change language
sei in: home - news newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  
4 Giugno 2012 | SAN FELICE SUL PANARO, ITALIA

Racconti dai luoghi del sisma

Terremoto in Emilia: i nostri aiuti

Aiuti agli anziani e acqua potabile, le priorità di intervento scelte dalla Comunità di Sant'Egidio

Terremoto in Emilia Romagna   Terremoto in Emilia
 
versione stampabile

Nei giorni scorsi, le Comunità di Sant'Egidio che vivono più vicine all'epicentro del sisma, Parma e Padova, si sono recate nuovamente nei luoghi più colpiti per individuare le priorità e assicurare i soccorsi più urgenti. Particolarmente drammatica è la condizione degli anziani, numerosi in queste zone, che soffrono in maniera acuta l'allontanamento dalle loro case. Un'altra emergenza è l'acqua potabile. 

CLICCA PER DONARE - "CAUSALE TERREMOTO EMILIA ROMAGNA" >

Pubblichiamo alcuni passaggi dei loro racconti: 

San Felice sul Panaro - La rocca semidistrutta dal terremoto"A San Felice sul Panaro, dopo la seconda scossa, le cose sono cambiate di molto rispetto alla nostra precedente visita.
Sono aumentati i campi della protezione civile, da 3 a 4, e molti di più sono coloro che si sono accampati autonomamente sotto casa propria. Se prima era possibile girare il centro storico del paese, pur con qualche transenna, ora tutta l'area è chiusa.La rocca, simbolo di San Felice, è ulteriormente e gravemente danneggiata.

Ci rechiamo al Centro giovanile don Bosco, l'unica struttura della parrocchia ad essere rimasta in piedi. Lì troviamo persone che vi alloggiano, donne che fanno il bucato a mano, tanti volontari, soprattutto giovani che ci chiedono di ricordarci anche di Cavezzo. 

Terremoto in Emilia - Il gruppo della Comunità di Sant'EgidioPortiamo un bancale di acqua da 9 quintali offerta dal C.i.b. di Reggio Emilia e alcuni prodotti tra cui quelli per l'infanzia. Insieme ai ragazzi della parrocchia facciamo catena per consegnare l'acqua al parroco don Giorgio. Con l'impegno a recuperarne altra.

Torniamo al campo allestito dentro la scuola media: è impressionante vedere come le tende siano raddoppiate! Come ci dice il responsabile, quel campo è diventato la piazza del paese.

Ci sono tanti anziani in carrozzina con le loro badanti, ma anche tanti stranieri con i bambini piccoli. Con la chitarra iniziamo a cantare canzoni popolari ed in breve in tanti si radunano intorno a noi e si forma un clima di allegria. Verso le 14 incontriamo con il ministro Andrea Riccardi, venuto a incontrare la popolazione e i volontari nel giorno della festa della Repubblica.

La liturgia celebrata in una tendopoli di San Felice sul PanaroNel pomeriggio ci dividiamo in gruppi per visitare Medolla, Cavezzo, Mirandola e Finale Emilia. Il passaggio per i quartieri industriali con i loro capannoni, crollati o inagibile in parte considerevole, rende ancora più impressionante la dimensione del terremoto.

Terminiamo la giornata tornando nella tendopoli della scuola media di San Felice sul Panaro, dove si celebra la messa sotto il tendone della mensa.

Altri gruppi della Comunità si sono recati nelle case di riposo della zona, che ospitano gli anziani rimasti senza casa.

"Alla Poli abbiamo incontrato il gruppo più numeroso di sfollati dalle zone del sisma, tutti anziani non autosufficenti, molti del quali accompagnati dalle loro badanti. Tutti vogliono parlare del terremoto, ricordare i momenti più difficili, come quelli delle scosse che hanno fatto cadere suppellettili e armadi, o quelli della evacuazione dalla casa di riposo di Mirandola. Questo bisogno di parlare e riparlare serve a rendere più normale quello che normale non è stato, per rendere razionali le grandi paure passate.

