change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più anziani - queliman... mariana newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Quelimane (Mozambico) - Amici degli anziani in Africa: una casa e una famiglia per Mariana


 
versione stampabile

Quelimane (Mozambico) - Amici degli anziani in Africa: una casa e una famiglia per Mariana
2 novembre 2010

A Quelimane, come in molte città del Mozambico, gli anziani stentano a vivere, a causa della povertà e del pregiudizio che accusa chi vive a lungo di esercitare la stregoneria e di rubare la vita ai giovani. Succede quindi che molti anziani sono abbandonati da tutti, non riescono a procurarsi da mangiare e non hanno una casa. Per questo dopo la Pasqua la comunità di “Eu Dream” ha cominciato un’amicizia con alcuni anziani in uno dei quartieri più poveri della città. Mariana è una di loro..... 

"Mariana non sa esattamente quando è nata, ma è anziana; i suoi quattro figli sono morti  e i vicini pensano che la colpa sia sua; hanno paura di lei, convinti che chi l’avvicina sia destinato a morire. La prima volta che l’abbiamo incontrata pioveva molto e lei cercava di ripararsi con un vecchio ombrellino; non mangiava da molti giorni e come casa aveva solo un mucchio di paglia sotto la quale si nascondeva, passando attraverso una fessura molto stretta. Quando ci ha visti si è commossa, dicendoci che da tanto tempo nessuno le si avvicinava e le parlava. “Siete voi ora la mia famiglia!” ha esclamato.

Ma allora, se è nostra parente, non possiamo accettare che dorma all'aperto!  E’ nato il desiderio di aiutarla a vivere meglio.  Mariana aveva soprattutto bisogno di una casa. Al mattino presto al mercato ci siamo procurati il materiale necessario: pali, paglia e fili di gomma. Due venditori, incuriositi da questo satrano carico, ci hanno chiesto a cosa servissero, e li hanno trasportati con il loro carretto.

Arrivati a destinazione, si sono messi al lavoro insieme agli altri.  Ci siamo tutti messi all’opera con martello e chiodi; lei ci guardava orgogliosa e ripeteva “Sono felice”. Noi eravamo molto stupiti .. di noi stessi: la casa è venuta su poco alla volta, prima il tetto, poi le pareti, ma alla fine era proprio perfetta: piccola ma stabile. Quando la costruzione è terminata c'era tanta allegria. Ci siamo messi a cantare e a danzare, per festeggiare la nuova casa e la nuova famiglia di Mariana".

Immagini

 Galleria delle immagini

 

 

 

 

30 anni di amicizia
con gli anziani

NEWS CORRELATE
18 Gennaio 2018
Comunicato stampa

Anziani, Sant'Egidio: la creazione di un Ministero per la solitudine nel Regno Unito è un campanello di allarme


Attivare in Europa reti di protezione contro l'isolamento sociale e favorire un'alleanza tra le generazioni. L’esperienza del programma “Viva gli anziani!” e il movimento Giovani per la Pace
IT | EN | ES | DE
2 Dicembre 2017
ROMA, ITALIA

Una visita alla mostra degli artisti disabili "La forza degli anni" aperta a Roma fino al 9 dicembre

24 Novembre 2017

La storia di Tina. Quelle coperte che scaldano le notti degli ultimi di Roma


Tina e le sue coperte raccontano la forza degli anni, perché anche la vecchiaia ha i suoi valori e la sua bellezza.
22 Novembre 2017
OUAGADOUGOU, BURKINA FASO

A Ouagadougou apre una casa per anziani: per Marie e Angele inizia una nuova vita

IT | ES | DE | NL | ID
21 Novembre 2017
MOZAMBICO

In Mozambico 100 mila i bambini registrati grazie a BRAVO!


L’atto di nascita protegge la loro vita da possibili maltrattamenti e abusi
IT | ES | DE | PT | NL | RU
15 Novembre 2017
MAPUTO, MOZAMBICO

A Maputo una conferenza con mons. Matteo Zuppi per celebrare i 25 anni di pace in Mozambico guardando al futuro

IT | ES | DE | PT
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
19 Febbraio 2018
FarodiRoma
I 50 anni di Sant’Egidio. Intervista a Chiara Turrini, impegnata in Mozambico
10 Febbraio 2018
SIR
50° Sant’Egidio: Gentiloni (presidente del Consiglio), “dalla condizione dei più deboli si misura il benessere autentico di una società”
7 Febbraio 2018
Avvenire
L'Italia già «casa comune». Anziani e badanti, la forza di un abbraccio di debolezze
26 Gennaio 2018
Il Mattino di Padova
«Il dolore è lingua che accomuna»
24 Gennaio 2018
La Stampa
Apre il centro sociale a Sant’Andrea: “Una casa accogliente per tutti”
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

187 visite

181 visite

168 visite

181 visite

193 visite
tutta i media correlati