change language
you are in: home - ecumenis...dialogue - internat...or peace - world me... to hope newslettercontact uslink

Support the Community

  

Let us help Rohingya refugees in Bangladesh

The Community of Sant'Egidio launches a fundraising campaign to send humanitarian aid to the refugee camps in Bangladesh, in collaboration with the local Church

Christmas Lunch with the poor: let's prepare a table table that reaches the whole world

The book "The Christmas Lunch" available online for free. DOWNLOAD! And prepare Christmas with the poor


 
printable version
October 1 2013 09:30 | Basilica of St. Bartholomew

Martirio, una realtà d'oggi



Kissag Mouradian


Orthodox Archbishop, Armenian Church
In primo luogo è necessario definire il significato della parola "Martirio" per poter procedere nel tema e analizzare gli aspetti che oggi ci occupano e preoccupano.
 
Martirio: morte o sofferenza che si patiscono per difendere una religione o una fede. Molti dei primi cristiani hanno sofferto il martirio.
 
Martire: dal greco testimone
 
In questo senso dobbiamo tener conto dei vari aspetti nell'antichità e nei tempi moderni.
 
Nell'Antico Testamento (nella Bibbia ed all'epoca dei profeti) i profeti subirono persecuzioni e morte trasformandosi nei martiri del momento, essendo gli inviati speciali di Dio Yahwe, come suoi testimoni e in modo molto particolare i suoi principali messaggeri per portare avanti i suoi comandamenti.
 
Nel nuovo Testamento, troviamo la morte in croce di nostro Signore Gesù Cristo, che con la sua morte e passione ci ha dimostrato il cammino dell'estrema tolleranza e del sacrificio per portarci dalla terra al cielo attraverso la sua morte e Resurrezione.
 
Poi sono venuti i santi e i martiri che hanno dato la loro vita per Cristo tollerando persecuzioni, torture e morte, essendo meritevoli della corona luminosa ed ereditando il cielo ed il riposo nel paradiso del Padre celeste.
 
E ai giorni nostri, quando apparentemente non esiste la persecuzione religiosa o in nome di Dio, ci ritroviamo che non è così perché vari popoli sono stati e continuano ad essere vittime dell'intolleranza religiosa e ideologica o perché pensano, agiscono o vivono in maniera differente. L'essere umano e i responsabili del mondo cercano la pace, ma sono sempre più lontani da essa e i conflitti armati, le guerre, etc. continuano.
 
In questo senso ricordiamo soltanto le due guerre mondiali del XX secolo, con i loro milioni di vittime, i conflitti e le guerre che proseguono e le nuove minacce che incombono sopra il mondo, per qualsiasi ragione o motivo, dei governanti delle grandi potenze.
 
Come religioso armeno, non posso non menzionare ciò che ha vissuto il mio popolo durante la prima guerra mondiale, vittima del primo genocidio del XX secolo, quando perse quasi il settanta per cento della sua storia patria e più di due milioni di persone del suo popolo. Il nostro popolo non fu solo massacrato perché cristiano, ma anche perché armeno e per la sua richiesta di avere una patria libera e indipendente.
 
Oggi, fortunatamente, il panorama è completamente diverso e noi, o per meglio dire i nostri martiri, sono stati e sono testimoni della loro fede e del loro credo. Speriamo che il mondo si svegli e si renda conto che le stragi, i genocidi e la morte non cancellano i sogni e gli ideali dei popoli, ma danno più ragione e più forza per andare avanti nella ricerca della convivenza e della pace nel mondo.
 
Che i martiri continuino ad intercedere per noi, per la pacifica convivenza degli esseri umani e per la pace nel mondo.
 

LINKED EVENTS
in the World

PROGRAMMA
PDF

LIVE STREAMING
Programme

RELATED NEWS
October 23 2013

The courage to hope: three videos


From Côte d'Ivoire to Rome, the images of this year's meetings of men and religions broadcast again on television
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
October 3 2013
SAN ANTONIO, UNITED STATES

The spirit of Assisi in Texas


Nearly 1,000 people in San Antonio Texas for the U.S. edition of The Courage of Hope
IT | EN | ES | DE | PT
October 2 2013
ABIDJAN, CÔTE D'IVOIRE

“The Courage to Hope”, also organised in Africa.


Religions meeting in Abidjan, in connection with Rome
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
October 1 2013

Speech of the Holy Father Francis to the participants of the International Meeting for Peace “The Courage to Hope”

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
October 1 2013
To delegitimize religious terrorism

The Indian intellectual Kulkarni said: “Religious Terrorism divides ‘in primis’ its originating religion”.

IT | EN | ES | DE | PT | CA | ID
October 1 2013
To delegitimize religious terrorism

Catholic Theologian Puig i Tàrrech: «Terrorism in the name of God is an attack to all the faithful»

IT | EN | ES | PT | CA | ID
all related news

NEWS HIGHLIGHTS
December 26 2017

Look at the world map enlightened by the Christmas lunches

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
December 25 2017

Merry Christmas from the Community of Sant'Egidio!


The joy of Christmas is the joy of a visit, the one we receive, because Jesus comes into the world, and the one each of us can give, because the visit is a joy and a light that remains. WATCH THE VIDEO
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
December 13 2017 | BLANTYRE, MALAWI

The new church in the House of Friendship of the Community of Sant’Egidio in Blantyre has been inaugurated.


The first prayer was presided by Mgr. Vincenzo Paglia, who met the Community in his visit to Africa
IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | PL | HU

ASSOCIATED PRESS
September 6 2015
Shekulli
“Takimi i paqes”, krerët botërorë të feve mblidhen në Tiranë
November 11 2013
Herder Korrespondenz
Religion und Frieden: Internationales Treffen der Gemeinschaft von Sant'Egidio
October 29 2013
Roma sette
Preghiera e condivisione fondamenta della pace
October 13 2013
SIR
Insieme scegliamo il coraggio della pace
October 6 2013
Avvenire
«Non usare la fede per la violenza». Un bilancio del XXVII Incontro internazionale per la pace
all press-related