Terremoto in Emilia - La visita alla Casa di Riposo per anziani di RoccabiancaLe badanti, per lo più donne dell'Est Europa, fanno quello che facevano prima del sisma: accudiscono i loro assistiti per non pesare sulla struttura che li accoglie. Alcuni hanno più di 90 anni.

Ci colpisce una donna, magrissima, in un letto. Ci hanno detto che non paral da giorni, ma lei ci fissa con gli occhi prima impauriti, poi stupiti: sembra che voglia chiedere qualcosa. Proviamo a dirle: se vuoi pregare con noi, stringi più forte la mano. E così ha fatto. Abbiamo cominciato a recitare il Padre Nostro; dopo le prime frasi, anche lei si è unita a noi nella preghiera. E' stato un momento veramente toccante".  

Ci siamo recati a Roccabianca, nella casa di riposo Norge, in quella di Varano de' Melegari, dove abbiamo anche incontrato il vice Sindaco con un Assessore che si rendono disponibili a contribuire in qualche modo agli aiuti,  e infine nella casa di riposo di Ramiola, tutte in provincia di Parma. Molti degli anziani ospitati provengono da Mirandola e San Felice sul Panaro, i luoghi più colpiti".

Terremoto in Emilia - La solidarietà della Comunità di Sant'Egidio con gli anziani copliti dal sisma Terremoto in Emilia - La solidarietà della Comunità di Sant'Egidio con gli anziani copliti dal sisma
Terremoto in Emilia - La solidarietà della Comunità di Sant'Egidio con gli anziani copliti dal sisma

 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Febbraio 2018

Mediatori interculturali, fattore di integrazione in una società plurale: oggi consegna dei diplomi

IT | ID
1 Febbraio 2018
BARCELLONA, SPAGNA

Anche a Barcellona, la Guida per chi è senza dimora 'On menjar, dormir i rentarse'. Quest'anno diventa una APP, utile per chi ha bisogno di aiuto e per chi vuole aiutare

IT | ES | CA
18 Gennaio 2018

Anziani, Sant'Egidio: la creazione di un Ministero per la solitudine nel Regno Unito è un campanello di allarme

IT | EN | ES | DE
6 Gennaio 2018

A Thiene, in Veneto, è stato istituito un indirizzo virtuale per chi è senza dimora: Via della Comunità di Sant'Egidio

4 Gennaio 2018

Per i terremotati di Amatrice l'anno nuovo comincia con la solidarietà dei Giovani per la Pace di Roma

IT | PT
2 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

Una visita alla mostra degli artisti disabili "La forza degli anni" aperta a Roma fino al 9 dicembre

tutte le news
• STAMPA
11 Febbraio 2019
Vatican Insider

Riccardi: tra Italia e Vaticano c’è freddezza ma non rottura

13 Marzo 2018
RP ONLINE

Flucht, Abi, Studium

15 Febbraio 2018
La Nazione

Un pasto per chi non ha nulla. Ecco come si può dare una mano

7 Febbraio 2018
Avvenire

L'Italia già «casa comune». Anziani e badanti, la forza di un abbraccio di debolezze

6 Febbraio 2018
Giornale di Sicilia

«Ma l'integrazione da noi è possibile»

5 Febbraio 2018
SIR

Immigrazione: Comunità Sant’Egidio, oggi anche la ministra Fedeli alla consegna dei diplomi per mediatori interculturali

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
25 Gennaio 2018 | PADOVA, ITALIA

Convegno ''La città del noi, una proposta per Padova''

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI
Comunità di Sant'Egidio

Progetto ''Una città per gli anziani, una città per tutti''

Comunità di Sant'Egidio

Scheda del programma Viva gli Anziani (Giugno 2017)

Alcuni dati: il numero di anziani soli in Italia

Alcuni dati: popolazione anziana nel mondo

I dati del programma Viva gli Anziani!

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

tutti i documenti
• LIBRI

Le città vogliono vivere





Giuliano Ladolfi Editore
tutti i libri

FOTO

213 visite

250 visite

218 visite
tutta i media correlati