change language
anda berada di: home - kliping berita newsletterlink

Support the Community

  
6 Februari 2018

«Ma l'integrazione da noi è possibile»

L’intervista. Impagliazzo, Comunità SantEgidio: «L’integrazione in Italia? Anche se non è regolata da leggi appropriate che ne favorirebbero il processo, come lo Ius soli e lo Ius culturae, ha ormai raggiunto livelli avanzati, più di quanto si possa pensare».

 
versi cetak

Riflettendo sul tema della convivenza tra italiani e migranti, Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, forte dell’esperienza quotidiana maturata in un movimento che da 50 anni lavora sul fronte dell’accoglienza e dell’integrazione, tratteggia un quadro più confortante del previsto: «Una bella realtà che non corrisponde affatto alla percezione negativa dell’immigrazione diffusa nel nostro Paese».
Ma dove si può osservare? In quali cointesti? Negli ultimi giorni i fatti di cronaca, tra episodi di violenza e intolleranza, sembrano suggerirci tutt’altro.
«Grazie all’impulso delle comunità cristiane e dei sindacati, l’inclusione si è sviluppata in ogni ambito, da quello lavorativo a quello familiare, tanto che oggi i migranti costituiscono un tassello fondamentale della nostra economia e del nostro welfare. Pensiamo solo alla presenza delle badanti, fattore umano di integrazione, elogiate due settimane fa dal Papa: siamo il Paese europeo che ne ha di più. Per non parlare del mondo della scuola, primo luogo di scambio e socialità, dove ormai i bambini italiani hanno imparato a conoscere i figli degli immigrati».
Succede anche nei quartieri degradati, nelle nostre periferie?
«Lì è tutto molto più difficile, i rapporti sono tesi, soprattutto a causa dell’emergenza abitativa, delle tante case sfitte e occupate. Un problema che mette l’una contra l’altra migliaia di famiglie. Ma anche in queste aree qualcosa sta cambiando, proprio a partire dal contesto scolastico, dove si creano le fondamenta dell’integrazione».
Rispetto ad altri Paesi Ue con una forte presenza di migranti qual è il livello di inclusione in Italia?
«Difficile stabilire se è più alto o più basso. Di certo, anche se non abbiamo “modelli” di integrazione come quello tedesco, francese o britannico (peraltro falliti), possiamo contare su due grandi vantaggi. Il primo: in Italia non esiste un gruppo prevalente di immigrati, come gli algerini in Francia, i turchi in Germania o i pachistani nel Regno Unito, ma c’è una differenziazione delle presenze, con persone che arrivano da oltre 150 Paesi del mondo, e ciò impedisce la formazione di un gruppo prevalente, rendendo la convivenza sociale più gestibile e tranquilla. Il secondo: la maggioranza di immigrati è rappresentata da donne, grande veicolo dialogo e inclusione».
Ma gli italiani come sono visti dai migranti?
«Nonostante gli episodi di razzismo siano in aumento, ci percepiscono sempre come persone accoglienti e inclusive, ma continuano a guardare l’Italia come un Paese di transito, con poche opportunità di lavoro».


 JUGA MEMBACA
• BERITA
5 Februari 2018

MEDIATOR ANTARBUDAYA, FAKTOR INTEGRASI DALAM SEBUAH MASYARAKAT YANG PLURAL: HARI INI PENYERAHAN DIPLOMA

IT | ID
13 November 2017
KUPANG, INDONESIA

Menuju usia Sant'Egidio ke-50 tahun, Pertemuan Komunitas Indonesia di pulau-pulau Timor dan Flores

IT | ES | FR | PT | CA | ID
12 November 2017
INDONESIA

Kunjungan Marco Impagliazzo ke Sekolah damai dan Mensa (kantin gratis) untuk orang miskin Sant’Egidio di Jakarta

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU | ID
10 November 2017
INDONESIA

Sant'Egidio dan Muhammadiyah menandatangani kesepakatan baru di Jakarta untuk dialog perdamaian dan dialog antaragama

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | PL
9 Oktober 2017
ROMA, ITALIA

Dialog antar agama dan komitmen untuk pengungsi dalam pembicaraan dengan Menteri Luar Negeri Indonesia di Sant'Egidio

IT | EN | NL | ID
9 Oktober 2017
ROMA, ITALIA

Presiden Jerman Steinmeier mengunjungi Komunitas Sant’Egidio: “jadikan dunia tempat yang damai”

IT | EN | DE | ID
semua berita
• RELEASE
11 Februari 2019
Vatican Insider

Riccardi: tra Italia e Vaticano c’è freddezza ma non rottura

27 Februari 2018
Avvenire

Cei. Atterrati a Roma 113 profughi. «La cooperazione fra istituzioni fa miracoli»

27 Februari 2018
Vatican Insider

Corridoi umanitari, 114 profughi dall’Etiopia. Galantino: no allo sciacallaggio politico

27 Februari 2018
Agenzia SIR

Corridoi umanitari: Impagliazzo (Comunità Sant’Egidio), “polemiche politiche finiranno ma il futuro è nell’integrazione”

26 Februari 2018
Avvenire

Emergenza freddo. Rifugi e parrocchie aperte ai senza dimora

24 Februari 2018
Vatican Insider

Maltempo, Sant’Egidio: non lasciamo soli i senza dimora

semua rilis pers
• ACARA
18 Januari 2018 | ROMA, ITALIA

'Siamo qui, siamo vivi. Il diario inedito di Alfredo Sarano e della famiglia scampati alla Shoah'. Colloquio sul libro

SEMUA PERTEMUAN DOA UNTUK DAMAI
• ADA HUKUMAN MATI
10 Oktober 2017

On 15th World Day Against the Death Penalty let us visit the poorest convicts in Africa

7 Oktober 2015
AMERIKA SERIKAT

The World Coalition Against the Death Penalty - XIII world day against the death penalty

5 Oktober 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

24 September 2015

Pope Francis calls on Congress to end the death penalty. "Every life is sacred", he said

12 Maret 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

12 Maret 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

9 Maret 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Maret 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Maret 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

28 Februari 2015
AMERIKA SERIKAT

13 Ways Of Looking At The Death Penalty

15 Februari 2015

Archbishop Chaput applauds Penn. governor for halt to death penalty

11 Desember 2014
MADAGASKAR

C’est désormais officiel: Madagascar vient d’abolir la peine de mort!

pergi ke tidak ada hukuman mati
• DOKUMEN

Speech of Marco Impagliazzo at the UN Security Council on the situation in the Central African Republic

semua dokumen

FOTO

218 kunjungan

213 kunjungan

250 kunjungan

128 kunjungan

130 kunjungan
semua media terkait