change language
nyní se nacházíte v: home - pŘehled tisku newsletterkontaktlink

Support the Community

  
12 Listopad 2013

L'appello del Papa. Il mondo si muove

L'Angelus e poi un tweet: «Siate generosi» . Dalla Cei tre milioni di euro Soccorsi anche dalla Caritas, Migrantes, Ue e dal governo di Roma

 
verze pro tisk

ROMA Domenica l'appello all'Angelus. Quindi il pronto stanziamento di 150mila dollari attraverso il Pontificio Consiglio "Corunum". E ieri un tweet: «Ricordiamo le Filippine, il Vietnam e l'intera regione colpita dal tifone Haiyan. Siate generosi nella preghiera e con l'aiuto concreto». Papa Francesco è spiritualmente e concretamente al fianco delle popolazioni messe in ginocchio dalla terribile tempesta. E le sue ripetute esortazioni («preghiamo per questi nostri fratelli e sorelle e cerchiamo di far giungere ad essi anche il nostro aiuto concreto», aveva detto all'Angelus) sono state prontamente raccolte. Ieri la presidenza della Cei ha disposto uno stanziamento di tre milioni di euro dai fondi derivanti dall'otto per mille, da destinarsi alla prima emergenza. Una cifra pari a quella stanziata dalla Commissione europea, che ha anche attivato il meccanismo di protezione civile dell'Unione secondo quanto annunciato dalla commissaria Kristalina Georgieva.

Aiuti di prima emergenza anche dal governo italiano. «Un milione e mezzo di euro tra beni materiali e fondi alle agenzie che si stanno occupando dell'emergenza», ha detto il vice ministro degli Esteri, Lapo Pistelli. Naturalmente all'appello di Papa Francesco hanno risposto anche molti organismi ecclesiali e della società civile. La Caritas italiana ha stanziato 100mila euro, la Caritas della diocesi di Roma 30mila e ha aperto una sottoscrizione. Inoltre, attraverso un comunicato della Fondazione Migrantes, le comunità cattoliche filippine in Italia hanno espresso dolore e preoccupazione per quanto avvenuto in Patria. Sono oltre 150.000 i filippini che vivono e lavorano in Italia, la maggioranza dei quali cattolici (pastoralmente e spiritualmente sono seguiti da 120 sacerdoti). A Roma sono 34mila, a Milano 35mila. Sempre da Migrantes è giunta la proposta di detassare le rimesse che i filippini "italiani" mandano in patria. Una raccolta fondi è stata promossa anche dalla Comunità di Sant'Egidio, che in collaborazione con l'ambasciata filippina presso la Santa Sede, sta organizzando la «partenza di un container di aiuti forniti dalla città eco-solidale di Roma: capi di bbigliamento, cibo in scatola, ausili medici per anziani e altro materiale sanitario».  

Gli aiuti, fa sapere un  comunicato, «raggiungeranno direttamente la zona di Cebu, la più colpita e saranno distribuiti dalla Comunità di Sant'Egidio filippina, che in questi giorni sta provvedendo ai primi aiuti e all'accoglienza temporanea delle vittime del tifone». Aiuti in denaro possono essere inviati anche tramite la Croce Rossa e altre organizzazioni umanitarie. L'Unicef ha calcolato che fino a 4 milioni di bambini potrebbero essere stati colpiti dal disastro: per questo l'agenzia dell'Onu che si occupa dell'infanzia sta accelerando l'invio di aiuti d'emergenza e ha approntato una raccolta fondi. Anche Medici Senza Frontiere è in prima linea nell'emergenza: già arrivata a Cebu una prima équipe, mentre 200 tonnellate di materiali medico -logistici giungeranno nei prossimi giorni. Infine l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha inviato nelle zone colpite 4 kit di emergenza con medicine e attrezzature per coprire i bisogni sanitari di 120mila persone per un mese e scorte per eseguire 400 interventi chirurgici. Tra i farmaci ci sono anche i kit per trattare tremila casi acuti di diarrea, mentre vengono allestiti numerosi ospedali da campo. 


 PŘEČTĚTE SI TAKÉ
• ZPRÁVY
16 Červen 2014
ŘÍM, ITÁLIE

Prayer, poor and peace in the heart of the meeting of Pope Francis with the Community of Sant'Egidio

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU | ID | PL | HU | CS | UK
15 Červen 2014
ŘÍM, ITÁLIE

On Sunday 15 June Pope Francis will visit the Community of Sant'Egidio. The meeting with the poor at the core of the day

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU | ID | PL | HU | CS | ZH | UK
všechny novinky
• ZPRÁVA
25 Únor 2018
kathpress

Kardinal Marx fordert mehr Engagement für Einheit der Menschen

25 Únor 2018
Domradio.de

"Gräben zuschütten"

25 Únor 2018

„Gräben zuschütten, Spaltungen überwinden“

24 Únor 2018
Domradio.de

Im Dienst der karitativen Arbeit

22 Únor 2018
Br-Online

Interview mit Sant'Egidio Mitgründer Andrea Riccardi

22 Únor 2018
Sonntagsblatt

Die katholischen 68er

všechny tiskové zprávy
• NO TREST SMRTI
10 Říjen 2017

On 15th World Day Against the Death Penalty let us visit the poorest convicts in Africa

7 Říjen 2015
SPOJENÉ STÁTY

The World Coalition Against the Death Penalty - XIII world day against the death penalty

5 Říjen 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

24 Září 2015

Pope Francis calls on Congress to end the death penalty. "Every life is sacred", he said

12 Březen 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

12 Březen 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

9 Březen 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Březen 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Březen 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

28 Únor 2015
SPOJENÉ STÁTY

13 Ways Of Looking At The Death Penalty

15 Únor 2015

Archbishop Chaput applauds Penn. governor for halt to death penalty

11 Prosinec 2014
MADAGASKAR

C’est désormais officiel: Madagascar vient d’abolir la peine de mort!

přejít k žádnému trestu smrti
• DOKUMENTY

Libya: The humanitarian agreement for the region of Fezzan, signed at Sant'Egidio on June 16th 2016 (Arabic text)

všechny dokumenty