Lakay Mwen dopo il terremoto
Galleria di Immagini

Haiti - Le tendopoli e la città dopo il terremoto

Haiti - Le tendopoli e la città dopo il terremoto

Haiti - Le tendopoli e la città dopo il terremoto

Haiti - Le tendopoli e la città dopo il terremoto

Adozioni a distanza


Altre iniziative

 

NEWS CORRELATE
11 Gennaio 2018
MALAWI

Vestiti nuovi per 160.000 bambini in Malawi


Grazie all'accordo con la Guardia di Finanza e il Ministero degli Affari Esteri italiano
IT | ES | DE | FR | PT | NL | HU
22 Dicembre 2017
BANGLADESH

Non dimentichiamo il popolo rohingya: la seconda missione di Sant'Egidio nei campi profughi


Gli aiuti portati finora e i progetti da realizzare
IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
14 Dicembre 2017
LIBIA

Libia: aiuti umanitari agli ospedali della regione del Fezzan


uno spiraglio nella difficile situazione libica
IT | ES | DE | FR | NL
29 Novembre 2017

In partenza una nuova missione di Sant'Egidio nei campi dei rohingya in Bangladesh


Mentre si svolge la visita di papa Francesco in Myanmar e Bangladesh la Comunità avvia nuovi programmi di sostegno ai profughi. DONA ORA
IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | PL
20 Novembre 2017

Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia: Sant'Egidio dalla parte dei bambini


Le Scuole della Pace, il programma "Bravo!", i centri nutrizionali, il programma DREAM... come la Comunità protegge i diritti dei più piccoli
IT | ES | DE
7 Novembre 2017
BANGLADESH

I primi aiuti di Sant'Egidio per i profughi rohingya arrivano nei campi in Bangladesh


Un popolo di bambini a cui manca tutto: Réportage da un luogo di dolore
IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
25 Novembre 2017
La Vanguardia
La Comunidad de San Egidio se vuelca con los rohinyá mientras se espera al Papa
14 Novembre 2017
Radio Vaticana
Viaggio tra i profughi Rohingya, fuggiti dal Myanmar
23 Agosto 2017
Domradio.de
"Franziskus kann für Umdenken sorgen"
21 Potrebbe 2017
Corriere della Sera
Ivanka vedrà il Pontefice e poi andrà a Sant'Egidio
16 Novembre 2016
Münstersche Zeitung
"Grazie mille, Papa Francesco"
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

281 visite

612 visite

651 visite

657 visite

500 visite
tutta i media correlati

Per adottare a distanza un bambino ci si può rivolgere a:

Segreteria delle
adozioni a distanza
Comunità di Sant'Egidio
lun-gio-ven h.9,30-13.30
Tel. 06.5814217

oppure tramite e-mail