change language
sei in: home - amicizia...i poveri - amici in carcere - mozambic... carcere newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Mozambico: Il progetto “Diritti umani dei reclusi”, perchè la vita non finisca con il carcere


 
versione stampabile

Mozambico: Il progetto “Diritti umani dei reclusi”, perchè la vita non finisca con il carcere
27 aprile 2010

La povertà, la mancanza di una fonte di sostentamento, l'abbandono scolastico, l'assenza di un lavoro: sono queste le cause che spingono tanti, in Mozambico, come ovunque, ad una vita di espedienti, che facilmente scivolano nell'illegalità.

Sono queste le cause più frequenti di tante detenzioni, destinate e ripetersi all'infinito se non si affronta alla radice il problema di assicurare a chi è detenuto la possibilità concreta di mantenere se' e la propria famiglia, una volta tornato a casa.

E' per questo che la Comunità di Sant'Egidio, ormai da molti anni,  si impegna nella formazione dei detenuti mozambicani, non solo con i corsi di alfabetizzazione, ma anche con specifici corsi professionali, che, insegnando un mestiere, aiutano il reinserimento sociale alla fine della pena.

Corsi di ceramista, panettiere, falegname, calzolaio.... tornare a casa così, con "un mestiere in mano", e a volte concretamente con gli arnesi del mestiere regalati alla fine del corso significa davvero una svolta verso una vita nuova.

Quest’anno l’impegno della Comunità in questo settore si è rafforzato, grazie anche ad uno specifico progetto, sostenuto anche dall’Ambasciata di Olanda a Maputo, dal titolo “Direitos humanos dos reclusos”.

Iniziato nel giugno 2009, durerà tre anni (fino al 31 dicembre 2011). Prevede corsi di formazione sui diritti umani per i volontari della Comunità che si recano in visita ai detenuti e corsi di formazione professionale ai detenuti di tre province mozambicane. Nel 2009 il progetto è iniziato dalla Provincia di Niassa, nel 2010 si è esteso a quella di Cabo Delgado, nel 2011 raggiungerà Nampula.

Fino ad ora sono stati realizzati già una serie di laboratori: a Lichinga è stato costruito un padiglione per ospitare il corso di falegnameria, dotato di utensili si aelettrici che manuali.
Anche un laboratorio di cucito è stato avviato recentemente con l'acquisto di macchine da cucire professionali.

Immagini



NEWS CORRELATE
4 Gennaio 2018
PADOVA, ITALIA

'Tutti abbiamo servito tutti': una lettera dal carcere racconta il pranzo di Natale

22 Dicembre 2017
NAKURU, KENYA

In certe parti del mondo, l'acqua è il più bel regalo di Natale: una cisterna per le detenute di Nakuru in Kenya

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
21 Novembre 2017
MOZAMBICO

In Mozambico 100 mila i bambini registrati grazie a BRAVO!


L’atto di nascita protegge la loro vita da possibili maltrattamenti e abusi
IT | ES | DE | PT | NL | RU
15 Novembre 2017
MAPUTO, MOZAMBICO

A Maputo una conferenza con mons. Matteo Zuppi per celebrare i 25 anni di pace in Mozambico guardando al futuro

IT | ES | DE | PT
28 Ottobre 2017
BLANTYRE, MALAWI

Dall'abisso alla luce dopo 10 anni: la storia vera di un'ingiustizia riscattata con l'amore in Malawi

IT | EN | ES
23 Ottobre 2017
BEIRA, MOZAMBICO

Dare da mangiare agli anziani in Mozambico: distribuiti aiuti alimentari ai più poveri nella città di Beira

IT | ES | DE | FR | PT | RU | ID
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
19 Febbraio 2018
FarodiRoma
I 50 anni di Sant’Egidio. Intervista a Chiara Turrini, impegnata in Mozambico
10 Febbraio 2018
SIR
50° Sant’Egidio: Gentiloni (presidente del Consiglio), “dalla condizione dei più deboli si misura il benessere autentico di una società”
2 Gennaio 2018
Il Messaggero - ed. Civitavecchia
La comunità di Sant'Egidio offre il pranzo ai detenuti
29 Dicembre 2017
La Stampa
Sant’Egidio e il pranzo della serenità nel carcere
29 Dicembre 2017
Avvenire
Kenya, Natale in cella. Adesso arriva l'acqua
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

169 visite

283 visite

172 visite

302 visite

185 visite
tutta i media correlati