change language
você está em: home - recortes de imprensa newsletterlink

Support the Community

  
19 Setembro 2016

«Amate anche i fratelli dell'Isis» Il messaggio forte arriva da Rouen

Monsignor Lebrun: `Padre Jacques è morto come Cristo`

 
versão para impressão

Mostra la foto di padre Jacques, assassinato in chiesa dai «soldati» dell'Isis. Ma insieme chiede «la grazia di amarli, come fratelli. Il che vuol dire che desidero ritrovarli nel Regno dei Cieli». E' un messaggio forte, un messaggio di pace quello che monsignor Dominique Lebrun, arcivescovo di Rouen, la diocesi francese in cui è stato assassinato a luglio padre Hamel, viene a portare ad Assisi nei tre giorni di incontro interreligioso. Prima seduto tra i vescovi cattolici nella Basilica superiore di San Francesco per la messa officiata da monsignor Domenico Sorrentino alla quale prendono parte anche ortodossi e protestanti. Poi monsignor Lebrun è al Teatro Lyrick, testimone d'eccezione di cosa significa vivere il terrorismo.
Voi lo avete vissuto sulla vostra pelle...
«Il dialogo non è morto, è morto padre Jacques. E' un sacrificio che assomiglia a quello di Cristo e Cristo continua a ispirare il nostro desiderio di dialogo. Padre Hamel appartiene alla schiera dei martiri. È beato, dice il Papa».
Monsignor Lebrun, cosa è venuto a testimoniare ad Assisi?
«Questo evento ci dà sete, sete di giustizia, sete di pace. E' stato un caso isolato ma rivela anche un mondo nel quale il male trova spazio. Siamo in un momento molto difficile ma la nostra speranza e la nostra volontà sono quelle di lavorare per un mondo di giustizia e di pace nel quale il male non troverà più spazio».
Ha parlato di giustizia. Quale, per padre Jacques e per tutti i cnstiani che hanno vissuto questo attacco?

«La giustizia della sua vita, sconosciuta, fedele al Vangelo, senza fare rumore, facendo il suo compito».
Lei crede sia in atto una guerra di religione?
«No. E' in atto un mondo, adesso veramente planetario, e allora questa nascita porta le sue scosse. Per me è il segno di una nascita nuova. Nessuno vuole più la guerra di religione I capi delle religioni di Francia hanno tutti dimostrato il loro rifiuto».
Anche i musulmani?
«Sì, sono venuti a salutarci nelle nostre chiese, in segno di riconoscenza del nostro lutto. E questo fa molto bene».
Tra le 511 delegazioni presenti, anche religiosi provenienti da Iraq e Siria I due «poli» della 'nuova' devastante guerra che sta combattendo il mondo. Harutium Salimian è un prete protestante arrivato dalla martoriata Aleppo: «La situazione in Siria non è buona, soprattutto ad Aleppo. Abbiamo pregato con la comunità ecumenica e la comunità di Sant'Egidio per la pace in ogni nazione e in particolare in Siria. Le grandi nazioni e i politici si devono farsi portatori di pace affinché la gente possa vivere in armonia e tolleranza in tutto il mondo e in particolare in Siria. I negoziati stanno avendo luogo in maniera intensa Tutti devono avere la volontà di sedersi intorno a un tavolo per avviare un reale cammino di pace».


 LEIA TAMBÉM
• NOTÍCIA
11 Março 2017
PARIS, FRANÇA

Também a França abre aos corredores humanitários para os refugiados da Síria

IT | ES | DE | FR | PT | NL | PL
27 Fevereiro 2017
ROMA, ITÁLIA

Refugiados, um ano de corredores humanitários comemorado hoje com uma nova chegada do Líbano

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
30 Janeiro 2017
ROMA, ITÁLIA

Mais de 540 refugiados da Síria em segurança com #corridoiumanitari! Obrigado aos que realizaram o sonho!

IT | EN | ES | DE | FR | PT | RU
5 Dezembro 2016

Salvar vidas humanas da guerra na Síria é possível: com os #corridoiumanitari

IT | ES | PT | CA
2 Dezembro 2016
ROMA, ITÁLIA

Aqui estão os rostos e as vozes dos refugiados sírios que fugiram da guerra, hoje em Itália, com os #corridoiumanitari

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU | HU
1 Dezembro 2016

Mais 100 refugiados salvos com #corridoiumanitari. O projeto completa um ano de vida e atinge uma cota de 500 pessoas

IT | DE | FR | PT
todas as notícias
• DIVULGAÇÃO
26 Fevereiro 2018
Roma sette

Congo e Sud Sudan, Gnavi: «La liberazione ha il nome di Gesù»

30 Janeiro 2018
La Vanguardia

Treinta sirios llegan a Italia con los llamados "corredores humanitarios"

30 Janeiro 2018
Avvenire

Corridoi umanitari. Italia, Francia, Belgio, Andorra: l'Europa che accoglie i siriani

30 Janeiro 2018
Il Sole 24 ore

Corridoi umanitari, a Fiumicino 30 profughi siriani dal Libano

30 Janeiro 2018
Vaticannews

Corridoi umanitari: la collaborazione ecumenica via della speranza

30 Janeiro 2018
La Repubblica

Trenta profughi siriani in Italia grazie ai corridoi umanitari

todos os press releases
• EVENTOS
10 Maio 2017 | TURIM, ITÁLIA

Conferenza sul martirio dei cristiani e il futuro della Siria

TODAS AS REUNIÕES DE ORAÇÃO PELA PAZ
• DOCUMENTOS
Comunità di Sant'Egidio

Programme of Assisi 2016 - Thirst for peace - ENGLISH

todos os documentos

FOTOS

708 visitas

687 visitas

763 visitas

986 visitas

855 visitas
todos os meios de comunicação relacionados